Bagarre Europa League

Bagarre Europa League

Quattro squadre in tre punti per soli due posti: Lazio, Atalanta, Inter e Milan si giocano da qui alla fine del campionato le possibilità di un posto in Europa League

Quattro: le squadre in corsa per un posto in Europa League. Tre: i punti che dividono il quarto dal settimo posto. Due: gli slot disponibili per giocare le coppe il prossimo anno (ma se ne potrebbe aggiungere un terzo a seconda di come finirà la Coppa Italia).

Lazio, Atalanta, Inter e Milan si preparano al rush finale in chiave coppe, che si preannuncia incerto e palpitante come non mai a undici giornate dalla fine del campionato.

Biancocelesti e nerazzurri, classifica alla mano, sono quelli che sembrano avere più chance. Ce lo dice anche il fatto che per entrambe le squadre si continui a parlare di sogno Champions. Ed effettivamente il distacco dal Napoli, -3 per la Lazio, -6 per l’Inter lascia aperti spiragli.

Per Atalanta e Milan la faccenda è leggermente più ostica.

I bergamaschi stanno disputando un campionato clamorosamente al di sopra delle aspettative e sono davanti sia a Inter che Milan. Di fatto, dovrebbero essere considerati in vantaggio rispetto alle due milanesi, ma bisogna capire se continueranno con questo passo o se prima o poi non incontreranno un fisiologico calo di rendimento. In tanti sono convinti che questa flessione risultati arriverà, peccato che lo continuino a ripetere da mesi, ma di flessione fin qui, nemmeno l’ombra…

Il rossoneri restano aggrappati con le unghie e con i denti (e con merito) alla zona Europa League, ma pagano il brutto periodo fra metà gennaio e metà febbraio che li ha fatti scivolare al settimo posto, ovvero attualmente fuori dalle coppe.

La prossima giornata di campionato, con Inter-Atalanta, Juventus-Milan e Lazio-Torino fornirà interessanti risposte in merito alla corsa per l’Europa.

C’è anche un altro fatto da tenere in considerazione, legato alla Coppa Italia. Se la Lazio (che ha battutto 2-0 la Roma nella semifinale d’andata) dovesse vincere l’eventuale finale, i posti per l’Europa League rimarrebbero due (quarto e quinto). Se invece la coppa dovesse finire nelle mani di una delle prime tre di Serie A (in questo momento Juventus, Roma e Napoli, le altre tre semifinaliste), anche il sesto posto garantirebbe a quel punto l’accesso alle coppe.

X