Cosa serve per diventare capocannoniere?

Registrati per ottenere 200€ di benvenuto! Chi diventerà capocannoniere della Serie A? Scommetti QUI!

Con Paulo Dybala autore di due triplette in questo inizio di stagione in Serie A, si è aperta la sfida al titolo di capocannoniere. Mauro Icardi e Ciro Immobile, ad ogni modo, inseguono a quota 6. Il tutto in attesa del capocannoniere in carica, Edin Dzeko, e di Gonzalo Higuain.

Il bosniaco punta alla doppietta, ma no sarà facile. La partenza non è stata delle migliori. Fin quando sarà possibile colmare il gap con la Joya? Abbiamo confrontato i numeri del capocannoniere dei cinque principali campionati degli ultimi 10 anni. Il tutto per scoprire la ricetta per vincere la palma di miglior cannoniere stagionale.

Quanti gol bisogna segnare?

In quattro dei cinque maggiori campionati, negli ultimi dieci anni, il numero medio di gol richiesti per diventare capocannoniere è consistente: tra i 26 e i 27. La Bundesliga deve tenere conto delle quattro partite in meno. Mentre Cristiano Ronaldo hanno vinto con 31 gol, Anelka ha avuto bisogno di soli 19 gol per vincere il titolo nel 2008/2009.

In Spagna è un’altra storia. Con il dominio di Real Madrid e Barcellona, e con lo scarto delle loro vittorie, l’asticella si alza di molto. Solo uno nelle ultime 10 stagioni ha vinto il titolo con meno di 30 gol. In due occasioni, inoltre, la palma è stata ottenuta superando i 40 gol. Due giocatori hanno inoltre superato questa cifra, finendo addirittura secondi.

Quanto puoi restare a secco?

Metà dei capocannonieri hanno segnato nella prima partita della nuova stagione, e solo circa 1 su 9 non aveva ancora segnato dopo quattro partite. Le possibilità sono più alte se segni subito. Restare a secco all’inizio potrebbe non pagare.

Restare a secco, però, non è automaticamente una condanna, con almeno uno dei sei capocannonieri senza gol per più di sei partite di fila. Questa lista include Luis Suarez, nel Liverpool e nel 2013/2014, e Zlatan Ibrahimovic, che nella sua stagione finale al PSG prima di andare ad Old Trafford da Mourinho ha messo a segno 38 reti.

E’ meglio partire bene o chiudere alla grande?

Le buone notizie per Dzeko e Higuain, di certo non dei killer all’inizio di questa stagione, è che un buon finale è più utile di un buon inizio. Se sommi i gol messi a segno dal capocannoniere ad inizio e alla fine della stagione nei principali campionato europei dell’ultimo decennio, il conto dei gol all’esordio sono è di 100 reti in meno del totale degli ultimi cinque.

Le ultime due giornate sono state particolarmente prolifiche per i capocannoieri dei campionati, con le due triplette di Dybala a Genoa e Sassuolo a fare da esempio.

Come capire se sei in corsa per il titolo?

L’ultima parte dell’infografica, dedicata alla Premier League, è esplicita. Mostra il quantitativo di gol necessari ad ogni giornata della stagione, con il numero più alto e più basso. 13 è la media realizzativa di metà stagione necessaria per restare in corsa. Ovunque, ad ogni modo, la cifra oscilla tra i 10 e i 19.

Resta nel vivo dell’azione con la app bwin Sports. Immergiti nella sezione scommesse più ricca e varia in circolazione e naviga a fondo nel nostro menu statistico della sezione Calcio per scegliere velocemente le tue scommesse migliori. Scarica ora.