Juventus, Dybala ti può portare molto in alto

Juventus, Dybala ti può portare molto in alto

Con il rinnovo fino al 2022 sarà lui l’uomo immagine della Vecchia Signora nei prossimi anni: il primo passo è la finale di Champions League contro il Real Madrid

Ormai due stagioni di Juventus lo hanno consacrato: Paulo Dybala è uno dei giovani giocatori più forti del mondo. Alla sua età, 24 anni, solamente il belga Romelu Lukaku e l’inglese Harry Kane hanno segnato più di lui nei campionati più importanti d’Europa.

Un dato da tenere in considerazione è che sia Lukaku che Kane militano da almeno tre stagioni nella stessa squadra, rispettivamente l’Everton e il Tottenham, due ottime realtà di Premier League, ma che si sono potute “permettere” di puntare incondizionatamente su di loro.

Dybala, invece, ha dovuto superare il trasferimento lo scorso anno da una piazza come quella di Palermo alla squadra vicecampione d’Europa. E – dai numeri – si evince che il processo non è stato così traumatico: 19 gol in primo anno (23 in totale in stagione), record in Serie A, mentre quest’anno ne ha messi a segno altri 8 (14 totali).

Sembrava un investimento costosissimo per molti tifosi, anche bianconeri (32 milioni più 8 di bonus), ma – alla luce delle cifre che ora stanno circolando in giro – si è trasformato in un affare senza precedenti. Se si mettono a confronto le prestazioni e le percentuali di gol/punti che ha portato alla Juventus Dybala contro – ad esempio – Martial al Manchester United o Sterling al Manchester City, la sfida è vinta in partenza dall’argentino.

Raheem Sterling, pagato 63 milioni dal Man City
Raheem Sterling, pagato 63 milioni dal Man City

La Juventus, grazie alla sua sorprendente maturità e alla sua capacità di prendere in mano la squadra, ne ha fatto il suo leader tecnico fin dal principio. Nel 4-2-3-1 di Allegri è l’ex Palermo che orchestra la manovra offensiva, con Higuain centravanti e Mandzukic e Cuadrado (o Dani Alves) ai suoi lati.

Le recenti affermazioni della dirigenza del Barcellona, che prima e dopo i quarti di finale di Champions League (dove peraltro l’argentino ha “distrutto” i blaugrana) ha confermato l’interesse per la Joya, non possono che inorgoglire la Juventus, portandola a blindare al più presto il contratto del loro fenomeno argentino. Rinnovo fino al 2022 a 7 milioni l’anno; chi vuole la Joya deve preparare una cifra stratosferica.

Adesso, dopo la Coppa Italia e lo Scudetto, l’obiettivo della Juventus di Dybala è la finalissima di Cardiff, dove si giocherà la Champions League contro il Real Madrid di Zidane.

X