Top Scorer: Dzeko per il rush finale

Top Scorer: Dzeko per il rush finale

Il bosniaco, 37 gol in stagione e record in carriera, punta al titolo di capocannoniere. Solo Messi, Lewandowski e Cavani hanno segnato più di lui in Europa

Con i due gol rifilati al Milan nel 4-1 con cui la Roma ha battuto i rossoneri a San Siro, Edin Dzeko ha superato se stesso. Il bosniaco 37 gol in una stagione non li aveva fatti nemmeno al Wolfsburg, dove si era fermato a 36 nel 2008-09. E ha segnato così tante reti in un solo campionato con la maglia della Roma, 27, che per andare a ritrovare uno score del genere bisogna risalire addirittura ai tempi di Guaita, stagione 1934-45.

Bisogna dirlo, l’Edin Dzeko di quest’annata è esagerato, incontenibile, una certezza da un-tiro-un-gol. Se si vanno a spulciare le medie-gol e le reti dei principali cannonieri d’Europa, si nota come solo Messi, Cavani e Lewandowski stanno segnando di più, con gente del calibro di Cristiano Ronaldo e Suarez che sono dietro in classifica rispetto al pennellone bosniaco.

Edin Dzeko
Chi lo avrebbe detto lo scorso anno? Dzeko in testa ai top scorer con 27 gol

I dati sono ancora più clamorosi se pensiamo a metà maggio di un anno fa, con l’ex City che non era neppure arrivato in doppia cifra, con 7 gol in Serie A (sarebbero stati 8 a fine campionato) e 2 in Europa League.

In un’annata in cui il nostro campionato riscopre i grandi numeri 9 (la classifica marcatori si chiuderà con sei giocatori oltre quota 20 reti), Edin Dzeko ha ritrovato lo smalto dei giorni migliori, viaggiando a vele spiegate verso la stagione più prolifica della propria carriera.

E, ovviamente, puntare su di lui non è un azzardo, anzi. La quota per Dzeko capocannoniere della Serie A è bancata a 1.63. Un numero in lavagna molto alto considerato che il bosniaco capeggia su tutti a quota 27 gol. Però è anche vero che la concorrenza è tanta: Mertens (3/1), Belotti (5/1) e Higuain (6/1) sono proprio lì dietro, a uno-due gol in meno, con Icardi e il più staccato Immobile che – chi per infortunio chi per la lontananza dalla vetta della classifica – sono ormai tagliati fuori.

X