Roland Garros 2019, semifinali: Federer-Nadal season 15, episode 39

Roland Garros 2019, semifinali: Federer-Nadal season 15, episode 39

Quando: venerdì 7 giugno, dalle 11:10

Dove: Stade Roland Garros, Parigi (Francia)

Dopo il mercoledì annullato per pioggia, l’edizione 2019 del Roland Garros giunge alle semifinali con match di primissimo livello come il classico Federer-Nadal, ma anche uno scontro a sorpresa come quello tra la Konta e la Vondrousova.

Over 34.5 game totali tra Federer e Nadal @1.95

Un giorno, su questa meravigliosa rivalità qualcuno scriverà un libro. Roger Federer e Rafa Nadal sono due modi estremamente diversi di interpretare il tennis, una differenza di stili per alcuni versi simile a un’altra rivalità epica: quella tra Borg e McEnroe. Tuttavia nemmeno loro avevano portato i rispettivi stili di gioco alla perfezione che hanno raggiunto Roger e Rafa. Non per niente, oggi parliamo di una semifinale Slam da 70 anni complessivi: 37 Federer, 33 appena compiuti Nadal.

Il confronto appare molto sbilanciato dalla parte del maiorchino, e ogni volta che capita ciò ogni appassionato non riesce a capacitarsi di vedere Federer a quote così alte. Il suo successo nella semifinale di oggi paga addirittura 6.00, mentre quello di Rafa appena 1.12.

Il computo totale degli scontri diretti parla a favore di Nadal, che conduce 23-16. Se si guarda solo alle partite su terra battuta, il saldo è ancora più netto in favore dello spagnolo: 13-2. A conforto di Federer e dei “rogeriani” c’è però un dato interessante: Rafa non batte Roger da circa 5 anni e mezzo. Detto in parole sicuramente più convincenti, Roger ha vinto le ultime 6 partite contro Rafa. Certo erano tutte su superficie dura e l’ultima non sarebbe neanche il caso di conteggiarla, visto che la semifinale del Masters 1000 Miami è stata vinta da Federer senza nemmeno scendere in campo (ritiro di Nadal).

Veniamo al punto: l’attuale Federer può battere l’attuale Nadal? Piacerebbe poter dire di sì. Roger ha finora giocato benissimo a Parigi, dove non si presentava dal 2015. Nel derby svizzero con Wawrinka Federer ha offerto uno spettacolo eccellente, ma il Nadal visto a Parigi sembra ingiocabile anche per lui.

Nei cinque turni precedenti Rafa ha servito bene e vinto il 77% di punti con la prima di servizio. Il dato è importante anche se l’eventuale allungarsi del match non spaventa necessariamente più Roger, anche se ha 4 anni in più. Nei match finiti al quinto set i due sono esattamente pari (33) e Roger ha vinto l’ultimo, l’epica finale dell’Australian Open di 2 anni fa.

Qualora Federer riuscisse a mantenere il comando relativo degli scambi allora potremmo assistere a un match più lungo di quanto dicano i pronostici. Puntiamo su questo, non solo come consiglio di scommessa ma anche come auspicio di spettacolo: over 34.5 game totali a 1.95.

Over 22.5 game totali fra Konta e Vondrousova @2.05

Vi raccontavamo l’altro giorno della bella e difficile resurrezione sportiva di Johanna Konta, che infatti è riuscita a guadagnarsi la prima semifinale in uno Slam che l’aveva vista sempre arrendersi al primo turno. Stavolta il compito dell’inglese è di quelli duri: sulla strada verso la finale l’ultimo ostacolo è Marketa Vondrousova.

Si tratta di una diciannovenne ceca, mancina, dal gioco spumeggiante e vario. Ogni paragone con la Navratilova è per adesso severamente vietato (ma anche con la Kvitova, altra top player ceca e mancina). Sicuramente Marketa ha avuto un tabellone non impossibile, ma non dimentichiamo che arrivava a questo torneo da numero 38 al mondo. La ceca non ha perso neanche un set, liquidando nei quarti l’ottima Petra Martic.

Johanna Konta ha invece faticato qualcosa in più, avendo lasciato per strada un set (anche se solo al secondo turno). Con la Stephens si sono confermati gli enormi progressi fatti da Johanna insieme al coach Dimitri Zavialoff. Adesso arriva la Vondrousova che la Konta ha già sconfitto nei quarti a Roma, anche se in un match molto tirato. Ed è proprio quello che ci aspettiamo, infatti la scommessa consigliata è un bell’over 22.5 game totali, a 2.05.

Infine, una curiosità. Nel caso in cui vincesse la Vondrousova e la Anisimova battesse la Barty, avremmo la seconda più giovane finale di sempre al Roland Garros. Vondrousova ha 19 anni e 11 mesi, Anisimova 17 e 9 mesi. L’unica finale più “verde” è quella del 1997 tra Iva Majoli (al tempo 19 anni e 9 mesi) e Martina Hingis (16 anni e 8 mesi).

Resta nel vivo dell’azione con la app bwin Sports. Immergiti nella sezione scommesse più ricca e varia in circolazione e naviga a fondo nel nostro menu statistico della sezione Calcio per scegliere velocemente le tue scommesse migliori. Scarica ora

X