Inter-Sheriff Tiraspol: contro i moldavi Inzaghi dovrà rinunciare a Calhanoglu, ma ritrova Vidal e Sensi

Inter-Sheriff Tiraspol: contro i moldavi Inzaghi dovrà rinunciare a Calhanoglu, ma ritrova Vidal e Sensi

La terza giornata di Champions League vede, nel gruppo D, la sfida tra Inter e Sheriff Tiraspol. Inter ancora a secco di vittorie in questa edizione, mentre i moldavi, alla loro prima partecipazione assoluta, hanno già preso due scalpi importanti come quelli di Real Madrid e Shakhtar Donetsk. L’Inter ora non può più sbagliare e si gioca il tutto per tutto per evitare la quarta eliminazione consecutiva ai gironi. Inzaghi deve rinunciare a Calhanoglu, si rivedono Vidal, Sanchez e addirittura Sensi.

Quote del: 18/10/2021

Fischio d’inizio: martedì 19 ottobre, ore 21.00

Sede: Stadio San Siro, Milano (Italia)

INTER-SHERIFF TIRASPOL
LE QUOTE LIVE

Inter-Sheriff Tiraspol, la presentazione

L’Inter di Simone Inzaghi, dopo l’inattesa sconfitta contro la Lazio nell’ultimo turno di Serie A, si gioca la faccia in Champions League contro i moldavi dello Sheriff. I nerazzurri hanno un conto aperto con la massima competizione UEFA per club, dove hanno trovato solo un successo nelle ultime nove partite giocare (con quattro pareggi e quattro sconfitte). Già dopo le prime due partite del Girone (sconfitta 1-0 a San Siro col Real Madrid e pareggio 0-0 con lo Shakhtar in Ucraina), la situazione si è parecchio complicata.

Gli uomini di Inzaghi continuano ad avere gli stessi problemi palesati con Antonio Conte, e cioè lo scarso feeling col gol in questa competizione. Basti pensare che i nerazzurri non hanno trovato il gol nelle ultime tre partite casalinghe in Champions League (le ultime due della scorsa fase a gironi e lo 0-1 contro il Real Madrid in questa edizione). Sono cinque partite in totale, nelle ultime sette giocate, nelle quali l’Inter non riesce a trovare la via del gol. Essendo il primo scontro assoluto tra questi due club non abbiamo a disposizione statistiche a riguardo, ma continuiamo a considerare la formazione meneghina favorita in questo incontro. La situazione di classifica è così delicata che una sconfitta non è contemplata, e anche il Meazza dovrà dare una mano.

Dall’altra parte del campo troviamo lo Sheriff rivelazione di questa Champions League. A punteggio pieno nel girone al debutto nella competizione, si è già preso gli scalpi di Shakhtar Donetsk (2-0 in Moldavia) e Real Madrid (incredibile 2-1 al Santiago Bernabeu con le firme di Yakhshibaev e Thill). Inoltre, la squadra del tecnico Yuriy Vernydub si presenta a questa sfida forte di 19 risultati utili consecutivi tra tutte le competizioni, anche se in campionato è solamente terzo, a sei punti dalla capolista ma con ben tre partite in meno. Interessante notate come il club moldavo, fondato nel 1997 e già capace di vincere ben 19 titoli in patria, potrebbe diventare solo la terza squadra nel 21° secolo capace di vincere le proprie prime tre sfide in assoluto in Champions League, dopo Leicester 2016/17 e Malaga 2012/13.

Nonostante questa partenza a razzo e la forza dimostrata, si fa fatica a considerare lo Sheriff poco più di una sorpresa. Impossibile pensarlo favorito in nessuno scontro del girone. La storia e il blasone nerazzurro ci portano a pensare che alla fine la magia verrà spezzata e che i moldavi troveranno una sconfitta. Certo, i 31 gol segnati nelle prime 10 giornate di campionato sono un gran bel biglietto da visita, ma crediamo che la formazione di Vernydub vedrà la propria marcia interrotta contro l’Inter.

Le probabili formazioni

Per questa sfida già decisiva, Simone Inzaghi dovrà rinunciare ad Hakan Calhanoglu. Il turco, che peraltro nelle ultime uscite aveva lasciato parecchio a desiderare, non è infatti stato convocato per il match di stasera a causa dei problemi alla caviglia che già lo avevano tenuto fuori contro la Lazio. A forte rischio anche la sua presenza domenica sera contro la Juventus. Al suo posto ballottaggio Vecino-Vidal, con il cileno favorito. Si rivede invece Stefano Sensi, che torna tra i convocati dopo oltre un mese di assenza. Andrà in panchina anche Alexis Sanchez, pronto a subentrare alla bisogna. Sulle fasce ci saranno Darmian e Dimarco.

Per quanto riguarda lo Sheriff Tiraspol, anche il tecnico Yuriy Vernydub pensa alla propria formazione titolare. Difesa quasi certa, a quattro, formata da Fernando Costanza, Arboleda, Duranto e Cristiano, il giocatore in questa Champions League che ha fornito più assist di tutti con ben tre servizi vincenti. Yakhshibaev sarà il terminale offensivo della squadra moldava, col trio di trequartisti Adama Traoré-Kolovos-Castañeda a girargli attorno.

Inter (4-3-3): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Darmian, Barella, Brozovic, Vidal, Dimarco; Dzeko, Lautaro Martinez.

Sheriff (4-2-3-1): Athanasiadis; Fernando Costanza, Arboleda, Duranto, Cristiano; Addo, Thill; Traoré, Kolovos, Castañeda; Yakhshibaev.

Inter-Sheriff Tiraspol, quote e pronostico

Scommettiamo con decisione sulla vittoria dell’Inter per vari motivi e non solo perché le quote scommesse sulla Champions League la diano praticamente per sicura trionfante. Prima di tutto perché giocare a San Siro sarà un fattore determinante. Successivamente i giocatori e Inzaghi stesso saranno arrabbiati dal modo in cui è arrivata la sconfitta con la Lazio, dando l’impressione di non provarci fino in fondo.

Terzo, la sfida è troppo delicata guardando la situazione di classifica dei nerazzurri in Champions, dove hanno appena un punto. Per evitare la quarta eliminazione consecutiva ai gironi, è necessaria una vittoria. Lo Sheriff, data la sua forza offensiva, potrebbe anche trovare la via per segnare ad Handanovic, ma non crediamo avrà la forza di portare via punti dal Meazza. Vi consigliamo quindi di puntare sulla vittoria nerazzurra col segno goal.

INTER-SHERIFF TIRASPOL
LE MIGLIORI QUOTE

Crediti Immagine: Getty Images

X