Brescia-Verona, Juric chiede uno sforzo ai suoi per sognare l'Europa

Brescia-Verona, Juric chiede uno sforzo ai suoi per sognare l’Europa

Sarà Brescia-Verona la gara che deciderà quale senso potrà avere il finale di campionato per gli ospiti, che al termine di una stagione al di sopra delle aspettative possono ancora inseguire il sogno europeo. Ai lombardi ormai quasi condannati non resta che sperare in un miracolo ormai quasi impossibile.

Quote del: 4/7/2020

Calcio d’inizio: domenica 5 luglio 2020, ore 19:30

Stadio: Mario Rigamonti, Brescia

Brescia-Verona, la presentazione

Nelle considerazioni degli addetti ai lavori, Brescia e Verona venivano entrambe inserite nel novero delle squadre che avrebbero dovuto faticare per restare a galla in Serie A. Ragionamento ineccepibile, considerando che le due neopromosse si presentavano ai nastri di partenza con tante incognite e ben poche certezze. Giornata dopo giornata il campionato ci ha raccontato due storie diametralmente diverse: il Brescia, che pure poteva contare sul talento di Tonali e sperava nel rilancio di Balotelli, è sprofondato quasi da subito in fondo alla classifica senza più riuscire a risalire la corrente, perdendosi in avvicendamenti tecnici e polemiche interne.

Il Verona, viceversa, si è imposto da subito come una delle più belle sorprese del torneo – forse la più bella in assoluto – incamerando punti grazie a corsa, grinta e geometrie: punti che hanno di fatto aumentato la fiducia di una squadra forse non così forte sulla carta ma che di partita in partita ha scoperto di avere alcune certezze in rosa: Rrahmani, Kumbulla, Amrabat, l’esperienza dei rinati Miguel Veloso e Lazovic, la bravura di un tecnico come Juric, allievo di Gasperini bravo a rilanciarsi dopo un’esperienza al Genoa che con il senno di poi non è andata bene più per colpe altrui.

Con la Serie A 2019/2020 arrivata nella sua parte finale Brescia e Verona si trovano di fronte al Rigamonti in una gara che può influenzare enormemente il loro futuro prossimo. I lombardi in fondo sono distanti appena 8 punti dalla salvezza, e con una zona retrocessione quasi immobile potrebbero ancora sperare se non fosse per la sensazione che manchino proprio i mezzi tecnici per farlo; gli scaligeri invece sognano l’Europa e ne hanno ben donde, dato che big come Milan e Napoli sono distanti rispettivamente uno e tre punti. I tre punti in palio sono dunque preziosissimi per entrambi i club, con l’Hellas che vantando 24 punti in più degli avversari parte come ovvia favorita.

I precedenti in Serie A

Nei 9 precedenti tra Brescia e Verona i lombardi si sono imposti in una sola occasione, l’1-0 del 2001 firmato da Roberto Baggio. Per il resto 4 pari e 4 successi degli scaligeri, compreso quello dell’andata arrivato per 2-1 con le reti gialloblù di Salcedo e Pessina e gol della bandiera dei lombardi firmata da Mario Balotelli.

Udinese-Genoa, le probabili formazioni

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Papetti, Mateju, Semprini; Bjarnason, Tonali, Dessena; Zmrhal; Torregrossa, Al. Donnarumma.

Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Dawidowicz, Gunter; Faraoni, Ambrabat, Miguel Veloso, Lazovic; Verre, Pessina; Di Carmine.

La classifica della Serie A

  1. Juventus 72
  2. Lazio 68
  3. Inter 64
  4. Atalanta 60
  5. Roma 48
  6. Napoli 45
  7. Milan 43
  8. Verona 42
  9. Cagliari 39
  10. Parma 39
  11. Bologna 38
  12. Sassuolo 37
  13. Fiorentina 31
  14. Udinese 31
  15. Torino 31
  16. Sampdoria 29
  17. Genoa 26
  18. Lecce 25
  19. SPAL 19
  20. Brescia 18

 

Uno sguardo alle quote

Nelle 3,75.

Chi teme che un Brescia ormai senza più motivazioni possa concedere comunque troppo agli avversari può allora valutare il successo dell’Hellas “a zero”, quotato 1,87.

Brescia-Verona, tutte le quote

X