Calciomercato gennaio: chi ha vinto e chi ha perso

Calciomercato gennaio: chi ha vinto e chi ha perso

Anche questa sessione invernale di calciomercato è passata agli archivi. Contrariamente alla maggior parte degli ultimi anni, però, si è avuto qualche colpo a sensazione. Il resto è una serie di movimenti più o meno marginali, oltre a qualche mossa buona per il futuro.

Andiamo allora a vedere quali squadre si sono maggiormente rinforzate, e quali invece hanno deluso le aspettative dei tifosi.

Calciomercato invernale: chi ha vinto, chi ha perso

Innanzitutto partiamo da nomi e numeri. Ecco, in questa infografica, tutti i movimenti conclusi nella finestra invernale di calciomercato:

Chi ha vinto

Si fa presto a dire Milan. L’arrivo di Piatek è l’highlight di questo calciomercato, con tutta la telenovela che comprende anche lo psicodramma-Higuain e il suo lungo addio. Il contemporaneo ingaggio di Paquetà è forse passato più in sordina, ma potenzialmente si tratta di due innesti che potrebbero avere sistemato il reparto offensivo milanista per un buon lustro.

Benissimo anche la Fiorentina, che con l’arrivo di Luisi Muriel sembra aver ridato vigore a tutta la squadra e in particolare al reparto offensivo. Non che il colombiano abbia la bacchetta magica, ma le sue caratteristiche sembrano aver colmato un gap e permesso agli altri compagni di esprimersi al meglio. Per la Viola il calciomercato invernale è stato positivo anche per due colpi di prospettiva, riguardanti i giovani Traorè e Rasmussen dell’Empoli, lasciati per il momento ai corregionali ma che a giugno vestiranno gigliato.

Non dispiace nemmeno la campagna del Cagliari, innanzitutto perché riesce a trattenere Barella (e non era facile). Poi alla corte di Maran arrivano il talento girovago di Birsa e due terzini, uno d’esperienza (Cacciatore) e uno di belle speranze (Pezzella). In attacco i sardi perdono Farias e Sau, e non è necessariamente una brutta notizia.

Se contano gli acquisti di prospettiva, va considerata positiva anche la sessione di Inter e Juventus, che si sono assicurati per giugno pezzi importanti come Godin e Ramsey. Per i bianconeri, però, c’è dell’altro e lo vedremo tra poco.

Discreta sessione per il Parma, che trova l’esperto Kucka e una giovane promessa molto ambita come Schiappacasse, e per il Frosinone: i ciociari ci stanno provando in tutti i modi

Infine una menzione per il Genoa. Se è vero che si è privata di pezzi pregiati come Piatek e anche Romulo, è altrettanto vero che i rimpiazzi lasciano ben sperare, a partire da Sanabria che ha timbrato all’esordio. E, cosa fondamentale, lasciano un attivo di circa 25 milioni nelle casse rossoblu.

Chi ha perso

Ecco, se il colpo-Ramsey è eccellente per la Juventus della prossima stagione, lasciano parecchi dubbi le operazioni concluse in difesa. Benatia si può anche far partire, se era ciò che desiderava e il prezzo incassato è così alto. Caceres come rimpiazzo può anche andar bene, considerando che conosce già l’ambiente. Però nel frattempo si è rotto Bonucci e Chiellini è fermo precauzionalmente fino a metà febbraio. Con il Parma la coppia Rugani-Caceres potrebbe anche bastare, ma davvero vogliamo rischiare di presentarci così in Champions?

L’altra squadra italiana superstite in Champions League non si è propriamente distinta per operazioni brillanti. Anzi, non si è vista proprio. E dire che alla Roma qualche rinforzo servirebbe…

Sul mercato invernale del Napoli non c’erano grandissime aspettative, anche perché la fuoriuscita dalla Champions non lasciava immaginare nulla di clamoroso. Certo, però, con lo zero alla voce arrivi e Rog alla voce partenze non si poteva suscitare grande entusiasmo nella piazza.

Tra le altre maluccio il Sassuolo, che ha dovuto lasciare andare Boateng ma senza un sostituto all’altezza. In difesa è interessante l’operazione Demiral.

Al Bologna servivano rinforzi e qualcosa è arrivato: basteranno Sansone e Soriano per uscire dalle sabbie mobili del terzultimo posto?

Male, anzi malissimo il Chievo. Una squadra che vuole salvarsi non si priva di Birsa, Radovanovic e Cacciatore. Non saranno Didì, Vavà e Pelè ma almeno potevano aiutare i butei a rincorrere una salvezza complicatissima eppure ancora possibile.

Le scommesse sul calciomercato su bwin hanno delle quote imperdibili! Vai a darci un’occhiata!

Resta nel vivo dell’azione con la app bwin Sports. Immergiti nella sezione scommesse più ricca e varia in circolazione e naviga a fondo nel nostro menu statistico della sezione Calcio per scegliere velocemente le tue scommesse migliori. Scarica ora

X