NBA Finals 2018, game 4: primo match point per Curry e compagni

NBA Finals 2018, game 4: primo match point per Curry e compagni

Inizio: 9 giugno, ore 03:00

Palazzetto: Quicken Loans Arena, Cleveland

Warriors-Cavaliers, game 4: Golden State a 48′ dall’anello

Neanche il fattore campo è servito a Cleveland per rientrare in gioco nella serie. Alla Quicken Loans Arena, serviva un successo per accorciare le distanze e prolungare la serie, ora sul 3-0, almeno a Gara 5. Golden State, però, sembra inarrestabile, e già stasera potrebbe conquistare il terzo anello negli ultimi quattro anni.

Il 110-102 in favore dei campioni Nba in carica sembra una sentenza: ci sono addirittura quattro match point, di cui due interni, per conquistare il secondo titolo di fila. Queste NBA Finals 2018, insomma, sono quasi in archivio. Manca solo l’ultimo tassello.

Le buone notizie per i Cavs

Titolo inappropriato: la buona notizia è solo una. LeBron James ha tentato ancora una volta di tenere in vita i suoi, con una tripla doppia ed una giocata da urlo nel primo quarto. Come da tre partite a questa parte, fa tutto da solo: rimbalzo sul canestro e schiacciata poderosa.

Nonostante anche Kevin Love sia andato in doppia doppia con 20 punti, il resto è un disastro. Hood e J.R. Smith insieme hanno messo meno punti di LeBron. Unica altra buona notizia, la cabala: nel 2016, i Cavs erano sotto 3-1, ma riuscirono a vincere l’anello. Impresa d’altri tempi: ora sarebbe ben più che miracolosa, sarebbe leggendaria.

Le buone notizie per i Warriors

Curry e compagni hanno una strada preferenziale verso l’anello. La possibilità di convertire addirittura quattro match point per ottenere il quarto, decisivo punto e chiudere la serie. Lo potrà fare già stasera, e ha la possibilità di raggiungerlo grazie ad uno straordinario collettivo. Anche quando, infatti, Curry non è in serata (solo 11 punti per Steph in Gara 3), ci pensano gli altri, e nella fattispecie un titanico Kevin Durant, capace di mettere a referto 43 punti, 7 assist e 13 rimbalzi.

Le buone notizie non si fermano qui: se anche Cleveland dovesse accorciare le distanze, si ritornerebbe all’Oracle Arena. E lì, a parte lo spavento di Gara 1, non c’è stata storia.

Kevin Durant, numero 35 di Golden State mattatore di Gara 3, contrastato da Jeff Green dei Cavs

NBA Finals 2018, Warriors-Cavs: le quote di Gara 4

Le quote NBA della sfida della Quicken Loans Arena non risentono del risultato di Gara 3. Golden State, infatti, resta favorita, ma la quota è la stessa della sfida che ha portato Curry e compagni sul 3-0: 1.55. La franchigia dell’Ohio, invece, pur essendo sfavorita, resta data a 2.50 per la vittoria della sfida. Cleveland indietro nei pronostici, ma non spacciata, insomma.

Le quote relative all’esito non cambiano radicalmente se la vittoria di una delle squadre arriva entro i tempi regolamentari. Golden State vincente dopo 48′ è data a 1.62 contro il 2.70 di Cleveland, con la parità fissata a 8.00. Per i più curiosi, invece, due delle tre sfide sono terminate con un risultato pari. Replicare questo tipo di punteggio vale 1.95, contro l’1.87 di un esito dispari.

Come quota punti, ancora una volta l’intervallo ha dimostrato che, con gente come Curry, Durant e LeBron James, l’equivalente della “goleada” nel calcio è dietro l’angolo. Quindi, si può andare oltre i 217,5 punti complessivi. Sarà una sfida che vedrà le squadre andare all’offensiva, chi per chiudere la contesa, chi per riaprirla. L’Over 217,5 è fissato a 2.05, con l’Under a 1.78.

Resta nel vivo dell’azione con la app bwin Sports. Immergiti nella sezione scommesse più ricca e varia in circolazione e naviga a fondo nel nostro menu statistico della sezione Calcio per scegliere velocemente le tue scommesse migliori. Scarica ora.

X