Valentino Rossi: sliding doors mondiale a Misano

Valentino Rossi: sliding doors mondiale a Misano

Nel Gp di San Marino vince Marquez, mentre il Dottore, quinto, guadagna 11 punti su Lorenzo costretto al ritiro. Ma il pilota italiano si deve comunque mangiare le mani…

Il Gp di San Marino a Misano vede trionfare Marc Marquez, davanti a Bradley Smith e Scott Redding. Valentino Rossi chiude al quinto posto, guadagnando 11 importantissimi punti nella classifica generale su Jorge Lorenzo, caduto e ritiratosi.

Ma in realtà, nonostante detta così sembri una buona conquista, il Dottore deve decisamente mangiarsi le mani: la strategia di rimanere in pista con la moto da bagnato nonostante l’asfalto fosse già asciutto da qualche giro gli ha fatto perdere posizioni e probabilmente la possibilità del podio.

I danni sono stati “contenuti”, ma Lorenzo guarda il codone della moto di Valentino da -23 punti. Un vantaggio, sì, ma non così significativo quando mancano comunque cinque gare alla fine.

Il meteo di Misano ha scombinato tutte le carte in tavola: partiti tutti con gomme da asciutto, i piloti sono tutti spaventati dalla caduta di Redding, che fa capire che la pista, lievemente bagnata, non supporta più i cerchioni montati a inizio gara.

Marc Marquez, quinto successo in questo campionato mondiale
Marc Marquez, quinto successo in questo campionato mondiale

All’ottavo giro i primi tre in classifica, Lorenzo, Marquez e Rossi, provvedono al cambio gomme: con il bagnato i vantaggi si assottigliano e la lotta per la testa della corsa si fa bellissima: prima Marquez, poi Lorenzo, e infine Rossi si porta davanti a tutti.

La pista, però, si asciuga con il passare dei minuti. I piloti con le gomme slick della seconda metà della classifica provvedono al cambio, guadagnando anche fino a 9 secondi su Rossi e compagni di testa. Marquez a dieci giri dal termine torna con gomme da asciutto, mentre Lorenzo e Rossi rientrano rispettivamente due e tre giri dopo il campione del mondo.

Il Dottore si trova in ritardo dal compagno di team, che però è troppo precipitoso nel gettarsi al recupero di Marquez e perde la moto sul posteriore, rovinando a terra e costretto al ritiro. Valentino pian piano recupera e stabilizza i suoi tempi, chiudendo al quinto posto. 23 punti che rimangono – come detto – un buon margine. Ma la stoccata che poteva esserci non c’è stata.

X