Oscar 2016: caro Leo, questa volta tocca a te!

Oscar 2016: caro Leo, questa volta tocca a te!

Di Caprio sarà dal 14 gennaio nelle sale italiane con Revenant, il nuovo film di Alejandro Inarritu: per l’ex divo di Titanic sarà finalmente l’occasione buona di vincere l’ambita statuetta come miglior attore?

Per quanto la tua vita possa fare schifo, ricordati che hai vinto lo stesso numero di Oscar di Leonardo Di Caprio.

Sul web le prese in giro al 41enne attore hollywoodiano, prima teen idol con Titanic, poi feticcio di Scorsese in un sodalizio partito con Gangs od New York (2002) e proseguito poi per altri cinque, si sprecano.

Per Di Caprio ci sono state fin qui 5 nomination all’Oscar come miglior attore, la prima nel 1993 per Buon compleanno Mr. Grape, l’ultima nel 2013 con lo scorsesiano The Wolf of Wall Street. Ma di vittorie, nemmeno l’ombra. Tanto che negli ultimi anni i meme e gli sfottò sul web si sono esponenzialmente moltiplicati. Come se uno che trascorre la propria vita da milionario fra Hollywood e battaglie ambientali  circondato da biondissime modelle possa avere qualcosa di che rosicare…

Certo, il riconoscimento dell’Academy costituirebbe la definitiva consacrazione per una star che ha dimostrato negli anni di non essere solo un idolo per le teen ager del globo, levandosi di dosso l’etichetta “titanica” di Jack Dawson e facendosi scoprire, e ri-scoprire come interprete a tutto tondo, nonché come uno dei giù grandi attori maschili della propria generazione.

https://twitter.com/Changlorious_/status/681890016906342400

Il 14 gennaio uscirà nelle sale italiane Revenant (da noi ribattezzato Redidivo), epopea di due ore e mezza diretta da Inarritu (premio Oscar 2015 con Birdman) e basata sulla storia vera del cacciatore Hugh Glass.

Per Di Caprio questa potrebbe rappresentare l’occasione buona per portare finalmente a casa l’agognata statuetta, anche perché il buon Leo è dovuto passare attraverso una serie di prove che tanto piacciono a pubblico e critica americana: per esigenze di scena ha stravolto il proprio aspetto fisico (capello lungo e barba incolta), si è fatto ricoprire da migliaia di formiche, ha lavorato per settimane a temperature polari (ammalandosi), ha mangiato fegato crudo di bisonte e ha rischiato più volte di finire in ipotermia.

Tutte cose che tendono a mandare in brodo di giuggiole l’Academy (ricordate l’Oscar a Matthew McCounaghey per Dallas Buyers Club?): la lista dei candidati non è ancora stata comunicata, ma il riconoscimento stavolta sembra davvero dietro l’angolo.

E una volta tanto Di Caprio parte davvero da favorito con una quota di 1,35/1 davanti a Michael Fassbender (Steve Jobs) a 3,20, Eddie Redmayne (The Danish Girl) a 10,00 e Johnny Depp (Black Mass) a 17,00.

X