Milano-Sanremo: Alaphilippe vuole il bis, ma occhio a Van Aert e se Nibali sta bene…

Milano-Sanremo: Alaphilippe vuole il bis, ma occhio a Van Aert e se Nibali sta bene…

Quote del: 5/8/2020

Partenza: Milano, sabato 8 agosto 2020 ore 11

Arrivo: Sanremo

Chilometri: 299

Non è stato facile accontentare tutti, ma alla fine la Milano-Sanremo si farà, anche se su un percorso non convenzionale. A cominciare dalla lunghezza, 299 chilometri (il massimo consentito per una corsa ciclistica è 300) che si dipanano principalmente in territorio piemontese e non ligure. Ci saranno però le due salite storiche, Cipressa e Poggio: decideranno la gara come spesso è successo in passato?

Una parata di stelle

Non è proprio la sua collocazione naturale, ma nonostante si corra ad agosto, con un tempo probabilmente torrido, la Milano-Sanremo ha attirato comunque quasi tutti i big delle corse da un giorno. Ci sarà naturalmente il vincitore dell’edizione 2019, Julian Alaphilippe, così come il secondo classificato Oliver Naesen, belga della Ag2r dato in splendida forma. Tra i favoriti anche Wout Van Aert, fresco del trionfo alle Strade Bianche 2020 e in totale fiducia dopo un anno difficile.

L’Italia può contare su un Vincenzo Nibali che a Sanremo ha trionfato nel 2018, ma secondo il commissario tecnico della Nazionale, Davide Cassani, il percorso di quest’anno potrebbe premiare le doti di Sonny Colbrelli, uno degli outsider: “Si è allenato bene, ha vinto qualche giorno fa e potrò sfruttare un percorso che sorprenderà molti”, ha dichiarato Cassani a Cicloweb.it.

Le salite di Cipressa e Poggio ci hanno abituato a sovvertire ogni pronostico, ma questa Milano-Sanremo potrebbe anche essere territorio dei velocisti, come dimostrano le quote delle scommesse sportive dedicate agli specialisti delle volate: Ewan, Sagan, Viviani e Trentin sono infatti tra i dieci corridori meglio quotati, addirittura più dello stesso Vincenzo Nibali.

Milano-Sanremo: pronostici

Questa Milano-Sanremo è così ricca di incognite che la quota più bassa va alla scommessa “altri partecipanti” a 1,90: se volete fidarvi delle parole e dell’esperienza del ct Cassani, che ha indicato in Colbrelli il potenziale vincitore, questa puntata fa per voi. Anche perché da Van Aert in giù le quote sono molto alte: una vittoria del belga paga 7, mentre Ewan e van der Poel sono quotati 8. Dopo Sagan a 9 e Alaphilippe a 13, troviamo Gilbert a 19 e il duo Viviani-Trentin a 21.

In compagnia di Nibali a 34 ci sono Demare e Van Avermaet, mentre dopo la quota di 51 di Suyven troviamo Moscon, Felline e Cimolai a 101.

X