La Roma non fa sconti: per Salah ci vogliono 50 milioni

L’egiziano, uno dei migliori dell’ultimo biennio, potrebbe essere sacrificato per il fair play finanziario. Piace al Liverpool, ma Monchi è stato chiaro: “Vendiamo alle nostre condizioni”

Dopo l’addio di Spalletti e di Totti, la Roma è già al lavoro per rimanere l’avversaria numero uno della Juventus (lo scudetto 2017-18 è bancato 8/1 da bwin). I rinnovi di De Rossi e Strootman sono lì a dimostrarlo, d’altro canto. Però, come sempre nei piani societari del presidente Pallotta, serve una cessione eccellente che risani il bilancio 2016-17 e che permetta alla Lupa di rispondere alle logiche del fair play finanziario.

Nainggolan ha detto a più riprese che, nonostante le offerte, lui vuole restare (ora la palla passa alla società, che deve adeguargli il contratto), mentre Manolas e Rudiger sono due colonne portanti della difesa sia vecchia che nuova, soprattutto dopo che il ds Monchi ha ribadito che il tedesco è incedibile. L’unica trattativa “aperta”, per stessa ammissione del dirigente spagnolo, è quella per Mohamed Salah.

Un talento indiscusso quello dell’egiziano, che è passato da Firenze per poi trovare la propria dimensione nella capitale, trovando già nella passata stagione un’annata prolifica. 15 le sue reti tra campionato e coppe in 42 partite giocate al suo primo anno in giallorosso, ben 19 in 41 in questa stagione. Un giocatore affidabile a livello fisico come in zona-gol, dove è spesso stato risolutore di tante situazioni complicate.

Insomma, perché la Roma dovrebbe fare a meno di un talento così? Spalletti si affidava molto all’estro e all’imprevedibilità dei suoi esterni, molto liberi di svariare sul fronte per colpire in area. Diverso il discorso per Di Francesco, che preferisce due laterali che si sacrifichino molto nei movimenti e nell’azione corale di squadra.

Ecco perché Salah potrebbe essere “il” sacrificabile. Per ora ha bussato il Liverpool, deciso a puntare dritto verso la conquista della Premier League; i Reds hanno offerto circa 40 milioni, ma la Roma sembra che addirittura ne chieda 50. Monchi è stato chiaro: “Non siamo una squadra che vende. Se qualcuno vuole i nostri gioielli li deve comprare alle nostre condizioni”.

Resta nel vivo dell’azione con la app bwin Sports. Immergiti nella sezione scommesse più ricca e varia in circolazione e naviga a fondo nel nostro menu statistico della sezione Calcio per scegliere velocemente le tue scommesse migliori. Scarica ora.

Scritto da

Nato a Milano e cresciuto a pane&pallone fin da bimbo, si è laureato in Lettere e Filosofia con una tesi sul "calcio spezzatino". Ha collaborato per anni in redazioni sportive online e cartacee, fino a sublimare la sua maniacale passione per il calcio e le scommesse unendosi alla banda di Bwin. In mezzo, un anno di migrazione in Sudamerica tra Argentina, Uruguay e Brasile: là dove nascono i veri talenti!

bwin