Conviene ai club una grande spesa per un giocatore di livello?

Chi vincerà la Serie A? SCOMMETTI QUI! Chi vincerà la Champions League? SCOMMETTI QUI! Scopri tutte le scommesse

Quando un club, all’inizio del calciomercato, ha a disposizione un budget, ha due modi di spendere quel denaro. E ci sono due scuole di pensiero su come debba essere utilizzato.

Il primo prevede l’utilizzo di tutto il denaro, o di gran parte, per un unico grande acquisto. Il recente trasferimento di Neymar al Psg è un esempio estremo. L’altro è di suddividerlo in più acquisti, a prezzi ovviamente inferiori. Il nostro team ha analizzato le ultime 10 stagioni nei cinque principati campionati europei, per capire quale metodo dà i risultati migliori.

Uno o due grandi acquisti nel calciomercato fanno la differenza

Sicuramente una grande spesa permette ai club di terminare bene la stagione. Nessun dubbio: quasi due terzi delle squadre che hanno impiegato grandi somme di denaro finiscono nelle prime due posizioni, con quasi il 90% nei primi quattro posti. E se un club fa uno o più grandi acquisti che rientrano nella top ten, nella maggior parte dei casi aumentano i loro punti in classifica. Dei club che hanno fallito in un grande acquisto, solo un terzo migliora rispetto alla scorsa stagione.

Una differenza visibile soprattutto nella lotta alla Champions

I club costretti a difendere il posto in Champions League non possono permettersi di starsene fermi durante il calciomercato. Meno della metà dei club in Champions incapaci di mettere a segno un grande acquisto hanno poi mantenuto il loro posto. Sarebbe una strategia troppo rischiosa, che potrebbe non garantire al club di restare allo stesso livello.

L’impatto di un grande acquisto è spesso positivo

Negli ultimi 10 anni ci sono stati 18 giocatori per i quali i club hanno speso più della metà del loro budget, e 14 di questi hanno avuto un grande approccio alla loro prima stagione con la nuova squadra. Il più recente di questi è Sadio Mané, per il quale il Liverpool ha speso più della metà del totale investito. L’ex Southampton, però, ha aiutato gli uomini di Klopp in maniera decisiva, aggiungendo 16 punti in più rispetto all’anno scorso e garantendo il quarto posto. Miglioramento simile per il Marsiglia quando ha comprato Dimitri Payet (+14 punti). Il Liverpool ha certamente imparato la lezione: dopo il passaggio di Suarez al Barcellona, infatti, i Reds hanno investito molti soldi (quasi 127 milioni), la maggior parte dei quali spesi per Adam Lallana. Acquisti che, però, hanno portato un peggioramento di 22 punti.

Certo, un giocatore da solo può portare fino ad un certo limite di punti in più al suo club, ma l’entusiasmo del suo arrivo può coinvolgere tutto il team. In attesa di capire cosa farà Neymar, c’è un precedente che riguarda proprio il Paris Saint Germain ed Angel Di Maria. L’acquisto dell’argentino li ha visti migliorare di ben 13 punti, quindi i parigini sanno quanto un acquisto importante può far impennare i risultati di squadra.

Resta nel vivo dell’azione con la app bwin Sports. Immergiti nella sezione scommesse più ricca e varia in circolazione e naviga a fondo nel nostro menu statistico della sezione Calcio per scegliere velocemente le tue scommesse migliori. Scarica ora.