Belgio, Svezia e Irlanda: per l'Italia è un girone

Belgio, Svezia e Irlanda: per l’Italia è un girone “di ferro”

Per gli azzurri è un cammino difficile contro la prima nazionale del ranking FIFA e contro l’incubo Ibra. L’Eire, invece, evoca buoni ricordi. E intanto Conte snobba Balotelli

Fatto il sorteggio per gli Europei 2016. Per l’Italia non è andata benissimo: con il Belgio, numero uno al mondo, con la Svezia di Ibra e l’Irlanda. Un girone di ferro. La partita d’apertura degli azzurri sarà il 13 giugno alle 21 a Lione, proprio con i Diavoli rossi di Wilmots.

L’Italia di Antonio Conte era la mina vagante della seconda urna. Gli azzurri non vogliono mai essere sorteggiati da nessuno, perché, anche se nelle ultime due competizioni continentali hanno fatto male, sono una squadra ostica, imprevedibile, difficile da affrontare.

FBL-EURO-2016-CYP-BEL

Probabilmente è per questo che Michy Batshuayi, gioiellino belga dell’Olympique Marsiglia – e andato in gol nell’amichevole di due mesi fa contro gli azzurri -, ha twittato “Grazie David per l’Italia”. Sì, perchè caso vuole che sa stato David Trezeguet, il giustiziere di Euro 2000, a sorteggiare il gruppo di Antonio Conte con il Belgio.

La squadra di Wilmots è prima nel ranking FIFA. Un traguardo storico per una nazionale che non ha vinto ancora niente nella sua storia. L’avversario che nessuno voleva affrontare, anche perché se si legge il parco attaccanti a disposizione del ct vengono i brividi: Hazard, Mertens, De Bruyne, Lukaku, Batshuayi, Chadli, Origi. E chi più ne ha più ne metta.

In terza fascia non è andata molto meglio, dato che abbiamo pescato la Svezia di Ibrahimovic. Non proprio dolci i ricordi di un accoppiamento con la Svezia nel Girone di un Europeo: era il 2004, infatti, e dopo l’1-1 (con gol di Cassano e proprio di Ibra) la nazionale nordica andò a pareggiare 2-2 contro la Danimarca buttando fuori l’Italia dalla competizione.

FBL-EURO-2016-FRIENDLY-SWE-IRI

La tattica del ct Hamren è molto semplice. Trovare dieci giocatori che riescono a portare acqua per l’estro e il talento di Ibrahimovic. E’ successo così nelle qualificazioni, è successo così negli spareggi (dove l’ex Milan ha vinto praticamente da solo). Bisognerà comunque vedere lo stato di forma di Ibracadabra dopo un’annata dispendiosa al PSG (lo svedese ha comunque 34 anni…).

Infine l’Irlanda. Un delle quattro squadre britanniche a questo Europeo (con Inghilterra, Irlanda del Nord e Galles). La nazionale dei verdi evoca buoni ricordi, invece, all’Europeo del 2012 quando gli azzurri vinsero 2-0 con Mario Balotelli in gol nei minuti finali. Un preludio a quella che sarebbe stata la prestazione più entusiasmante di sempre del rossonero in Nazionale, contro la Germania.

A proposito. Super Mario, dopo i gironi, ha scritto su Instagram: “Non vedo l’ora”. Antonio Conte si è subito affrettato a chiarire le cose: “Non vede l’ora di cosa? Di guardare gli Europei in tv? Io non ho preclusioni, ma per farmi cambiare idea deve dimostrare molto, molto, molto. Ma molto”.

X