Liverpool, effetto

Liverpool, effetto “remuntada”

Ecco quanto sta pesando la rimonta contro il Borussia Dortmund in Europa League per la squadra di Klopp

Jurgen Klopp, dopo quarantacinque minuti di frastornante dominio Dortmund, ha ricordato Istanbul, il 3-3 in finale di Champions League, e ha detto ai suoi: “Non sarà facile, ma se li battiamo possiamo battere chiunque”. L’ha raccontato James Milner, uno che già aveva vissuto una rimonta di discreta importanza con il Manchester City, quando il 3-2 all’ultimo minuto di Aguero contro il QPR all’ultima giornata ha regalato ai Citizens di Mancini la Premier League 2011/12.

Questo è quanto è successo due settimane fa ad Anfield, all’intervallo di Liverpool-Borussia Dortmund di Europa League. E l’idea che esista una genetica societaria – propriamente Reds – è ridicola e affascinante allo stesso tempo. Però è indiscutibile che due delle rimonte più grandi della storia recente siano targate Liverpool.

Ma questa vittoria (da 1-3 a 4-3) contro il Dortmund è valsa davvero solamente un accesso alle semifinali di Europa League? No, se si vanno ad analizzare i risultati seguenti della banda di Klopp. Quel “possiamo battere chiunque” non era buttato lì a caso.

Effetto Klopp
Effetto Klopp

Il Liverpool, dopo la vittoria con i gialloneri, ha battuto lo Stoke City ad Anfield per 4-1, il Bournemouth per 2-1 fuori casa e ieri sera ha surclassato l’Everton per 4-0 nel derby del Merseyside.

Sembra che ci sia un’altra energia tra i Reds. Un fiume cinetico di adrenalina mista al pensiero di poter fare qualsiasi cosa. La classifica di Premier League vede i Reds a -2 dal sesto posto del West Ham, ma con una gara in meno. Il sesto posto, con la vittoria del City della Capital One Cup, vorrebbe dire accesso all’Europa League.

Ma il vero obiettivo di Klopp è proprio la coppa europea. In semifinale con il Villarreal (1.50 il passaggio del turno di Coutinho & Co.) il tecnico tedesco si gioca un’intera stagione; in caso di passaggio del turno la finale – con Siviglia o Shakthar – decreterà quale squadra andrà direttamente in Champions League nella prossima stagione.

Inutile dire che – per abitudine agli alti livelli e per storia – il Liverpool è il vero favorito per la vittoria dell’Europa League. La quota di 2.60 di Bwin non è molto alta (e nell’ombra c’è il “triplete” del Siviglia a 3/1), ma i Reds hanno ufficialmente preso coscienza dei propri mezzi. E ora fanno paura a tutti.

X