Sanremo 2020, Gabbani può davvero fare il bis? Ecco chi ce l'ha fatta prima di lui e le ultimissime sulle quote

Sanremo 2020, Gabbani può davvero fare il bis? Ecco chi ce l’ha fatta prima di lui e le ultimissime sulle quote

Ci siamo: tra poche ore conosceremo il nome del vincitore di Sanremo 2020. Come è normale che sia l’incertezza è massima, perché con l’ingresso del televoto tutto può succedere. Tra gli eventi possibili c’è anche un trionfo-bis di Francesco Gabbani dopo quello di 3 anni fa. Secondo le quote su Sanremo 2020, il toscano è tra i favoritissimi. Andiamo a indagare le ragioni di un possibile bis e anche a curiosare nella storia del Festival…

Gabbani può fare bis (che poi sarebbe tris): ecco perché e le quote

Mentre scriviamo, Francesco Gabbani è il favorito per la vittoria finale a quota 3.00, insieme a Diodato. Il cantautore pugliese è in decisa crescita e favoritissimo per il premio della Critica, grazie a un brano (“Fai rumore”) molto intenso e che mette in evidenza la grande sensibilità della sua voce. Qualora ciò accadesse, sarebbe un po’ più difficile che Diodato trionfasse anche come vincitore assoluto. Solo 3 volte è accaduto che il cantante vincitore del Festival si aggiudicasse anche il premio della critica nella stessa edizione (Giorgia 1995, Cristicchi 2007, Vecchioni 2011).

Sanremo 2020: Diodato vince il premio della Critica –> Quota 1.25

Il toscano invece è tra i favoriti fin dalla prima uscita con il suo “Viceversa”. Come mai? In fin dei conti Gabbani non è né giovanissimo (38 anni da compiere) né un nome storico della musica italiana. Eppure, fin dalla sua comparsa nel 2016 (quando vinse per le nuove proposte) ha dimostrato una grande capacità di interpretare la società di oggi, i suoi tic, le sue ipocrisie, sempre con leggerezza. Così arrivò la vittoria nel 2017 con “Occidentali’s Karma”, grazie a un sapiente mix di ironia e melodie di grande impatto, senza però essere scontate.

Con “Viceversa” Gabbani presenta un lato più intimo, in un brano che tratta d’amore ma sempre in maniera originale e pienamente in linea con i tempi che viviamo. Può vincere? Sicuramente, perché la sua è una proposta musicale che riesce a piacere a diverse categorie di persone ma soprattutto la fascia dai 20 ai 50 anni, in cui rientra la stragrande maggioranza dei consumatori abituali di musica (dunque teoricamente in linea con la composizione della giuria demoscopica, che conta per il 33%).

Tuttavia fare un bis (che sarebbe tris, considerando anche la vittoria tra i giovani) non è cosa così semplice. Andiamo allora a vedere un po’ di dati scavando nella storia del Festival di Sanremo.

Festival di Sanremo: quanti sono i plurivincitori?

Quella attuale è l’edizione numero 70 della kermesse sanremese. Nelle 69 edizioni precedenti si sono avuti 52 vincitori diversi. Considerando solo la vittoria del Festival vero e proprio (dunque non altre categorie come quella dei giovani) sono 12 i plurivincitori. A fare la parte del leone Domenico Modugno e Claudio Villa con 4 successi, seguiti da Iva Zanicchi con 3. Vincere più di un Sanremo era più “semplice” nei primissimi tempi e, diciamo, fino agli anni ’80. C’è poi il caso di Enrico Ruggeri, vincitore nel 1987 in trio con Morandi e Tozzi e nel 1993 come solista. Gli ultimi artisti capaci di far bis sono stati i Matia Bazar, che dopo la vittoria del 1979 riuscirono a ripetersi ben 23 anni dopo, nel 2002! L’unico altro nome che è riuscito ad affermarsi più di una volta nell’ultimo trentennio è quello di Anna Oxa: la bionda interprete pugliese si impose nel 1989 con Fausto Leali e nel 1999 in solitario.

Infine una curiosità. Vincere più volte in pochi anni era, come abbiamo visto, più semplice ai tempi di Nilla Pizzi e Claudio Villa. Un eventuale bis di Gabbani accadrebbe a 3 anni di distanza dal primo trionfo. L’ultimo a riuscirci in un tempo così ristretto è stato Peppino di Capri, nel 1973 e nel 1976. 44 anni fa, per essere precisi.

A ben vedere, dunque, trionfare due volte a Sanremo è tutt’altro che semplice. Ma non è impossibile. In un’annata che non vede “vincitori annunciati” o brani che soverchiano chiaramente tutti gli altri, Gabbani stavolta la può davvero combinare.

Forse può interessarti anche –>

COME FUNZIONA IL SISTEMA DI VOTAZIONI A SANREMO 2020 <—

X