La salvezza dell'Inter si chiama Mauro Icardi

La salvezza dell’Inter si chiama Mauro Icardi

Già 10 gol in 14 giornate per l’attaccante argentino, principale finalizzatore nerazzurro senza i cui gol l’Inter sarebbe invischiata in posizioni ben peggiore dell’attuale 8° posto. Capocannoniere? bwin lo appaia a Dzeko.

L’Inter è sembrata risvegliarsi con la Fiorentina e nel successo per 4-2 buona parte del merito va al suo bomber Mauro Icardi, che con la doppietta rifilata a Tatarusanu è salito a quota 10 gol in questo campionato. La media è di quasi una rete a partita e su di lui punta molto il nuovo tecnico Stefano Pioli per far risalire la china alla propria squadra.

Sotto porta, ma questo è lapalissiano, Icardi è uno dei giocatori più forti del nostro campionato (e non solo) e non è sbagliato dire che senza i suoi gol l’Inter sarebbe ridotta molto peggio. Se pensiamo infatti che dei 22 gol della squadra 10 sono suoi, capiamo quanto sia importante l’attaccante argentino per le sorti della compagine nerazzurra.

Dzeko è l'attuale capocannoniere del campionato con 12 gol
Dzeko è l’attuale capocannoniere del campionato con 12 gol

E’ possibile che Icardi sia il capocannoniere del torneo? Certo che si, anche se al momento Dzeko sta viaggiando ancora più forte. 12 le reti del bosniaco (sulle 33 della Roma). A confrontarli guardando le quote offerte da bwin vediamo che i bookies li mettono a pari merito, pagando il loro primato 3 volte la posta, davanti a quello che fino a qualche giornata fa era considerato l’assoluto favorito: Gonzalo Higuain, la cui quota è salita a 4.85. Dietro di loro salgono le possibilità del duo della nazionale Immobile (5.15) e Belotti (6.10), mentre dietro di loro c’è il vuoto (il primo è Callejon a 21/1).

Non è sbagliato puntare su Icardi capocannoniere, anche perché continuando così sarà sempre lui il finalizzatore delle azioni dell’Inter e dai suoi gol dipenderanno le sorti dei nerazzurri in campionato.

X