Verona-Lecce, Liverani chiede concretezza ai suoi contro il pragmatico Hellas di Juric

Verona-Lecce, Liverani chiede concretezza ai suoi contro il pragmatico Hellas di Juric

Quote del: 22/01/2020

Calcio d’inizio: domenica 26 gennaio 2020, ore 15:00

Stadio: Marcantonio Bentegodi, Verona

Verona-Lecce è una delle sfide più interessanti proposte dalla 21esima giornata di Serie A. Di fronte i padroni di casa, in serie utile da 4 giornate e in una comoda posizione di metà classifica, e gli ospiti che invece hanno interrotto una lunga crisi di risultati con il bel pareggio ottenuto contro l’Inter e che devono allontanarsi dalla zona retrocessione.

Verona-Lecce, la presentazione

Insieme a Brescia parte del trio di neopromosse in Serie A al termine della scorsa stagione, Verona e Lecce sono due squadre profondamente diverse per stile di gioco e separate in classifica da ben 10 punti. A quota 26 troviamo infatti gli scaligeri, capaci addirittura di occupare la zona sinistra della classifica grazie a una difesa di ferro – la quarta di tutto il campionato a pari merito con la Roma, 22 le reti incassate in 19 gare – e a una continuità di risultati invidiabile, che ha permesso alla banda di Juric di restare costantemente lontana dagli ultimi tre posti che significano retrocessione.

Discorso diverso per il Lecce, che pur disputando un torneo nettamente al di sopra delle aspettative occupano il quart’ultimo posto, l’ultimo valido per la salvezza. Appena un punto separa i salentini dalla SPAL, 18esima e in ripresa, una situazione che non può far dormire sonni tranquilli a una squadra che comunque merita rispetto: considerata la squadra più debole della A a inizio campionato, la banda guidata da Fabio Liverani si è distinta per coraggio e ricerca del gioco, andando a prendersi punti preziosi contro le big grazie alla propria intraprendenza ma fallendo negli scontri diretti contro avversari decisamente più smaliziati.

Juric contro Liverani, sciabola contro fioretto

È proprio su questa mancanza di malizia ed esperienza che il tecnico giallorosso lavorerà in vista del girone di ritorno, con l’obiettivo di centrare una salvezza che visti i mezzi a disposizione sarebbe un piccolo miracolo e che dato il gioco espresso sarebbe più che meritata. Nel calcio però contano i risultati, e in questo senso il Lecce affronta un Verona che del pragmatismo e della concretezza è un esempio: in serie utile da 4 giornate, gli scaligeri cercano al Bentegodi un successo che addirittura potrebbe proiettarli in discorsi riguardanti l’Europa.

Dal canto loro i pugliesi devono cominciare a far vedere sul campo di essere capaci di mettere da parte il fioretto, utilizzando la sciabola quando la situazione lo richiede. Un buon risultato a Verona, campo dove tutti hanno faticato, rappresenterebbe un messaggio davvero importante nei confronti della concorrenza e potrebbe regalare alla squadra quella convinzione nei propri mezzi fondamentale per la permanenza in massima serie. Fare la partita sempre, senza mai rinunciare al gioco, è importante: prendersi i punti al fischio finale, però, può fare la differenza in chiave salvezza.

I precedenti in Serie A

13 le sfide andate in scena in massima serie tra Verona e Lecce e bilancio che dopo la gara di andata in Puglia – vinta 1-0 dagli scaligeri con gol di Pessina – risulta in perfetta parità: 4 vittorie per parte e 5 pareggi, l’ultimo registrato durante la stagione 2001/2002 che si concluse con la retrocessione di entrambe le squadre. La prima sfida risale invece alla prima giornata della Serie A 1985/1986, con il Lecce all’esordio assoluto in massima serie capace di pareggiare 2-2 in casa del Verona campione d’Italia in carica: prima Nobile e poi Paciocco annullarono il doppio vantaggio scaligero firmato prima da Elkjaer Larsen e poi da Di Gennaro.

Verona-Lecce, le probabili formazioni

Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Miguel Veloso, Amrabat, Lazovic; Pessina, Verre; Pazzini.

Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Donati, Lucioni, Rossettini, Dell’Orco; Petriccione, Tachtsidis, Majer; Mancosu; Falco, Babacar.

Uno sguardo alle quote

Le quote sulle scommesse della 21esima giornata di Serie A presentano numerose gare equilibrate e su cui è difficile sbilanciarsi, e in questo senso Verona-Lecce non fa eccezione. Vero è che sull’esito finale i bookmaker sembrano avere pochi dubbi – 1 a 1.67, X a 3.80 e 2 a 4.75 – ma le quote restano comunque alte considerando la differenza in classifica tra le due squadre e il fattore campo.

Favorito ovviamente l’Hellas di Juric, che potrebbe domare uno degli attacchi più deboli del torneo e spuntarla di misura: per questo è possibile alzare la quota sulla vittoria scaligera a 2.50 (1+Under 3,5) e addirittura a 4.25 puntando sul successo dei padroni di casa contemporaneamente all’Under 2,5. Chi crede in un Lecce finalmente concreto e determinato a prendersi punti anche in trasferta, puntando magari sulla rilassatezza di un Verona fin troppo tranquillo, può invece valutare la Doppia Chance X2 a 2.15.

Resta nel vivo dell’azione con la app bwin Sports. Immergiti nella sezione scommesse più ricca e varia in circolazione e naviga a fondo nel nostro menu statistico della sezione Calcio per scegliere velocemente le tue scommesse migliori. Scarica ora

X