Lazio-Fiorentina: mission biancoceleste, dimenticare la scoppola di Verona

Lazio-Fiorentina: mission biancoceleste, dimenticare la scoppola di Verona

Lazio e Fiorentina si sfidano nel mercoledì sera della decima giornata di Serie A. Nonostante le tre sconfitte nelle ultime cinque, la Viola è davanti in classifica. 15 punti contro i 14 biancocelesti, che vengono dalla pesantissima umiliazione al Bentegodi per 4-1 contro l’Hellas Verona. Maurizio Sarri ha enormi problemi difensivi che non riesce ancora a risolvere. Anche se l’Olimpico sarà probabilmente un fattore, contro la Fiorentina potrebbe non bastare considerando anche il fenomeno Vlahovic. Aggiungiamoci la difficile convivenza Luis Alberto-Milinkovic Savic nello scacchiere del tecnico toscano, ed ecco che ne esce un mix esplosivo. Il pronostico di Lazio-Fiorentina.

Quote del: 26/10/2021

Fischio d’inizio: mercoledì 27 ottobre, ore 20.45

Sede: Stadio Olimpico, Roma (Italia)

LAZIO-FIORENTINA
LE QUOTE LIVE

Lazio-Fiorentina, la presentazione

I tifosi biancocelesti si aspettavano decisamente di più da questo inizio di stagione. Due vittorie, due sconfitte e un pareggio sono il magro bottino di Sarri (alla 200° panchina in A) nelle ultime cinque. In più anche il pareggio col Marsiglia in Europa League. La Lazio ha vinto cinque delle ultime sette gare contro la Fiorentina, anche se ha perso la più recente. 2- 0 a maggio con una doppietta di Dusan Vlahovic, che anche mercoledì sarà a guidare l’attacco Viola. Anche se i biancocelesti vengono da tre successi interni consecutivi contro la Fiorentina in Serie A, in questa stagione non hanno mai mantenuto la porta inviolata.

Il maggior problema della Lazio, che ha sempre segnato in casa quest’anno, è ovviamente la tenuta difensiva, ma non solo. Equivoci tattici sono all’ordine del giorno con Sarri. Primo tra tutti, la difficile collocazione di Milinkovic e Luis Alberto contemporaneamente in campo. Se Inzaghi aveva creato un mix perfetto, Sarri ancora non trova il bandolo della matassa, lasciando spesso scoperto il centrocampo e offrendo il fianco alle ripartenze avversarie. I pochi allenamenti, sempre frammentati da soste e turi infrasettimanali, si fanno sentire, ma le premesse erano altre.

I giudizi sulla Fiorentina sono molto influenzati da quanto fatto lo scorso campionato. Data la bruttissima annata 2020/2021, ogni miglioramento viene visto con grandissimo entusiasmo. L’attuale settimo posto in classifica, 15 punti frutto di cinque vittorie e quattro sconfitte, è tutt’altro che da buttare. Vlahovic continua a buttarla dentro in tutti i modi (rigore, punizione, di testa), Nico Gonzales una piacevole scoperta. Aggiungiamoci che Italiano ha finalmente dato un gioco preciso alla squadra, e ne risulta una formazione che se la gioca con tutti.

Il problema della Viola è stato fin qui solo con le squadra blasonate, dove ha quasi sempre perso. Roma, Inter, Napoli: tutte sfide dove la Fiorentina ha perso subendo almeno due gol, anche se uno lo ha sempre segnato. Spicca però il successo 2-1 contro l’Atalanta del Gasp, ma la Dea fatica sempre ad inizio stagione e il risultato non va preso troppo sul serio. Però, in tutte le precedenti tre occasioni in cui la Fiorentina aveva raccolto almeno 15 punti dopo le prime nove gare stagionali di Serie A (2012/13, 2013/14 e 2015/16), ha chiuso il campionato nelle prime cinque posizioni in classifica. La squadra di Italiano ha sì molti meno gol fatto della Lazio (13 contro 19), ma anche meno gol subiti (12 contro 17).

Le probabili formazioni

La Lazio ha gli uomini contato in avanti vista l’indisponibilità di Zaccagni. Pedro-Immobile-Felipe Anderson sarà il trio offensivo, con Luis Alberto ancora destinato alla panchina in favore Milinkovic-Savic e Basic, con Cataldi che potrebbe far rifiatare il brasiliano Lucas Leiva in cabina di regia. Lazzari dovrebbe partite titolare al posto di Marusic con Reina confermato in porta.

Per quanto riguarda la Fiorentina, ancora assente Dragowski, in porta giocherà Terracciano. Odriozola potrebbe tornare ad occupare la fascia al posto di Venuti, con Biraghi dall’altra parte. Bonaventura, Torreira e Duncan il trio di centrocampo (ancora indisponibile Pulgar), nel 4-3-3 di Italiano ci sarà l’immancabile Vlahovic supportato da Saponara e da Nico Gonzales.

Lazio (4-3-3): Reina; Marusic, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Luis Alberto, Cataldi, Basic; Felipe Anderson, Immobile, Pedro. All. Sarri.

Fiorentina (4-3-3): Terracciano; Odriozola, Milenkovic, Quarta, Biraghi; Bonaventura, Torreira, Maleh; Saponara, Vlahovic, Gonzalez. All. Italiano.

Lazio-Fiorentina, quote e pronostico

Pronostico difficile sebbene le quote scommesse sulla serie A premino La Lazio. I biancocelesti arrivano da un bruttissimo KO e potrebbe volersi sfogare contro la Viola, che però ha fame di punti. La tenuta difensiva biancocelete è davvero pessima al momento e dunque dovremmo vedere almeno un gol della Fiorentina. Tuttavia, il trio offensivo laziale è pauroso, Immobile è una macchina da gol che non si ferma mai e sicuramente non sarà facile per Milenkovic e compagni. Diamo il fattore casa come decisivo, e vi consigliamo di puntare sulla vittoria della Lazio col segno gol. Ci immaginiamo anche un Ciro Immobile come colui che aprirà le marcature.

LAZIO-FIORENTINA
LE QUOTE AGGIORNATE

Crediti Immagine: Getty Images

X