Champions League, Arsenal-Bayern: i Gunners con le spalle al muro confidano in un Guardiola “all’europea”

Champions League, Arsenal-Bayern: i Gunners con le spalle al muro confidano in un Guardiola “all’europea”

La squadra di Wenger ha già perso le prime due partite del proprio girone e ora si gioca il tutto per tutto all’Emirates contro il Bayern. Sulla carta i bavaresi sono il peggior avversario possibile da incontrare in una situazione simile, anche se…

Scommessa: fate un giro di domande veloci ai trentuno allenatori impegnati in questa edizione di Champions League e chiedete loro chi si sentirebbe di affidare la propria sorte a una gara secca contro il Bayern Monaco.

Nessuno sarebbe probabilmente così avventato da giocarsi tutto contro la corazzata bavarese. Nessuno tranne Arsène Wenger, che per forza di cose si ritroverà stasera di fronte al più classico dei match da dentro-o-fuori contro la squadra di Pep Guardiola.

L’Arsenal ha cominciato malissimo il proprio cammino europeo, perdendo prima in casa contro l’Olympiacos e poi a Zagabria con la Dinamo, compromettendo un calendario che – sulla carta – avrebbe dovuto regalare 6 punti facili.

E invece i Gunners ripartono da zero con il Bayern, in un doppio confronto fra Emirates e Allianz Arena che potrebbe anche estromettere matematicamente i londinesi dalla competizione al termine della prima fase, cosa che non accade addirittura dall’edizione 1999/2000.

L'allenamento del Bayern Monaco all'Emirates
L’allenamento del Bayern Monaco all’Emirates Stadium

Come detto, il Bayern Monaco non è la squadra migliore contro la quale giocarsi le proprie residue fiches, anche se le quote partita non sono poi così ingenerose: vittoria inglese a 3,70, contro il 2,05 dei bavaresi e il 3,60 del pareggio. Contando che è l’Arsenal a giocare in casa è chiaro come la bilancia non penda dalla parte di Sanchez e compagni, ma cifre simili su una vittoria casalinga sono certamente appetitose, anche perché non stiamo parlando di una cenerentola, ma di un club dal blasone europeo di tutto rispetto.

In più, il Bayern di Guardiola in Europa è stato tutto fuorché una macchina perfetta, soprattutto in trasferta. L’anno scorso tanto per citare tre indizi che fanno una prova, fece 0-0 a Donetsk con lo Shakhtar, 3-1 in casa del Porto al do Dragão e 3-0 al Camp Nou contro il Barcellona.

Ecco perché dalle mura amiche dell’Emirates potrebbe partire la riscossa dei Gunners. Ora o mai più. A proposito, se credete nelle possibilità dell’Arsenal, date un occhio anche alle quote relative al passaggio del turno: il 3,50 con qui è quotato l’approdo agli ottavi dei londinesi non è davvero niente male.

X