Il bomber più patriottico? E’ Neymar. E Kane si mette dietro Messi e CR7

Il bomber più patriottico? E’ Neymar. E Kane si mette dietro Messi e CR7

L’attaccante verdeoro segna di più (di poco) con la maglia della nazionale rispetto che con quella blaugrana. E il gioiello del Tottenham quando gioca per il proprio Paese fa meglio del portoghese e dell’argentino

Vestire la maglia della propria nazionale è un onore e una responsabilità. Un’emozione molto diversa che giocare col proprio club. Quello può cambiare di anno in anno, ma una nazionale è per sempre.

Sarà per una questione di pressione e aspettative, sarà perché i meccanismi delle varie selezioni sono spesso molto diversi da quelli a cui le punte più forti del panorama europeo e mondiale sono abituati a giocare durante il resto dell’anno, fatto sta che segnare in nazionale è statisticamente più difficile che farlo con la maglia del proprio club di appartenenza.

Top International Goal Scorers

Mettendo a confronto la media gol a partita della stagione scorsa e quella complessiva mantenuta in carriera le rispettive nazionali da parte dei bomber più letali della scorsa stagione ci si rende subito conto di una cosa: solo Neymar ha segnato di più con la maglia della Seleçao che con quella del Barcellona: 0,69 a 0,67, il che fa di lui il più patriottico dei bomber che giocano nei quattro maggiori campionati europei.

Per tutti gli altri la bilancia pende decisamente dalla parte del club, in alcuni casi in maniera clamorosa: l’anno scorso Tevez ha segnato 0,63 a partita con la maglia della Juventus, ma si scende 0,17 con quella dell’Argentina nell’arco di tutta la sua carriera. Stesso discorso per Diego Costa, che passa dagli 0,77 gol a partita con il Chelsea 2014/15 agli 0,11 con la Spagna.

Un caso particolare è quello di Harry Kane. L’attaccante del Tottenham segue il trend (0,62 con gli Spurs, 0,5 con l’Inghilterra), ma con la propria nazionale ha un ruolino di marcia decisamente migliore di quello di due migliori calciatori del pianeta Ronaldo e Messi: CR7 e la Pulce hanno segnato infatti rispettivamente 1,37 e 1,13 gol a partita con Real Madrid e Barcellona lo scorso anno, ma in carriera con Portogallo e Argentina sono fermi a 0,45 e 0,47.

Unico italiano in classifica Luca Toni, 0,58 reti a partita l’anno scorso a Verona, 0,34 con la maglia azzurra, con l’ultima presenza risalente però al 2009.

X