uventus-Atalanta serie A 2021-2022 14a giornata

Juventus-Atalanta: la Dea cerca il colpaccio con una Juve allo sbando e priva di idee

Il sabato pomeriggio di Serie A ci propone la sfida Juventus-Atalanta. Bianconeri che dopo le scoppole di Champions non possono permettersi un altro KO in un big match. Gli orobici invece, salvati da Muriel nel 3-3 con lo Young Boys, arrivano carichi consapevoli di avere il destino europeo nelle proprie mani. In generale il Gasp arriva molto meglio a questa partita, considerando anche il centrocampo completamente in bambola della Vecchia Signora. La squadra di Allegri riuscirà a contenere l’onda d’urto bergamasca? Ecco i nostri consigli.

Quote del: 24/11/2021

Fischio d’inizio: sabato 27 novembre, ore 18.00

Sede: Allianz Stadium, Torino (Italia)

JUVENTUS-ATALANTA
TUTTE LE QUOTE

Juventus-Atalanta, la presentazione

Partiamo dai padroni di casa della Juventus. Max Allegri le sta provando tutte, ma la sensazione è che ci stia capendo davvero poco. Poche soddisfazioni (spesso exploit improvvisi) e moltissime delusioni dall’inizio della stagione. La batosta a Stamford Bridge per 4-0 (prima volta in Champions con quattro reti al passivo dal 2000) ha evidenziato tutte le carenze di Madama, ma due in particolare. Un centrocampo che non esiste più e l’assenza di una punta, cosa palese a tutti fin dall’addio di Cristiano Ronaldo. Nonostante sia già qualificata agli ottavi di Champions ed abbia gli stessi punti del Chelsea, ora è seconda per differenza reti negli scontri diretti. Tra l’altro, la Juventus ha perso una partita ufficiale con un passivo di almeno quattro gol per la prima volta da febbraio 2004, contro la Roma in Serie A (0-4).

In Serie A la Juve è ottava a -4 dal quarto posto proprio dell’Atalanta, ma è la squadra che segna meno tra le prime 10 (appena 18 gol in 13 partite). Le vittorie su Zenit, Fiorentina e soprattutto Lazio non devono ingannare, la Vecchia Signora in questo momento può perdere con tutti. Dalla sua parte c’è che solitamente non prende molti gol, anche se rimangono tantissimi rispetto al passato (già 15 in A come Inter e Milan e due in meno della Dea). Questo è dettato come detto dall’assenza del centrocampo, che col duo Rabiot-Bentancur (entrambi da film horror in Champions) non fa filtro, non attacca e non difende. Contro gli orobici potrebbe pagare proprio questo, oltre alle qualità offensive avversarie, che ora hanno ritrovato anche un fantastico Luis Muriel. 

L’Atalanta approccia alla sfida con uno stato d’animo migliore, e ora vi spieghiamo perché. In Champions ha sì pareggiato 3-3 contro lo Young Boys (comunque squadra che ha messo in difficoltà molte big negli ultimi anni ed è potenzialmente prima in Super League svizzera) ma rimangono padroni del proprio destino. Una vittoria contro il Villarreal nell’ultima giornata li qualificherebbe ancora una volta agli ottavi di finale, altro miracolo di Gasperini. Una cosa parlando di questo match può far sperare i bianconeri. L’Atalanta ha perso nove punti da situazione di vantaggio in questa Champions League, più di ogni altra squadra finora. Ciò dimostra una cronica difficoltà di gestione, anche se dall’altra parte significa che un gol lo segna sempre. In campionato non perde da sei partite consecutive, ovvero da inizio ottobre quando cadde 3-2 al Gewiss Stadium contro il Milan allora imbattuto.

Oltre a ciò, in Serie A ha segnato nove gol in più dei bianconeri.In questa stagione la Dea ha segnato un gol in tutte le partite giocate tranne una, lo 0-0 col Bologna. Zapata è in uno stato di forma splendido (ha trovato il gol in tutte le sue ultime sei presenze in tutte le competizioni, la seconda striscia in gol più lunga per il colombiano da quando veste la maglia dell’Atalanta), Muriel anche, Malinovskiy ormai è esploso definitivamente dopo i bei progressi della seconda parte della scorsa stagione. Vediamo gli orobici favoriti nonostante si giochi all’Allianz Stadium.

Juventus-Atalanta, le quote in evidenza

Le probabili formazioni

Juventus-Atalanta rischia di essere uno spartiacque e i padroni di casa hanno molti indisponibili. L’unico recuperato è Paulo Dybala, che prenderà il posto di un impresentabile Bentancur, spostando Federico Chiesa sulla sinistra (Chiesa che ha trovato il gol in tre delle quattro gare casalinghe di Serie A contro l’Atalanta). Avanti ancora con il 4-4-2 per Allegri, con Morata compagno della Joya in avanti. Locatelli-Rabiot in mezzo con McKennie e fare “il Matuidi” sulla destra. Bonucci-de Ligt coppia centrale. Ramsey, Danilo, Bernardeschi indisponibili.

Anche per l’Atalanta pochi cambi. Ilicic potrebbe prendere il posto di Malinovskiy in attacco con Pasalic, centrocampista che ha partecipato attivamente a più gol in questo campionato (nove, grazie a quattro reti e cinque assist), sulla trequarti. In difesa potrebbe rientrare Djimsiti a prendere il posto di Demiral. Confermati Palomino e Toloi. Il centrocampo sarà lo stesso della gara di Champions League.

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Chiesa, McKennie, Locatelli, Rabiot; Dybala, Morata All. Allegri

Atalanta (3-4-2-1): Musso; Toloi, Palomino, Djimsiti; Zappacosta, Freuler, de Roon, Maehle; Pasalic, Ilicic; Zapata All. Gasperini

Juventus-Atalanta, quote e pronostico

Sempre difficile commentare la Juventus, una squadra che può vincere bene (con la Lazio per esempio) e perdere malissimo (gli esempi si sprecano tra Sassuolo, Verona, Chelsea). Guardando allo storico tra le due formazioni, soprattutto negli ultimi anni, i bianconeri hanno dimostrato di soffrire eccome il gioco fatto di transizioni da esterno a esterno dei bergamaschi (solo due successi nelle ultime nove sfide, dal 2017 in avanti). Possibile però che Zapata soffra contro i forti centrali bianconeri. A questo punto una considerazione è d’obbligo.

L’Atalanta da inizio stagione non ha ancora vinto una partita contro una big (sconfitta e pari con lo United, sconfitta con Fiorentina e Milan, pareggio con Lazio e Inter). Statistica che dovevamo riportare, ma non bisogna farsi ingannare. Questa potrebbe essere l’occasione buona per trovare finalmente il primo successo per tre motivi. Anche se Zapata faticherà sicuramente in una gara di sacrificio, la Dea ha tantissime frecce al proprio arco, come per esempio i calci da fermo (l’ultima punizione di Muriel, che entrerà a gara in corso, non lascia dubbi).

Secondariamente, il centrocampo bianconero sembra davvero malandato, il 4-4-2 allegriano è senza idee né scintille se non i colpi di un Dybala a mezzo servizio, e quindi pensiamo proprio che, dopo un match combattuto, la Vecchia Signora si piegherà alla frizzante Atalanta. Infine, la Dea ha guadagnato 16 punti sui 18 disponibili in trasferta in questo campionato, record per i bergamaschi nelle prime sei gare esterne di Serie A. Tra le quote scommesse sulla Serie A, vi consigliamo dunque di puntare sulla vittoria dell’Atalanta in una gara da segno Gol e da almeno Over 2,5.

JUVENTUS-ATALANTA
LE QUOTE MIGLIORI

Crediti Immagine: Getty Images

X