Roma: le conseguenze dell'affare Doumbia, un anno dopo

Roma: le conseguenze dell’affare Doumbia, un anno dopo

Sabatini è vicinissimo a Perotti, ma la trattativa si concluderà solamente se l’ivoriano – tornato alla base – verrà ceduto con il conseguente sgravo dell’ingaggio. Intanto preso Zukanovic dalla Samp

La Roma è scatenata sul mercato, con il ds Sabatini che è pronto a regalare a Spalletti tutti i rinforzi richiesti. E quindi due esterni d’attacco e un difensore che possa sostituire Castan, apparso ancora in una condizione fisica non sufficiente per affrontare il resto della stagione al massimo.

Preso El Shaarawy, che si è presentato a Trigoria molto carico e voglioso di fare bene in questi sei mesi per guadagnarsi il pass per Euro 2016, è sbarcato a Roma anche Zukanovic. Il difensore bosniaco, dopo aver giocato il girone d’andata con la Sampdoria, arriva in giallorosso con la formula del prestito oneroso (1,5 milioni) e obbligo di riscatto (per 2,5 milioni).

Il terzo acquisto di Sabatini sarà – forse – Diego Perotti. L’esterno del Genoa, miglior dribblatore della Serie A, è il rinforzo richiesto da Spalletti per l’idea del suo 4-2-3-1, con Dzeko punta centrale e Nainggolan a-là Perrotta.

Diego Perotti è vicinissimo alla Roma
Diego Perotti è vicinissimo alla Roma

Il problema, però, è un altro: si chiama Seydou Doumbia. L’attaccante ivoriano, sbarcato a titolo definitivo dal CSKA a Roma lo scorso anno per 16 milioni di euro, è stato rispedito (in prestito) al mittente dopo soli sei mesi. Un simbolo della cattiva gestione del gennaio scorso (con la cessione di Destro e gli acquisti di Ibarbo e Yanga-Mbiwa), ma anche un problema per questa sessione di mercato.

Perotti, infatti, arriverà solamente se partirà Doumbia, con il conseguente sgravo di un ingaggio oneroso. Il piano, però, non è di facile attuazione, dato che l’attaccante ivoriano sta rifiutando ogni destinazione (era vicinissimo al Fenerbahce) per tentare di rinnovare il prestito con il CSKA, che dopo averlo venduto non vuole accollarsi l’acquisto a titolo definitivo.

L’affare Perotti, dunque, si concluderà presumibilmente l’ultimo giorno di mercato. Anche perché la Roma ha già in mano l’accordo con il giocatore e ieri è stato trovato anche quello col Genoa (dove è sbarcato Floro Flores dal Sassuolo). La trattativa, quindi, non è in pericolo, ma Sabatini ha fretta di chiudere. Doumbia permettendo.

X