Ecco perché il Manchester City batterà il Real Madrid

Ecco perché il Manchester City batterà il Real Madrid

La squadra di Pellegrini parte da sfavorita sia per la partita di stasera all’Etihad sia per quanto riguarda il passaggio del turno. Ma più volte in questa Champions ha sovvertito i pronostici, e rispetto ai blancos ha sicuramente molto meno da perdere

Fa bene chi crede che, una volta sfatata la maledizione degli ottavi di finale, il City sia diventata a tutti gli effetti una potenziale candidata per la vittoria della Champions League (quota di 8,50/1).

Per qualità della rosa la squadra di Pellegrini ha poco o nulla da invidiare a Bayern, Real e Atletico. Gli interrogativi maggiori hanno sempre riguardato la solidità mentale e l’abitudine dei Citizens a cimentarsi sul suolo europeo, ma anche in questo caso sembra sia stato fatto un passo avanti decisivo.

L'allenamento dei Citizens
L’allenamento dei Citizens

Il Manchester City si presenta alla sfida d’andata delle semifinali di Champions contro il Real da sfavorita, sia per quanto riguarda la gara di questa sera (vittoria a 3/1 rispetto al 2,40/1 blancos e al 3,50 del pareggio) sia per la qualificazione alla finale, dove le quote sono ancora più sbilanciate: 3,10 contro l’1,35 dei campioni d’Europa 2013.

Non è la prima volta in questa stagione che il City si ritrova nella condizione di dover ribaltare i pronostici e non sarebbe la prima in cui dovesse effettivamente riuscire nell’impresa: nel girone di qualificazione ha conquistato il posto da testa di serie nonostante le due sconfitte contro la Juventus, nei quarti ha mandato a casa il ben più quotato Psg di Zlatan Ibrahimovic, strappando un pareggio al Parco dei Principi e vincendo 1-0 la partita decisiva all’Etihad.

Inoltre è molto probabile che la squadra di Pellegrini giochi con la testa più leggera rispetto al Real Madrid: gli inglesi hanno infatti abbandonato da tempo ogni speranza di vincere la Premier, non hanno scorie e tensioni derivanti dal doppio impegno e comunque vada il doppio confronto con le merengues sanno già di essere alla fine del ciclo di Manuel Pellegrini. La posta in palio per i castigliani è molto più alta, in un finale di stagione che li vede impegnati sul doppio fronte con la rincorsa finale a Barcellona e Atletico in Liga, mentre Zidane si gioca la panchina per l’anno prossimo e Cristiano Ronaldo il proprio futuro nella capitale di Spagna.

X