Rangers-Celtic, a Glasgow l'Old Firm assegna la 74^ edizione della Scottish League Cup

Rangers-Celtic, a Glasgow l’Old Firm assegna la 74^ edizione della Scottish League Cup

Quote del: 05/12/2019

Calcio d’inizio: domenica 8 dicembre, ore 16:00

Stadio: Hampden Park, Glasgow

Rangers-Celtic, gara che assegnerà la 74esima edizione della Scottish League Cup, sarà l’edizione numero 419 dell’Old Firm, il più antico derby al mondo che mette di fronte le due anime calcistiche di Glasgow e le due squadre che da sempre dominano il calcio scozzese. 

Rangers-Celtic, è ancora una volta Old Firm

19 maggio 1888: al Cathkin Park di Glasgow si sfidano i club vincitori delle coppe di Scozia e Inghilterra, rispettivamente Renton e West Bromwich Albion. A vincere una gara che allora viene giustamente definita “World Championship”, sotto un tempo da lupi, sono i padroni di casa delle Highlands. Tra questi splende la stella del giovanissimo attaccante Neil McCallum, che però non si accontenta della semplice gloria e poche settimane più tardi abbandona la squadra.

Lo fa per unirsi al Celtic di Glasgow, club appena nato per volontà di Fratello Walfrid, un frate marista di origini irlandesi che ha visto nel calcio la possibilità di raccogliere fondi per la carità praticata dall’ordine e dare un punto di riferimento alla comunità cattolica della città. La prima gara viene giocata contro i Rangers, che stanno sorpassando il glorioso Queen’s Park a livello cittadino e si preparano a dominare il calcio scozzese.

Non hanno fatto i conti con il Celtic, che pur essendo appena sorto può già contare su giocatori di grandissimo spessore. Tra questi Neil McCallum, che in un certo senso ha intuito il futuro e a cui spetta l’onore di segnare il primo gol nella storia di una rivalità che presto travalicherà i campi di gioco, trasformandosi in uno dei derby più accesi, importanti e sentiti al mondo. Il calcio scozzese al tempo può essere considerato il migliore al mondo, e anche se nel giro degli anni scivolerà in fondo alle gerarchie continentali Rangers-Celtic, l’Old Firm, resterà sempre molto più di una semplice partita, un appuntamento attesissimo da tutti gli appassionati, la sfida senza tempo tra le due grandi di Scozia.

Rangers-Celtic oggi

Dopo 16 giornate di campionato le due squadre di Glasgow sono tornate a fare il vuoto alle proprie spalle come accade ormai da tempo immemore, un’abitudine che si era interrotta nel 2012 in seguito al fallimento dei Rangers che però sono presto tornati alle posizioni che gli competono. Dopo la 15esima giornata i Gers, bloccati 2-2 sul campo dell’Aberdeen, sono stati staccati di 2 lunghezze dal Celtic, che guida la classifica con 40 punti.

Nei Rangers di oggi spiccano i nomi di Jermain Defoe, 37enne bomber inglese che si gioca il posto di centravanti con il colombiano Alfredo “El Bufalo” Morelos, dell’ex Verona e Bologna Filip Helander e del portiere Allan McGregor, 37enne tornato nel club in cui è cresciuto dopo esperienze da dimenticare in Turchia e Inghilterra. Le stelle del Celtic sono invece l’attaccante Leigh Griffiths, il franco-camerunese (ex Genoa) Ntcham, il capitano e bandiera Scott Brown e il portiere Fraser Forster.

Precedenti…

A oggi sono state disputate ben 418 edizioni dell’Old Firm, nome che da sempre caratterizza la rivalità Rangers-Celtic e che sembrerebbe indicare (“la vecchia azienda”) l’importanza dei due club nella storia del calcio scozzese e britannico e la loro abitudine a spartirsi ogni anno i trofei in palio in ambito nazionale. Divisi da una fortissima rivalità, che oltre al calcio riguarda anche la religione e la politica – protestanti e unionisti i Rangers, cattolici e indipendentisti i Celtic – i due club si sono spessi trovati a disputare gare accesissime che si sono rivelate decisive per l’assegnazione di coppe e campionati.

La prima edizione di questa antica sfida andò in scena il 28 maggio 1888 davanti a circa 2mila spettatori e rappresentò la prima partita ufficiale nella storia del Celtic Glasgow, appena fondato ma già abile di affondare 5-2 i ben più esperti Rangers, che a dire la verità presentavano una formazione piuttosto rimaneggiata. Sono comunque i Gers a comandare nel bilancio delle 418 sfide, con 161 vittorie a 158 mentre 99 sono stati i pareggi.

…e curiosità

Rangers-Celtic 5-0 del 1894 rappresenta la vittoria più netta per i Teddy Bears, che invece il 19 ottobre 1957 caddero in finale di Scottish League Cup contro i rivali di sempre addirittura per 7-1. Sempre in quest’ultimo trofeo, lo stesso che sarà in palio domenica pomeriggio, gli Old Firm sono stati 49, con soli 2 pareggi e un bilancio di 24 vittorie a 23 per i Rangers, che sono anche il primo club a vincere la seconda coppa nazionale di Scozia e quello che detiene (27) il maggior numero di vittorie.

Delle 49 gare andate in scena in Scottish League Cup ben 14 sono state finali, l’ultima nell’edizione 2010/2011 vinta 2-1 dai Rangers ai tempi supplementari grazie a un gol di Jelavic, decisivo dopo le reti di Davis e Ledley. Si tratta dell’ultimo successo dei Teddy Bears prima del fallimento datato 2012, che avrebbe fatto precipitare il club in quarta divisione privando per più di due anni il mondo del calcio dell’antico e sempre attesissimo Old Firm.

Uno sguardo alle quote

La rapida rinascita dei Rangers, passati dal fallimento del 2012 a contendere nuovamente titoli e trofei ai rivali del Celtic, non sembra avere ancora compiuto l’ultimo definitivo salto di qualità che permetterebbe l’aggancio agli avversari di sempre e la possibilità di affrontarli alla pari. Le quote relative alla finale di Scottish League Cup parlano chiaro: il Celtic è favorito, con il segno 2 quotato a 2.00, 1 a 3.40 e X (che ricordiamo vale per i 90 minuti regolamentari) a 3.30.

Resta nel vivo dell’azione con la app bwin Sports. Immergiti nella sezione scommesse più ricca e varia in circolazione e naviga a fondo nel nostro menu statistico della sezione Calcio per scegliere velocemente le tue scommesse migliori. Scarica ora

X