Verso Napoli-Real Madrid: Bale scalda i motori

Verso Napoli-Real Madrid: Bale scalda i motori

Cristiano Ronaldo è in dubbio e il gallese, squalificato in Liga, sta concentrando le sue energie per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro la banda di Sarri

Tutte le scommesse per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League tra Napoli e Real Madrid

Eccolo qui, l’uomo in più per il rush finale (si fa per dire, mancano tre mesi alla fine della stagione) per il Real Madrid di Zinedine Zidane: il suo nome è Gareth Bale e – nonostante sia rimasto fermo per tre mesi per l’infortunio alla caviglia rimediato in Champions contro lo Sporting Lisbona – non ha dimenticato come si fa gol.

Lo ha dimostrato fin da subito, dato che ci ha messo 13 minuti per timbrare il cartellino nella gara di campionato contro l’Espanyol. Senza il gallese, in verità, il Real Madrid ha continuato a viaggiare spedito. A dicembre ha vinto la Coppa del mondo per club, in campionato ha vinto sei partire su otto, in Champions ha superato il Napoli nell’andata degli ottavi.

E, in verità, se andiamo a leggere i numeri, da quando è tornato Bale il Real ha vinto contro l’Espanyol, ha perso contro il Valencia e pareggiato 3-3 contro il Las Palmas. Insomma, non proprio un talismano. Ma senza Bale è ovvio che il Real perda molto del suo potenziale offensivo.

Con Ronaldo in netto calo fisico dopo una stagione da 60 partite (e in forse per la sfida di ritorno contro il Napoli), con Benzema e Morata che si tolgono spazio e motivazioni a vicenda, il gallese era (ed è) un punto fisso dei blancos di Zidane: non solo in fase offensiva, ma anche nell’equilibrio di squadra (un dato per tutti, una statistica che sembra più NBA che calcio: Bale effettua un intercetto in partita, uno sproposito se paragonato allo 0,3 di Messi o allo 0,2 di Ronaldo).

Ronaldo e Alvaro Morata, attaccanti del Real Madrid
Ronaldo e Alvaro Morata, attaccanti del Real Madrid

Il tecnico francese avrà così a disposizione un grimaldello, anzi, il grimaldello più efficace d’Europa, per scardinare le difese avversarie e per gettarsi negli spazi che creano le merengues. Importantissimo che l’ex Tottenham abbia subito ritrovato la confidenza con la porta avversaria, perché da qui a maggio per il Real Madrid ci sarà da mantenere il primo posto nella Liga e da andare avanti il più possibile in Champions League (quota di 1.09 per il passaggio del turno contro il Napoli). E probabilmente tra i pochi che non saranno contenti ci sono proprio i tifosi dei partenopei.

X