Inter-Barcellona, nerazzurri a San Siro con gli occhi della tigre: Lautaro sfida Messi

Inter-Barcellona, nerazzurri a San Siro con gli occhi della tigre: Lautaro sfida Messi

Quote del: 06/12/2019

Inizio: martedì 10 dicembre, ore 21:00

Stadio: San Siro, Milano

Inter-Barcellona chiude con Borussia Dortmund-Slavia Praga il gruppo F della Champions League: i catalani già qualificati scendono in campo a San Siro contro i nerazzurri, che devono vincere per mantenere il vantaggio minimo sul Dortmund. Conquistare i tre punti significherebbe tornare agli ottavi della competizione dopo ben otto anni.

Inter-Barcellona, la presentazione

L’Inter di Antonio Conte si prepara a chiudere la sua avventura nel girone F della Champions League 2019/2020 dove è iniziata, sul terreno amico di San Siro. Allora, era il 17 settembre, i nerazzurri iniziarono con il piede sbagliato contro lo Slavia Praga, trovando il pari solo all’ultimo minuto con Barella. Con il passare delle settimane, però, la Beneamata è cresciuta in ritmo e risultati, e se questi in campionato si sono tradotti in uno splendido testa a testa con la Juventus – sorpassata nell’ultimo turno – in Champions hanno portato a decidere tutto negli ultimi 90 minuti.

Sarà infatti proprio contro il Barcellona già qualificato che l’Inter concluderà il girone: a pari punti con il Borussia Dortmund, impegnato in casa con lo Slavia Praga fanalino di coda, i nerazzurri hanno un leggero quanto fondamentale vantaggio nei confronti dei tedeschi che li rende padroni del proprio destino. In caso di arrivo a pari punti, infatti, sarebbero Lukaku e compagni a passare per via della differenza reti negli scontri diretti favorevole. Battendo i blaugrana l’Inter centrerebbe la qualificazione agli ottavi di Champions, traguardo che manca da ben 8 stagioni.

Sarà comunque tutt’altro che semplice. Perché se è vero che il Barcellona è già qualificato, e non dovrebbe avere enormi motivazioni, è altrettanto vero il fatto che si parla pur sempre di una squadra che non scende mai in campo battuta e in possesso di campioni di un livello così alto da poter fare male in qualunque momento. Sarà fondamentale l’approccio mentale alla sfida da parte dell’Inter, legata ai blaugrana anche da discorsi di mercato riguardanti Arturo Vidal e un possibile interesse dei catalani nei confronti di Lautaro Martinez, che al cospetto di Sua Maestà Messi vorrà certamente dare il massimo.

I precedenti

Sono 47 i precedenti dell’Inter nelle coppe internazionali contro squadre spagnole, da sempre indigeste ai nerazzurri che hanno incassato un totale di 20 sconfitte a fronte di 14 vittorie e 13 pareggi. Ancora peggio se si guarda ai precedenti con il Barcellona in Champions League: in 9 confronti l’Inter ha vinto in una sola occasione, rimediando 3 pareggi e 5 sconfitte. A queste si possono aggiungere 4 gare in Coppa delle Fiere, anche in questo caso con bilancio sfavorevole: una vittoria, un pari e due sconfitte.

A una delle sconfitte è però legato uno dei ricordi migliori, quello del Triplete: nel 2009/2010 l’Inter di José Mourinho, dopo aver centrato la prima vittoria nella storia contro i blaugrana per 3-1 all’andata, fu capace di contenere i danni perdendo soltanto 1-0 nel ritorno delle semifinali di Champions League al Camp Nou, risultato che aprì la strada verso la finale poi vinta contro il Bayern Monaco.

Sono infine numerosi i giocatori che hanno indossato le maglie di entrambe le squadre: Luis Figo, Thiago Motta, il Fenomeno Ronaldo, Maxwell, Coutinho, Samuel Eto’o e Zlatan Ibrahimovic, Laurent Blanc e Edgar Davids, Ricardo Quaresma. Un legame che potrebbe ripetersi anche in futuro, almeno secondo le ultime voci di mercato che vogliono i catalani fortemente interessati a Lautaro Martinez e Arturo Vidal in partenza verso Milano a gennaio.

Inter-Barcellona, uno sguardo alle quote

Nonostante nelle quote legate alla Champions League un abisso separi Barcellona e Inter – quotate per la vittoria finale rispettivamente a 7.00 e 51.00 – per quanto riguarda la gara che chiuderà il girone F la sensazione dei bookmakers è che le maggiori motivazioni dei padroni di casa potranno fare la differenza nella “partita dela vita”: il segno 1 è quotato 1.65, con X a 4.10 e 2 a 4.60.

La particolare natura della sfida, dove il fattore nervoso conterà moltissimo, potrebbe portare a un numero di gol insolitamente basso visto il talento in campo: l’Under 2,5 a 2.30 è un’opzione, abbinato al segno 1  si trasforma nella nostra scommessa consigliata e raggiunge la ragguardevole quota di 4.75. Chi non crede nei nerazzurri può invece valutare il 2 con Handicap 0:1 a 2.20.

Resta nel vivo dell’azione con la app bwin Sports. Immergiti nella sezione scommesse più ricca e varia in circolazione e naviga a fondo nel nostro menu statistico della sezione Calcio per scegliere velocemente le tue scommesse migliori. Scarica ora

X