Ecco perché il Real Madrid vincerà con il Man City

Ecco perché il Real Madrid vincerà con il Man City

Cristiano Ronaldo ha dimostrato contro il Wolfsburg di poter vincere una gara da solo. E la difesa dei Citizens non dà garanzie contro il fenomeno portoghese

Questa sera alle 20.45 a Manchester l’arbitro turco Cakir darà il calcio d’inizio alla 27.esima semifinale della storia del Real Madrid (la sesta di fila). La sfidante delle merengues è il Manchester City dell’ex Manuel Pellegrini, una matricola a questi livelli, con la squadra inglese alla prima volta nelle Top4 d’Europa.

Le merengues hanno un bilancio in queste 27 semifinali di perfetta parità, con 13 eliminazioni e 13 qualificazioni alla finalissima, l’ultima delle quali disputata nel 2014 contro i cugini dell’Atletico. Gli unici due confronti ufficiali tra Citizens e Blancos risalgono alla fase a gironi di Champions 2012-13: il Real si impose 3-2 al Bernabeu, il ritorno a Manchester finì 1-1.

Pellegrini, tecnico del Real nel 2009/10
Pellegrini, tecnico del Real nel 2009/10

Ora analizzeremo i motivi per i quali il Real Madrid passerà il turno. Innanzitutto i blancos hanno una grande occasione: perché è ovvio che – tra le quattro semifinaliste includendo anche Bayern Monaco e Atletico Madrid – il City sia la più abbordabile, soprattutto per i problemi difensivi della squadra di Pellegrini comparati ad uno stratosferico attacco (il migliore della Liga).

Cristiano Ronaldo e compagni, diversamente dal City, si stanno giocando la Liga (-1 dal Barcellona capolista) ma nello stesso tempo faranno di tutto per conquistare la finale. Perché l’occasione per la 11.esima Champions League è davvero ghiotta.

E’ vero che Pellegrini ritrova Kompany, che affiancherà Otamendi in difesa, ma la retroguardia del City è lenta e distratta. Il paradiso, insomma, per CR7 (lasciato a riposo contro il Rayo), Bale e Benzema. Il francese è il più grosso dubbio di formazione per Zidane, dato che è alle prese con un problema al ginocchio; in caso di assenza sarà pronto Jesè.

Una rete di Bale nei 90' è bancata 2/1
Una rete di Bale nei 90′ è bancata 2/1

Il favorito della gara è il Real Madrid, nonostante il fattore campo: le merengues sono quotate da Bwin a 2.40 contro il 3/1 del City. Le statistiche ci dicono che il Real Madrid ha mantenuto la porta inviolata in otto delle ultime dieci partite giocate in Champions, vincendo sei delle ultime sette (l’unico ko con il Wolfsburg all’andata). Il gol è bancato a 1.48, meglio dunque l’Over 2.5 a 1.62.

Ma, discorsi numerici a parte, il Real Madrid passerà il turno perché ha nella propria rosa un fenomeno chiamato Cristiano Ronaldo. Il portoghese ha dimostrato nei quarti di finale come possa decidere una partita completamente da solo, ribaltando la sconfitta dell’andata contro il Wolfsburg con una tripletta.

La sua sfida con Aguero è impari, sia per numeri che per importanza all’interno della partita e dei momenti chiave. CR7 che segna un gol è bancato a 1.90, quota che sale addirittura a 4.50 se giocato come primo marcatore; è assolutamente un’ottima giocata in relazione al rapporto probabilità/quota. Si sale a 5/1 in caso di doppietta, mentre è ottima la “combo” con Ronaldo che segna e il Real che vince, bancata da Bwin a 3.50.

X