I signori della Serie A...senza Champions League

I signori della Serie A…senza Champions League

Registrati per ottenere 200€ di benvenuto! Chi vincerà la Champions League? Scommetti QUI!

Dopo la sconfitta con la Svezia, l’Italia è uscita dal Mondiale, ed è terminata l’avventura con la Nazionale di Gianluigi Buffon. Khedira ha promesso la Champions League al portiere bianconero. Proprio Buffon, infatti, rientra in una folta schiera di giocatori che, pur avendo avuto una carriera leggendaria, non hanno (alcuni ancora) sollevato al cielo la Coppa dei Campioni. Scopriamoli.

Abbiamo raccolto la Top 10 dei grandi giocatori che hanno lasciato il segno nel calcio mondiale che, pur avendo un Palmarès di tutto rispetto, non hanno mai vinto la Champions League. Mondiali, scudetti, Palloni d’Oro, ma mai la “Coppa dalle grandi orecchie”. Una lista che comprende giocatori ritenuti tra, o i, migliori nei rispettivi ruoli, fallendo però la conquista del più importante torneo continentale per club. Una lista sorprendente, considerati i nomi al suo interno. Scopriamoli.

Buffon, Ronaldo, Maradona: dov’è la Champions League?

Stupisce e non poco, quindi, vedere tra i giocatori del nostro campionato del passato e del presente personaggi del calibro di Gianluigi Buffon, Ronaldo Luis Nazario da Lima e Diego Armando Maradona. Il primo, inoltre, “vanta” in questa speciale Top 10 il record negativo di finali perse. Il portiere bianconero è, infatti, ne ha disputate ben 3, tutte perse. Nel 2003 a Manchester, nel 2015 a Berlino e nel 2017 a Cardiff, la storia non è cambiata per Buffon. Avrà un ultimo tentativo quest’anno, ma servirà la miglior Juventus per regalare al recordman di scudetti bianconeri e campione del Mondo nel 2006 con l’Italia l’unico, grande trofeo rimasto di una carriera leggendaria.

Stupisce ancor di più trovare il brasiliano e l’argentino. Il primo, con 2 Mondiali vinti e 2 Palloni d’oro, è considerato uno dei migliori giocatori della storia del calcio, ma con l’Inter e con il Real Madrid non è mai riuscito a conquistare la Coppa. Curiosità: faceva parte del Milan 2006/2007 che vinse la Champions League contro il Liverpool ad Atene. Arrivando dalla Spagna, però, non poté essere inserito nella lista. Per quanto riguarda l’argentino, che ha portato in trionfo l’Albiceleste nel 1986 in Messico e il Napoli allo scudetto, c’è la giustificazione di non aver disputato più di sei presenze nell’allora Coppa dei Campioni. Numeri alquanto strani, per quello che è considerato da molti il giocatore più forte di tutti i tempi.

Ibrahimovic e Buffon gli unici a poter ancora alzare il trofeo

L’altro giocatore ancora in attività in questa Top 10 è Zlatan Ibrahimovic. Considerato il suo grande obiettivo, ma anche il suo tabù, le squadre che si sono liberate di lui (Inter nel 2010 e Barcellona nel 2011) hanno poi sollevato la Champions League. Lo svedese, nonostante 4 scudetti in Italia (ed uno revocato nel 2004/2005), non è mai andato oltre la semifinale. Obiettivo raggiunto nel 2010 con il Barcellona proprio contro la sua vecchia Inter. Ha ancora la possibilità di vincerla, ma ci vorrà una delle migliori stagioni della storia del Manchester United, per nulla favorito per il successo finale.

Fino all’anno scorso, c’è stata speranza per Francesco Totti. Il capitano giallorosso, però, dopo una vita calcistica a Roma e lo scudetto del 2001, non è riuscito neanche a raggiungere una finale. Un rammarico per uno dei migliori calciatori italiani di tutti i tempi. Stona, in tal senso, anche la presenza di giocatori come Roberto Baggio, vincitore di 2 scudetti e vicecampione del Mondo nel 1994, Fabio Cannavaro, campione del Mondo nel 2006 e Pallone d’Oro. Ci sono, però, anche altri giocatori stranieri che hanno lasciato un segno in Serie A. Tra questi, Lillian Thuram, sconfitto come Buffon nel 2003 a Manchester dal Milan, Patrick Vieira, ceduto dall’Inter sei mesi prima del trionfo di Madrid del 2010, e Lothar Matthaus, mai in finale con i nerazzurri ma protagonista della sfortunata rimonta subita dal suo Bayern Monaco contro il Manchester United nel 1999 a Barcellona.

17/11/2017

Resta nel vivo dell’azione con la app bwin Sports. Immergiti nella sezione scommesse più ricca e varia in circolazione e naviga a fondo nel nostro menu statistico della sezione Calcio per scegliere velocemente le tue scommesse migliori. Scarica ora.

X