GP Spagna: Ferrari a secco dal 2013, il favorito è sempre Hamilton

GP Spagna: Ferrari a secco dal 2013, il favorito è sempre Hamilton

Semaforo verde: domenica 9 maggio, ore 15

Circuito: Circuito di Catalogna di Montmelò

TV: Sky Sport F1, Sky Sport Uno, NOW TV e TV8

GP Spagna: Hamilton-Verstappen già in fuga

Il GP Spagna, che si corre sul circuito di Montmelò, è la quinta prova del campionato mondiale di Formula 1 2020/2021. Dopo quattro gare, i due in testa alla classifica hanno già fatto il vuoto: Lewis Hamilton è primo a 69 punti, davanti a Max Verstappen che insegue a 8 lunghezze. Resiste sul podio virtuale Lando Norris, che però di punti ne ha 37, quasi la metà rispetto al pluricampione del mondo britannico. Ferrari in difficoltà: l’ultima vittoria in Spagna è datata 2013, quando a imporsi fu Fernando Alonso.

Partiamo proprio dalle Rosse, che in questo primo scorcio di stagione non hanno fatto vedere granché. Difficilmente la musica cambierà nel Gran Premio di Spagna, visto che l’aggiornamento più atteso alla vettura, il nuovo fondo modificato, non sarà portato a Barcellona: il circuito non si sposa bene con le sue caratteristiche. Qualche modifica ci sarà, come l’aggiornamento all’estrattore posteriore e una regolazione differente della sospensione posteriore, ma è utopistico pensare che questi dettagli possano limare considerevolmente lo svantaggio nei confronti di Mercedes e Red Bull.

Con ogni probabilità, dunque, vedremo ancora Lewis Hamilton e Max Verstappen sfidarsi per il gradino più alto del podio, con la variabile Valtteri Bottas pronta a sparigliare le carte. Il finlandese sembra essere tornato sui livelli dell’anno scorso, quando in diverse gare ha strappato pole (e vittoria) al più quotato compagno di squadra. Più defilata la McLaren di Lando Norris, a cui evidentemente manca ancora più di qualcosa per poter dare veramente fastidio ai piloti di punta. Il resto, per la tristezza degli appassionati di Formula 1, al momento è pur contorno: non si intravedono macchine o piloti capaci di spezzare l’egemonia di Mercedes e Red Bull, salvo eventi imprevedibili.

Caratteristiche e record del GP Spagna

Il GP di Spagna è un buon banco di prova per capire a che punto è lo sviluppo delle vetture, e non a caso il circuito di Montmelò è stato a lungo usato come test prima dell’inizio della stagione. Il tracciato misura 4,675 chilometri, che i piloti dovranno percorrere per 66 volte. Il GP di Barcellona è un bel mix tra accelerazioni, curve lente e veloci e possibilità di sorpasso, soprattutto in prossimità della curva numero 1.

Michael Schumacher è il pilota che ha vinto più volte il GP di Spagna nella storia della Formula 1, ben 6. Dietro di lui, l’erede spirituale Lewis Hamilton è pronto ad agganciare il Kaiser, visto che è a quota 5. Nessuno con 4 successi, mentre a quota 3 ci sono solo piloti del passato come Hakkinen, Prost, Mansell e Stewart. Per 12 volte ha trionfato la Ferrari, davanti alle 8 di McLaren e alle 7 di Williams.

Mondiale F1, la classifica piloti

Comanda sempre Lewis Hamilton, davanti a Verstappen e a Norris:

  1. Hamilton 69 punti
  2. Verstappen 61
  3. Norris 37
  4. Bottas 32
  5. Leclerc 28
  6. Perez 22
  7. Ricciardo 16
  8. Sainz Jr 14
  9. Ocon 8
  10. Gasly 7

Le quote del GP Spagna

Arriviamo così alle scommesse sulla Formula 1, con il duo di favoriti Hamilton-Verstappen: il primo a 2,05, il secondo a 2,35. Dietro di loro Bottas a 7,50, ma il quarto favorito non è Norris (che paga addirittura 31), bensì Perez a 10. Poi c’è la Ferrari di Leclerc a 41, davanti a Sainz Jr a 51.

QUOTE
GP SPAGNA

Crediti imagine: Getty Images

X