Italia-Grecia, Mancini vuole chiudere il discorso qualificazione

Italia-Grecia, Mancini vuole chiudere il discorso qualificazione

Quote del: 09/10/2019

Calcio d’inizio: sabato 12 ottobre 2019, ore 20:45

Stadio: Olimpico, Roma

Settima giornata di qualificazioni in vista di EURO 2020, Italia-Grecia può regalare agli azzurri nuove certezze nel percorso di rinascita cominciato con Roberto Mancini. Il ct è riuscito a ricostruire sulle macerie del Mondiale mancato, puntando sui giovani e restituendo entusiasmo tanto ai protagonisti quanto al pubblico. Una scelta omaggiata anche dallo sponsor tecnico Puma con una (quasi) inedita maglia verde.

Mancini, contro la Grecia la formazione-tipo

Virtualmente già qualifica a EURO 2020, l’Italia vuole ufficializzare la questione tra sabato e martedì, giorni in cui se la vedrà con le ultime due della classe nel gruppo J. Si inizia all’Olimpico di Roma contro la Grecia penultima, occasione utile per migliorare ulteriormente il gioco e le idee che hanno permesso agli azzurri di dominare un girone – pur non irresistibile – con 6 vittorie su 6 gare disputate. Il settimo acuto dovrebbe arrivare senza difficoltà contro gli ellenici guidati da Anastasiadis, che dopo aver vinto all’esordio non sono più stati capaci di ripetersi collezionando due pareggi e tre sconfitte nelle successive cinque giornate. Nell’occasione Mancini confermerà quella che al netto degli infortuni dovrebbe essere ormai la formazione-tipo, con gli esperimenti che semmai arriveranno nel successivo impegno contro il Liechtenstein fanalino di coda. Possibile esordio per Di Lorenzo, ballottaggio Immobile-Belotti per il ruolo di centravanti con il primo leggermente favorito.

Italia-Grecia, precedenti e statistiche

Nelle 10 precedenti occasioni in cui le due Nazionali si sono affrontate l’Italia ha ottenuto 6 vittorie e 3 pareggi. Una sola vittoria per la Grecia, arrivata nel secondo confronto tra le due compagini datato 1972 quando gli ellenici si imposero in amichevole 2-1.  La più ampia vittoria azzurra arrivò nella prima sfida, un 4-0 firmato da Guarisi, Ferrari e da una doppietta di Meazza nella gara di qualificazione ai Mondiali del 1934, e se è vero che il bilancio è complessivamente a favore dell’Italia questo diventa ancora più netto se si parla di gare valide per campionati del mondo o Europei: su 4 gare un solo pari e ben tre successi italiani, compreso l’ultimo confronto andato in scena nella partita di andata e terminato con un netto 3-0 firmato da Barella, Insigne e Bonucci.

Una sfida a senso unico: uno sguardo alle quote

Prima in classifica a punteggio pieno dopo 6 giornate, in casa, l’Italia è naturalmente più che favorita e un mancato successo azzurro sarebbe decisamente sorprendente. Il segno 1 è quotato appena a 1,18, il pareggio a 6,00 e la vittoria ospite a 17,00. In una sfida di questo tipo più che sull’esito finale può essere semmai interessante scommettere sul numero di gol segnati: vero è che gli azzurri non sempre hanno realizzato valanghe di reti (spicca il solo 6-0 rifilato al Liechtenstein a marzo) però non c’è ragione di non credere che a Roma non possa ripetersi il 3-0 ottenuto in Grecia o che questo punteggio possa essere addirittura migliorato.

Ecco perché la scommessa consigliata è 1+Over 3,5, che tenendo conto del differente spessore e momento di forma delle due selezioni e della voglia di gol di Immobile e Belotti può valere la quota di 2,90. Più cauto il segno 1 abbinato all’Over 2,5, che essendo più probabile paga 1,80: vale la pena per un gol di differenza? Davanti al pubblico dell’Olimpico crediamo che l’Italia non vorrà sfigurare e tenterà di chiudere in fretta la questione: la possibilità che nel primo tempo verranno realizzati più gol, quotata 3,10, merita di essere almeno valutata.

Resta nel vivo dell’azione con la app bwin Sports. Immergiti nella sezione scommesse più ricca e varia in circolazione e naviga a fondo nel nostro menu statistico della sezione Calcio per scegliere velocemente le tue scommesse migliori. Scarica ora

X