Che fine ha fatto Balotelli?

Che fine ha fatto Balotelli?

Da Super a desaparecido nel giro di un paio di mesi: che ne è stato di Mario Balotelli?

Era rinato. Era tornato a segnare gol a raffica. Sembrava in rampa di lancio per reclamare un posto di rilievo nella Nazionale di Gian Piero Ventura.

Poi, il nulla. Di nuovo, verrebbe da dire.

Stavolta ci si è messa la sfortuna, ma è indubbio che per Mario Balotelli l’idea di un rilancio a livello internazionale resti per il momento solo un lontano miraggio.

L’idea di ripartire da una piazza minore come il Nizza e dal meno blasonato dei cinque grandi campionati europei sapeva tanto di ultima occasione per l’ex attaccante di Milan, Liverpool, Manchester City e Inter.

L’avvio era stato più che incoraggiante: 6 gol nelle prime 5 gare in Ligue 1, rossoneri al primo posto e una larga fetta dell’opinione pubblica che a gran voce pretendeva che Ventura concedesse un’altra chance azzurra a  un Mario, ritornato improvvisamente Super.

Il c.t. ha preso tempo, ha preferito dare fiducia prima ai reduci dell’Europeo Pellè-Eder e poi alla coppia nascente Immobile-Belotti e non si può negare che non abbia visto lungo.

bwin_chi_lha_visto
I dati di questa grafica sono aggiornati al 10 dicembre 2016, prima che Balotelli effettuasse il suo ritorno in campo contro il PSG

Balotelli è tornato in campo domenica sera contro il PSG dopo due mesi di infermeria. Il suo score è fermo a 6 reti in campionato, contro le 20 complessive di Belotti (11) e Immobile (9), che in aggiunta hanno combinato 6 gol (3 a testa) nelle ultime due partite di qualificazione dell’Italia a Russia 2018.

Un dato è comunque interessante: con Balotelli abile e arruolato, il Nizza ha viaggiato con una media di 2,5 punti in avvio di campionato, scendendo a 1,8 senza l’attaccante italiano.

Il primo posto è sempre rimasto nelle mani del club della Costa Azzura, ma le inseguitrici Monaco e PSG si sono avvicinate. Ora sarà interessante capire quale impatto avrà il rientro di Balotelli sulle sorti dei rossoneri.

Vincere una Ligue 1 da protagonista potrebbe non essere abbastanza per rilanciare una la carriera, ma sarebbe comunque un ottimo step da cui ripartire la prossima estate, quando con ogni probabilità le strade dell’attaccante e del club francese si separeranno. Dall’altra parte, dimostrare di non riuscire a far la differenza neppure in Ligue 1 relegherebbe definitivamente Super Mario nel calderone della mediocrità e delle promesse mai mantenute: tre anni di fila sotto la doppia cifra di gol segnati sono troppo per qualsiasi attaccante da top club.

Il prossimo impegno del Nizza sarà domenica 18 in casa contro il Dijon: segno 1 quotato 1,55, pareggio a 3,80 e vittoria ospite a 6,00.

https://www.youtube.com/watch?v=Pnu2SWojPn0

X