Top 10 Serie B: i dieci migliori giocatori del campionato cadetto

Top 10 Serie B: i dieci migliori giocatori del campionato cadetto

#10 ANTE BUDIMIR – Crotone

Tutti i numeri di Ante Budimir

Per l’attaccante croato protagonista della promozione del Crotone, 40 presenze, 16 gol (miglior marcatore rossoblu del campionato) e 4 assist. Il 2015/16 è stata la stagione della sua esplosione dopo un lustro passato lontano dai riflettori fra HNL in Croazia e seconda divisione tedesca con il St. Pauli, club dal quale i calabresi lo hanno preso in prestito l’estate scorsa e riscattato a marzo per un milione di euro. È lui il primo colpo di mercato per il Crotone in vista del primo storico campionato di Serie A per il club.

Attaccante mancino, molto forte nel gioco aereo, dall’alto del suo metro e novanta Budimir è stato il totem centrale del tridente di Ivan Juric e per le sue caratteristiche fisiche è stato più volte accostato ai connazionali Mandzukic e Kalinic.

#9 GIANLUCA CAPRARI – Pescara

Classe 1993, prodotto del vivaio giallorosso, prestato al Pescara e riscattato dagli abruzzesi nel giugno 2015 per poco meno di 2 milioni di euro, Caprari ha messo in archivio una stagione da 13 gol e 12 assist in 38 presenze di “stagione regolare”. Ora sogna con i biancoazzurri la finale playoff per puntare poi al ritorno in quella Serie A già assaggiata con la Roma fra 2010 e 2014 (4 presenze complessive per 41′ minuti totali di utilizzo).

Su di lui ha messo gli occhi la Juventus: stando alle ultime voci l’accordo con staff e giocatore (che sarebbe poi girato all’Empoli) sarebbe già cosa fatta. Manca solo l’ufficialità che a questo punto arriverà al termine dei playoff.

#8 DIEGO FARIAS – Cagliari

Per il brasiliano quest’anno 14 reti e 13 assist con la maglia del Cagliari, nonché un apporto determinante per la vittoria dei rossoblu del campionato di Serie B.

Farias la A la conosce bene, avendone calcato i campi già nel 2010/11 con il Chievo Verona e nel 2013/14 con il Sassuolo, prima di passare al Cagliari all’inizio dell’anno scorso e retrocedere con i sardi nel campionato cadetto, nonostante le 6 reti in 29 presenze.

Il club di Giulini ha deciso però di puntare forte sull’attaccante classe 1990, che anche grazie alle ottime prestazioni stagionali si è guadagnato il rinnovo fino al 2020.

#7 NICCOLO’ GIANNETTI – Cagliari

Arrivato in prestito dallo Spezia la scorsa estate e riscattato per 3 milioni di euro, Giannetti ha giocato un ruolo importante per la promozione del Cagliari, portando il suo mattoncino fatto di 9 gol e 8 assist in 29 partite giocate.

Abitualmente usato da ala sinistra, il 25enne rossoblu si è fatto apprezzare in questa stagione grazie alla sua grande visione di gioc e alla capacità di servire sotto porta i compagni.

Il Cagliari ha prolungato il suo contratto fino al 2019 e la prossima sarà la sua terza stagione in assoluto in Serie A, avendo assaporato il palcoscenico del massimo campionato italiano nel nel 2009/10 con il Siena (club nel quale è cresciuto ma con la cui maglia non ha mai esordito in A) e poi con la Juventus (una sola presenza nel 2010/11, contro il Bari).

Per lui anche una presenza con la Nazionale Under 21.

#6 GIANLUCA LAPADULA – Pescara

Gianluca Lapadula, il re del gol della Serie B 2015/16

Se una giuria di esperti dovesse indicare il nome di un solo astro nascente per questa Serie B, il nome prescelto cadrebbe probabilmente quasi all’unanimità su Gianluca Lapadula.

Il 26enne attaccante del Pescara ha chiuso in testa alla classifica cannonieri del campionato cadetto 2015/16 con 27 reti, a cui si vanno ad aggiungere gli 11 assist serviti in 40 presenze, più un gol e un assist nella partita d’andata della semifinale playoff con il Novara (dopodomani la gara di ritorno all’Adriatico, con gli abruzzesi che partono da una quota vittoria di 2,10/1 sul 3,70/1 dei piemontesi).

Le porte della Serie A, comunque vada a finire questa stagione con gli abruzzesi, sono spalancate: Juventus, Genoa e Napoli sono su di lui. Anche il Leicester di Ranieri ci ha fatto più di un pensierino, e lo stesso Lapadula non è sembrato insensibile alla corte dei Foxes: “Amo la Premier. Io e Vardy insieme saremmo come la dinamite”.

Dopo tanto girovagare nelle serie minori (Lega Pro di prima e seconda divisione, una stagione nel massimo campionato sloveno nel 2013/14 con il Gorica e un’annata in Serie A senza mai vedere il campo con il Parma nel 2009/10), l’esplosione definitiva è arrivata la scorsa stagione in Lega Pro con il Teramo e proseguita in B con il Pescara.

Il suo allenatore Massimo Oddo lo vedrebbe bene aggregato alla squadra di Conte quest’estate all’Europeo francese. Per il momento Lapadula dovrà “accontentarsi” di giocare questi playoff con il Pescara in attesa di una chiamata fra i “grandi” dalla prossima stagione.

#5 LUCA MAZZITELLI – Brescia

Ennesimo prodotto delle giovanili giallorosse prestato alla Serie B, Mazzitelli è stato senza dubbio una delle note più liete della stagione delle Rondinelle.

Per lui 5 reti e 6 assist in 36 presenze, e una leadership in mezzo al campo che gli ha permesso di guadagnarsi la fiducia del Sassuolo e del tecnico dell’Under 21 Gigi Di Biagio, che lo ha convocato contro Irlanda e Andorra nel corso delle qualifiazioni all’Europeo di categoria.

Il cartellino del giocatore appartiene da febbraio 2016 al Sassuolo, che con ogni probabilità lo riporterà alla base per la prossima stagione per andare ad aggiungere forze fresche al centrocampo di Di Francesco, in piena sintonia col progetto neroverde di una squadra giovane e italiana.

#4 FEDERICO RICCI – Crotone

Le migliori giocate di Federico Ricci

Dopo tanti giocatori svezzati dal vivaio giallorosso e andati a far le fortune di altre squadre in giro per l’Italia, eccone finalmente uno che quest’estate potrebbe rifare il viaggio verso Trigoria.

Ricci, attaccante esterno classe 1994, è reduce da una stagione al Crotone da 11 gol e 8 assist e spera a questo punto di ripercorrere il tragitto compiuto a suo tempo da Alessandro Florenzi, passato da giovane promessa dei calabresi a punto fermo della Roma e della Nazionale.

Sulle speranze del giocatore non ci sono dubbi: “Sogno la Roma”. Bisognerà vedere se anche le idee di Spalletti e Pallotta saranno le stesse, visto anche che il tecnico giallorosso è al momento discretamente coperto nel ruolo degli esterni d’attacco.

In caso di mancato approdo a Roma, Genoa e Anderlecht sono pronte a lanciarsi sul gioiellino e pare che il club belga sia addirittura pronto a mettere sul banco un’offerta da 10 milioni di euro.

#3 SIMONE RIZZATO – Trapani

Il terzino sinistro del Trapani è uno degli uomini di esperienza su cui Serse Cosmi ha costruito il sogno promozione dei granata (questa sera in campo nella semifinale di ritorno contro lo Spezia con una quota vittoria di 2,20/1 contro il 3,40/1 dei liguri).

Classe 1981, sempre presente nelle 42 gara del campionato 2015/16 con una rete e 6 assist, Rizzato potrebbe toccare il punto più alto della propria carriera a un età a cui molti giocatori decidono di appendere le scarpine al chiodo.

Per lui una carriera quasi ventennale fra Dilettanti, Serie C2, C2 e B, iniziata nel 1998/99 a Fano e proseguita fra Vis Pesaro, Torino, Chievo, Catanzaro, Perugia, Ancona, Reggina. E infine Trapani.

Con gli scaligeri l’unico assaggio di Serie A, fra gennaio e giugno 2005, senza mettere però mai piede in campo.

#2 ALESSANDRO ROSINA – Bari

Il best of 2015/16 di Alessandro Rosina

Non ce ne vogliano i tifosi del Bari, ma uno che in carriera ha messo insieme 167 presenze e 28 gol in Serie A, più 34 gettoni e 5 reti con la Nazionale Under 21 e un’apparizione con quella maggiore, in Serie B è sprecato.

Alessandro Rosina, ribattezzato “Rosinaldo” ai tempi del Torino (per le movenze e la “pettinatura” simili a quelle del Fenomeno brasiliano) è un attaccante e un numero 10 di livello superiore a quello del campionato cadetto, dove in carriera è andato a segno 43 volte in 172 (col Bari quest’anno 9 centri e 14 assist).

I pugliesi hanno abbandonato subito la corsa alla promozione perdendo 4-3 al San Nicola contro il Novara nonostante la doppietta dello stesso Rosina.

A questo punto per l’attaccante classe 1984 le porte della Serie A potrebbero rimanere chiuse anche in prospettiva 2016/17 (ultima volta nel massimo campionato italiano nel 2013/14 con il Siena), a meno che il mercato estivo non porti con sé qualche sorpresa…

#1 VALERIO VERRE – Pescara

Centrocampista centrale classe 1994 cresciuto nella Roma (un altro!), Verre ha esordito in Serie A con la maglia del Siena nel 2012/13 (8 presenze), prima di farsi le ossa in Serie B con Palermo e Perugia, fino all’attuale stagione al Pescara che ne ha decretato la definitiva maturazione.

In questo campionato per lui 31 presenze, un gol e 4 assist, a cui si aggiungono i 4 gettoni con la Nazionale Under 21 di Gigi Di Biagio.

Comunque vadano i playoff con il Pescara il suo futuro prossimo dovrebbe essere all’insegna della Serie A: il giocatore è a fine prestito con gli abruzzesi e in estate tornerà all’Udinese, che potrebbe però venderlo alla Fiorentina di Paulo Sousa. Negli ultimi giorni i viola hanno dimostrato un discreto interesse per il giocatore: per lui si parla di prestito per la stagione 2016/17 con diritto di riscatto.

X