Top 5 Serie A: i giocatori che hanno sorpreso (in positivo) nel massimo campionato italiano

Top 5 Serie A: i giocatori che hanno sorpreso (in positivo) nel massimo campionato italiano

La Serie A si appresta a vivere la propria 16a giornata, ma in questa prima (quasi) metà di campionato abbiamo avuto modo di vedere sorprese e delusioni. In questo pezzo vogliamo soffermarci su 5 giocatori che hanno sorpreso per impatto e rendimento.

Gaetano Castrovilli

Il centrocampista della Fiorentina, 3 gol e 2 assist in questo scorcio di campionato, ha avuto un impatto straordinario nel massimo campionato italiano. Avrebbe dovuto finire in prestito in giro per l’Italia, in Serie B, in estate, ma Vincenzo Montella, a cui non manca l’occhio per il talento, ha voluto trattenerlo a Firenze. A ragione, viene da dire con il senno di poi. Il centrocampista classe 1997 sta sbocciando tra grandi prestazioni di intelligenza calcistica e straordinaria eleganza, un’eleganza che ammalia e che può far innamorare. Sembra già pronto. Voto rispetto alle aspettative: 8.5.

Gaetano Castrovilli in azione. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Luis Alberto

Il regista avanzato della Lazio, dall’altissimo rendimento (2 gol e 12 assist fin qui) è l’assistman della Serie A e gioca con una consapevolezza importante, di quelle che si intravedono solo nei giocatori di un certo spessore. Il numero 10 della Lazio ha finalmente trovato la propria collocazione in campo e i risultati esaltano sia la propria tecnica che la propria abilità nel prendere le decisioni giuste, oltre l’intuito del suo allenatore. L’estro del centrocampista spagnolo, congiunto al fiuto del gol di quel gran centravanti che è (diventato) Ciro Immobile, sta facendo sognare i tifosi biancocelesti, protagonisti ad oggi di un campionato sorprendente e al di sopra delle aspettative. Voto rispetto alle aspettative: 7.5.

Luis Alberto festante contro l’Udinese. (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

Lorenzo Pellegrini

Il centrocampista romano, autore di 6 assisti nelle 9 partite stagionali, è un po’ l’alter ego capitolino del Luis Alberto appena decantato. Anche il talento giallorosso, classe 1996, ha una predisposizione all’ultimo passaggio e lo ha messo in mostra, sia pur limitato dall’ondata di infortuni che ha travolto Trigoria. Il centrocampista ex-Sassuolo, sempre indicato da Francesco Totti quale erede della romanità e del romanismo in un discorso tanto etereo quanto emozionalmente coinvolgente, ha iniziato ad abbinare quantità alla grande qualità innata, sotto la sapiente mano del mister Paulo Fonseca, e se gli infortuni lo dovessero lasciar stare di qui in avanti, anche l’altro fantasista della capitale farà sognare i propri tifosi. Voto rispetto alle aspettative: 7.5.

Lorenzo Pellegrini, l’assistman giallorosso. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Theo Hernandez

Il terzino rossonero, di gran lunga la nota più positiva della stagione milanista, è anche una delle più piacevoli sorprese del campionato. Autore di 4 gol (tutti su azione) e 1 assist, la cifra tecnica dell’ex terzino di Atletico e Real Madrid è il vero valore aggiunto nella rosa del Milan. Terzino di spinta, Pioli lo adopera come attaccante aggiunto e i risultati stanno pagando: in gol contro il Parma, a segno anche contro il Bologna: le ultime 2 vittorie del Milan portano anche il nome del proprio terzino 22enne, che, per inciso, è il diventato il difensore più veloce di sempre a segnare 4 gol con la maglia del Milan. Voto rispetto alle aspettative: 8.

Theo Hernandez esultante per il gol segnato al Parma. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Romelu Lukaku

Il colosso belga si è ambientato alla Serie A, mettendo a segno la miglior partenza per un debuttante con la maglia dell’Inter sin dal 1948: 10 gol in 13 presenze (che ora sono diventate 10 gol in 15). Il centravanti ex Manchester United ha nella stazza la sua caratteristica più evidente, ad essa abbina una discreta agilità ed una buona velocità, che combinate con il suo innato dinamismo lo rendono un attaccante letteralmente incontenibile. Certamente più incline di Icardi nel giocare con (e per) la squadra, propensione che ha anche esaltato il rendimento di Lautaro Martinez, che con il belga compone una coppia da sogno per i tifosi nerazzurri. Voto rispetto alle aspettative: 8.5.

Romelu Lukaku, già nella storia dell’Inter. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

 

Resta nel vivo dell’azione con la app bwin Sports. Immergiti nella sezione scommesse più ricca e varia in circolazione e naviga a fondo nel nostro menu statistico della sezione Calcio per scegliere velocemente le tue scommesse migliori. Scarica ora

X