Italia-Irlanda, cosa può salvare gli azzurri dalla ventesima sconfitta consecutiva?

Italia-Irlanda, cosa può salvare gli azzurri dalla ventesima sconfitta consecutiva?

Inizio: domenica 24 febbraio, ore 16

Stadio: Olimpico, Roma

Italia-Irlanda, la presentazione

Mentre a Cardiff Galles-Inghilterra rischia di essere una sorta di finale anticipata per capire chi vincerà questo Sei Nazioni, all’Olimpico di Roma va in scena Italia-Irlanda. Gli azzurri cercano disperatamente una vittoria dopo 19 sconfitte consecutive nel torneo, mentre gli irlandesi vogliono provare il recupero in classifica per sperare ancora in uno storico back-to-back.

O’Shea recupera Tebaldi dopo l’infortunio ed opererà 5 cambi rispetto al match perso contro il Galles. Dall’altra parte Joe Schmidt non farà sconti e schiererà la sua formazione migliore, compreso il fuoriclasse Sexton. Ineccepibile, anche perché vincere segnando almeno 4 mete significherebbe ottenere 5 punti e potere ancora sperare in un trionfo-bis. Per questo servirebbe che l’Inghilterra perdesse a Cardiff contro il Galles e che dunque l’Irlanda si andasse a giocare il tutto per tutto proprio a Cardiff all’ultima giornata. Tuttavia l’Inghilterra rimane favorita per la vittoria finale nel Sei Nazioni.

L’Italia invece ha obiettivi molto più umili, ma non per questo meno difficili. Vincere è infatti quasi impossibile, dunque bisognerà salvare – come si suol dire – l’onore. Magari segnando qualche meta, che potrebbe portare qualche punticino anche in caso di sconfitta. In questo senso c’è della fiducia e speriamo tra gli altri in Padovani, che è riuscito ad andare in meta sia contro la Scozia che in Galles.

La formazione dell’Italia:

Italia: Hayward – Padovani, Campagnaro, Morisi, Esposito – Allan, Tebaldi – Mbanda, Steyn, Tuivaiti – Budd, Ruzza – Ferrari, Ghiraldini, Lovotti. A disposizione: Bigi, Traoré, Pasquali, Sisi, Zanni, Palazzani, McKinley, Castello.

Italia-Irlanda, uno sguardo alle quote

Poco da dire sul testa a testa, necessariamente sbilanciatissimo: a 1.01 la vittoria dell’Irlanda, a 11.00 quella dell’Italia e a 51.00 il pareggio.

Tra le quote, quella che attrae un po’ di più è il testa a testa con handicap a fine primo tempo. L’Italia con 13.5 punti di handicap a favore a 1.95 piace, anche guardando all’andamento dei due match precedenti dell’attuale Sei Nazioni. Con la Scozia si era andati al riposo sul 12-3 per gli avversari, mentre contro il Galles il risultato all’intervallo era stato più “close”: 12-7. Puntando sull’Italia in questa modalità, per andare alla cassa gli azzurri possono chiudere il primo tempo perdendo, ma al massimo di 13 punti.

Resta nel vivo dell’azione con la app bwin Sports. Immergiti nella sezione scommesse più ricca e varia in circolazione e naviga a fondo nel nostro menu statistico della sezione Calcio per scegliere velocemente le tue scommesse migliori. Scarica ora

X