Dentro Deulofeu, fuori Niang?

L’ala spagnola dell’Everton è sempre più vicina: una soluzione in più sulla fascia per l’Aeroplanino, una partenza per l’esterno francese?

Una cosa è certa: Gerard Deulofeu in qualche modo arriverà. L’esterno spagnolo è in rotta con l’Everton di Koeman, dove non trova spazio, e la soluzione di un prestito – da capire ancora se con obbligo/diritto/secco – alletta molto Galliani&Co, che da giorni stanno tentando di chiudere l’affare.

E la dirigenza milanista, sia nuova che vecchia, è pronta a scommetterci, così come fece due anni fa con Suso al Liverpool. Gerard è un’ala cresciuta nella Masia che avrebbe dovuto fare le fortune del Barcellona avesse mantenuto anche solo in parte le promesse della carriera giovanile, dove dominava i pari età dal punto di vista atletico e tecnico.

EMPOLI, ITALY - NOVEMBER 26: Saenz Fernandez Suso of AC Milan celebrates after scoring a goal during the Serie A match between Empoli FC and AC Milan at Stadio Carlo Castellani on November 26, 2016 in Empoli, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Dalle prime uscite, anche con la nazionale Under 21 dove è quello che ha segnato più gol nella storia, sembrava potesse essere la risposta catalana a Cristiano Ronaldo. Invece in neanche tre anni è stato scartato da Luis Enrique, Unai Emery e ora Koeman. Il motivo della sua mancata ascesa nonostante il talento naturale risiede in un carattere poco propenso al sacrificio e da una pigrizia mentale che lo porta molto spesso a gigioneggiare per il campo.

Deulofeu è al momento un giocatore veloce con la palla che gioca sulla fascia destra e punta ad arrivare sul fondo per il cross. Per arrivare sul fondo non si fa problemi a puntare e saltare l’avversario diretto. Il problema è che spesso l’ultimo passaggio dello spagnolo è inefficiente e non porta ad una conclusione in porta.

Bisognerà capire se l’acquisto di Deulofeu porterà a una partenza di Mbaye Niang. Il francese, partito benissimo in stagione e con la fiducia di Montella, è scivolato sempre più in fondo nelle gerarchie dell’Aeroplanino, fino ad una comparsata ieri sera contro il Napoli (squadra alla quale aveva segnato due gol all’andata).

I rossoneri comunque, Niang o non Niang, vorrebbero consegnare a Montella la fantasiosa ala spagnola. Un “quid” di improvvisazione anche sull’altra fascia, quella non battuta da Suso, potrebbe essere una soluzione in più per l’Aeroplanino per sbloccare qualche partita chiusa con strappi e accelerazioni che probabilmente in Serie A fanno ancora più la differenza. L’obiettivo, ancora non dichiarato, è la qualificazione alla prossima Champions League: bwin quota l’eventualità a 3.80.

Scritto da

Nato a Milano e cresciuto a pane&pallone fin da bimbo, si è laureato in Lettere e Filosofia con una tesi sul "calcio spezzatino". Ha collaborato per anni in redazioni sportive online e cartacee, fino a sublimare la sua maniacale passione per il calcio e le scommesse unendosi alla banda di Bwin. In mezzo, un anno di migrazione in Sudamerica tra Argentina, Uruguay e Brasile: là dove nascono i veri talenti!

bwin