Verona-Lazio: Tudor contro Sarri è sfida impari, ma sarà davvero così?

Verona-Lazio: Tudor contro Sarri è sfida impari, ma sarà davvero così?

Allo Stadio Bentegodi di Verona va in scena Hellas Verona-Lazio, sfida della nona giornata di Serie A. Squadre dalle ambizioni molto differenti, nelle ultime cinque giornate hanno ottenuto gli stessi risultati (due vittorie, due pareggi e una sconfitta). A parte il Derby, però, i biancocelesti divertono e si divertono, ma palesano limiti ovvi per una squadra in costruzione e co giocatori non proprio adatti al 4-3-3 sarriano. Verona con Tudor al posto di Di Fra, e la differenza si sta vedendo. Ecco i nostri consigli per questa partita di campionato.

Quote del: 22/10/2021

Fischio d’inizio: domenica 24 ottobre, ore 15.00

Sede: Stadio Bentegodi, Verona (Italia)

VERONA-LAZIO
TUTTE LE QUOTE LIVE

Verona-Lazio, la presentazione

Iniziamo dal Verona, che ha cambiato da poco allenatore affidandosi all’ex Juventus Igor Tudor dopo la terribile esperienza Di Francesco (al terzo esonero consecutivo ad inizio campionato, non bene). Nell’ultima sfida è arrivata una sconfitta col Milan (3-2 il risultato a San Siro) anche se i veronesi non hanno di certo demeritato.

Nelle ultime cinque partite, oltre al Milan, sono sono arrivate due vittorie (Roma e Spezia), due pareggi (Salernitana e Genoa) e in queste partite l’Hellas ha sempre segnato almeno due gol. Questo dimostra che il Verona, soprattutto al Bentegodi, può competere con chiunque e dare del filo da torcere a squadra ben più blasonate. Realisticamente la formazione di Tudor può ambire a ben più della salvezza, nonostante una campagna acquisti deficitaria ed un progetto tecnico latitante.

Il nuovo tecnico è anche stato in grado di revitalizzare alcuni giocatori. Da quando è arrivato Igor Tudor sulla panchina del Verona (14 settembre), solo Musa Barrow (sei) ha partecipato a più gol in Serie A di Gianluca Caprari (cinque, grazie a tre reti e due assist). Verosimilmente il Verona può sicuramente segnare qualche gol nella partita di domenica. Da considerare anche che dopo aver vinto quattro delle prime sei partite degli anni 2000 contro la Lazio in Serie A, il Verona ha ottenuto un solo successo nelle ultime 11 contro i biancocelesti nel massimo campionato, con tre pareggi e sette sconfitte nel parziale.

Passiamo ora alla Lazio, la squadra che noi diamo per favorita nonostante giochi in trasferta. Ieri sera è arrivato il pareggio 0-0 all’Olimpico contro il Marsiglia nella terza giornata della fase a gironi di Europa League, ma oltre a questo i biancocelesti sono in ripresa si tutti i fronti.

La vittoria (con inevitabile polemica italiana) contro l’Inter nell’ultimo turno di A ha mostrato tutte le qualità offensive della Lazio, che col trio Immobile -Milinkovic-Savic- Felipe Anderson (che ha partecipato attivamente a tre gol nelle ultime tre presenze in Serie A con due reti e un assist, e che è andato a segno nell’ultimo match giocato in A contro il Verona nel febbraio 2016) può distruggere chiunque. I problemi arrivano però ora. La Lazio ha mancato l’appuntamento con il gol in cinque delle ultime sette trasferte di campionato, stesso numero di gare senza reti registrato nelle precedenti 39 gare esterne di Serie A.

Inoltre, i biancocelesti sono ancora una squadra altalenante. Prima dell’Inter sono arrivate la sconfitta di Bologna (3-0), la vittoria nel derby (3-2) e il pareggio col Torino (1-1). Attualmente al quinto posto in Serie A con 14 punti, il punto debole della Lazio è la solidità difensiva, sempre uno scotto da pagare nelle squadre di Sarri soprattutto ad inizio ciclo.

Le probabili formazioni

Tudor sta pensando di riproporre il cholito Simeone al posto di Kalinic in attacco. Ilic e Tameze in mezzo, con Veloso che potrebbe stare in panca in vista del turno infrasettimanale alla Dacia Arena contro l’Udinese. Faraoni e Lazovic sulle fasce, il solito Barak e Caprari saranno i trequartisti.

Nella Lazio pronto a tornare in campo dal primo minuto in Serie A Lazzari, uno dei migliori esterni degli ultimi anni a cui Sarri preferisce quasi sempre il buon Marusic. Nonostante le fatiche europee, Sarri riproporrà tutti i titolari con pochissimi campi. Assieme a Immobile e Anderson dovrebbe giocare Pedro.

Verona (3-4-2-1): Montipò; Casale, Gunter, Dawidowicz; Faraoni, Tameze, Ilic, Lazovic; Barak, Caprari; Simeone.

Lazio (4-3-3): Reina; Lazzari, Patric, Radu, Hysaj; L. Alberto, Leiva, Milinkovic Savic; Pedro, Immobile, F. Anderson.

Verona-Lazio, quote e pronostico

Diamo per favorita la Lazio che per le quote scommesse sulla serie A parte con leggero vantaggio, in virtù della lenta ma progressiva crescita della squadra biancoceleste. Sarri ha ragione, si gioca troppo e ci si allena poco, e questo non permette al tecnico di imporre la propria idea di calcio. Tuttavia, gli allenamenti saranno le partite, e la Lazio vuole continuare a volare in alto.

La fragilità difensiva dei romani però potrebbe permettere a Caprari e compagni di trovare la via del gol soprattutto nel primo tempo. Infatti, Verona e Lazio (nove entrambe) sono due delle tre squadre a vantare più reti nei primi tempi di questo campionato (l’altra a quota nove è l’Inter). Il nostro pronostico è una vittoria della Lazio col segno Gol. Punteremmo anche sull’Over 3,5  in una sfida che pensiamo si rivelerà ricca di gol e spettacolo.

VERONA-LAZIO
LE MIGLIORI QUOTE

Crediti Immagine: Getty Images

X