Cagliari, Crotone, Pescara... Ecco la lista della spesa per rimanere in Serie A il più a lungo possibile

Cagliari, Crotone, Pescara… Ecco la lista della spesa per rimanere in Serie A il più a lungo possibile

Dopo aver conquistato la promozione in Serie A è bene pensare subito a come muoversi in estate per rimanerci più tempo possibile. Sovvertendo scommesse sportivescommesse sul calcio e pronostici degli esperti. Ecco alcuni consigli utili, con qualche variabile da campionato a campionato

La finestra di mercato estiva – pronta a salire di giri non appena sarà celebrata la vincitrice di Euro 2016 – è il più classico prologo di quella che sarà la stagione successiva nei maggiori campionati europei.

I tifosi di Serie A, Premier League, Liga e Bundesliga 1 sfogliano compulsivamente le pagine dei principali quotidiani sportivi per scoprire le mosse di mercato delle proprie squadre del cuore: prima di assestare i propri colpi decisivi, le big europee stanno sondando il terreno con un occhio in particolare a quanto sta accadendo all’Europeo di Francia per stabilire le proprie strategie di mercato (senza dimenticare le conseguenze che a questo avrà l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea anche in termini di calciomercato e svalutazione della sterlina).

Lontano dai riflettori si muovono però anche tutte quelle squadre che a maggio hanno centrato la promozione nel massimo campionato nazionale e che ora faranno di tutto per rimanere più tempo possibile fra le grandi.

Cagliari, Crotone e Pescara in Italia. Burnley, Middlesbrough, Hull City in Inghilterra. Alavés, Leganés e Osasuna in Spagna. Frigurgo e Lipsia in Germania.

Per tutte queste squadre l’obiettivo principale da evitare è quello di un repentino ritorno nella serie cadetta.

Ieri abbiamo visto quali possibilità hanno le squadre retrocesse di centrare la stagione successiva una nuova promozione. Ma cosa devono fare invece le neopromosse per guadagnarsi la pagnotta della permanenza nella massima divisione?

La risposta, manco a dirlo, passa dal mercato.

Bwin-EuroShoopingForSurvival

Diamo un’occhiata ai dati relativi alla Serie A (che ripartirà con la Juventus super favorita a 1,60/1, davanti a Roma – 6,50 – Napoli e Inter – 8,00).

Fra i quattro maggiori campionati europei, quello italiano è nettamente quello che più spinge al rinnovamento. La media dei cambi della rosa è di 28 giocatori (16 acquisti e 12 cessioni), una rivoluzione completa rispetto alle rose capaci di centrare la promozione nella stagione precedente. Dati alla mano, per sopravvivere al salto di categoria si consiglia dunque una completa ristrutturazione della squadra.

Come si stanno muovendo in questo senso Cagliari, Crotone e Pescara?

Dei tre, il club di Giulini è quello che sta facendo di più: i sardi hanno infatti messo sulle mani su Bruno Alves in prestito dal Fenerbahce, sono vicinissimi all’ufficializzazione di Padoin e pare stiano puntando a un ex campione d’Europa come Raul Meireles.

Più bloccato il mercato di calabresi e abruzzesi: il colpo del Crotone è stato fin qui quello di aver riscattato Ante Budimir dal St. Pauli, mentre il Pescara – dopo la cessione di Lapadula al Milan – dovrà innanzitutto cercare un bomber capace di prendere il posto del capocannoniere della stagione di Serie B 2015/16.

Per quanto riguarda gli altri dati raccolti, vediamo come le statistiche procedano praticamente a braccetto. La quota media dei giocatori che partono titolari in almeno 20 partite del campionato cadetto si dimezza quasi uniformemente ovunque, mentre il piazzamento medio delle neopromosse che evitano la retrocessione è un dignitosissimo 14° posto in Italia, Spagna e Inghilterra, mentre in Bundesliga si arriva quasi ad agganciare la parte sinistra della classifica con l’11° posto.

X