Torino-Fiorentina: Mazzarri e Montella per consolidare (o salvare) la panchina

Torino-Fiorentina: Mazzarri e Montella per consolidare (o salvare) la panchina

Calcio d’inizio: domenica 8 dicembre, ore 15:00

Stadio: Olimpico Grande Torino, Torino

Torino-Fiorentina è un incontro valido per la 15a giornata di Serie A, che mette a confronto la squadra di Walter Mazzarri a quella di Vincenzo Montella, entrambi reduci da un periodo negativo e desiderosi di prendere i 3 punti per due motivi: rilanciarsi in classifica, ma soprattutto mantenere e consolidare la propria panchina. 

Torino-Fiorentina, una sfida al sapor di riscatto per entrambe le parti

Il Torino, reduce dalla vittoria di misura della settimana scorsa, si trova 10° in classifica con 17 punti, ma è reduce da due mesi nei quali ha racimolato 2 vittorie (contro Genoa e Brescia), 2 pareggi e ben 4 sconfitte. Un ruolino di marcia non esattamente in linea con le aspettative di presidente e tifoseria, ma Urbano Cairo ha sempre confermato la stima e la fiducia nelle capacità tecnico-tattiche di Walter Mazzarri. Certamente, un altro risultato negativo farebbe ripiombare nel limbo delle domande da porsi il numero uno granata, ma l’intenzione della squadra è quella di fare bottino pieno contro un avversario in difficoltà e consolidare il posto in classifica (magari anche migliorandolo, dipenderà dalle altre) e consolidare il posto sulla panchina dell’ex allenatore di Inter, Napoli e Sampdoria (tra le altre). Impresa non facile senza il gallo Belotti, ma necessaria per non essere risucchiati dalla forza centrifuga di quel che potrebbe essere, altrimenti, un campionato anonimo e privo di ambizioni.

La Fiorentina, invece, reduce dalla vittoria in Coppa Italia contro il Cittadella, dovrà affrontare i granata dopo 3 sconfitte consecutive in Serie A: Lecce, Verona e Cagliari. Se si mettono a confronto i risultati dei viola a quelli del Torino, anche i toscani non se la sono passata troppo bene negli ultimi 2 mesi: 2 vittorie, 1 pareggio e ben 4 sconfitte. Per una squadra composta da un tasso tecnico così elevato è senz’altro un periodo di rendimento fortemente negativo, al quale si sommano le assenze per infortunio di Ribery e Pezzella. Dovrà essere bravo Vincenzo Montella nel saper imbrigliare un Toro probabilmente più in salute dal punto di vista psicofisico, ma che sul piano della qualità resta comunque un gradino sotto alla squadra di Rocco Commisso. Una vittoria, inoltre, non solo sarebbe una boccata d’ossigeno per l’ex tecnico del Milan, sul quale hanno già iniziato a circolare le voci di un possibile esonero, ma permetterebbe anche alla Fiorentina di superare in classifica proprio i granata di Torino. Motivo in più per aspettarci una partita intensa e giocata ad alti ritmi, anche senza gli infortunati illustri.

Torino-Fiorentina, le probabili formazioni

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; De Silvestri, Baselli, Rincon, Lukic, Ansaldi; Berenguer, Verdi.

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Ceccherini, Caceres; Lirola, Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Chiesa, Vlahovic.

Torino-Fiorentina, uno sguardo alle quote

Quote che propendono per il Toro: la vittoria dei padroni di casa, infatti, paga 2.35, mentre il pareggio è a 3.20 e la vittoria della Fiorentina è data a 3.00.

Alla luce di quanto detto finora, consigliamo la quota dell’2+Over 2.5, data a 5.00. Il Gol, invece, è dato a 1.75. Chi invece dovesse pensare ad un Toro capace di sfruttare il periodo negativo della squadra di Montella, può trovare interessante il vantaggio dei padroni di casa a fine primo tempo, dato a 3.00.

Resta nel vivo dell’azione con la app bwin Sports. Immergiti nella sezione scommesse più ricca e varia in circolazione e naviga a fondo nel nostro menu statistico della sezione Calcio per scegliere velocemente le tue scommesse migliori. Scarica ora

X