Sarà l'anno di Bacca?

Sarà l’anno di Bacca?

È continuamente al centro di voci di mercato, ha subito la concorrenza sempre più agguerrita di Lapadula, non segna da inizio ottobre e fatica a fare breccia nel cuore dei tifosi rossoneri, eppure il 2017 potrebbe essere l’anno di Carlos Bacca

La verità su Carlos Bacca è che più le voci di mercato su di lui si moltiplicano, più il colombiano sembra convincersi a voler continuare la sua avventura al Milan.

Doveva partire quest’estate, e invece è rimasto. Aveva le valige pronte in vista della finestra di mercato invernale, ma con ogni probabilità l’ex Siviglia partirà da titolare alla ripresa del campionato dei rossoneri contro il Cagliari.

Partenza annullata, o perlomeno rimandata a giugno. Poi si vedrà.

Nonostante Bacca faccia fatica a farsi amare da San Siro, il Milan delle ultime uscite ha dimostrato di non poter prescindere dalle sue reti.

Lapadula, a cui sono bastati pochi spezzoni di gara per entrare nel cuore del tifo rossonero, ha fornito un contributo egregio nel momento di appannamento del colombiano, ma non ha ancora il physique du role per essere l’attaccante titolare di un Milan che lotta per entrare nei primi tre posti.

Bacca è partito titolare nella partita di Supercoppa contro la Juventus, facendosi trovare pronto sottoporta in almeno tre o quattro occasioni, e sprecando tantissimo (cosa per lui inusuale). Ad ogni modo Montella ha voluto dare un segnale forte preferendolo a Lapadula, mettendo bene in chiaro come la squadra non possa prescindere dai suoi gol.

Il colombiano, 6 reti nelle prime 7 giornate di campionato, non segna dal 2 ottobre. Il 2017 può diventare l’anno della riscossa per un giocatore che ha sempre chiuso le proprie stagioni in doppia cifra di marcature (eccezion fatta per lo spezzone di 2011/12 al Bruges).

Il titolo di capocannoniere della Serie A è lontano (quota di 51/1), ma c’è una qualificazione alla Champions League da conquistare con il Milan (quota di 3,50/1), obiettivo ben più importante.

X