Mondiali di ciclismo 2020, nella corsa in linea è Van Aert il grande favorito

Mondiali di ciclismo 2020, nella corsa in linea è Van Aert il grande favorito

I Mondiali di Ciclismo 2020 si svolgono in forma ridotta a causa dell’emergenza sanitaria, ma promettono comunque spettacolo nella corsa in linea che chiuderà l’appuntamento di Imola. Dopo la vittoria di Ganna nella cronometro l’Italia sogna il bis nella corsa in linea con Ulissi e Nibali, che però dovranno vedersela con lo scatenato Van Aert, favorito principale in una corsa dove comunque sono presenti altri grandi nomi pronti a darsi battaglia per il titolo iridato.

Quote del: 26 settembre 2020

Partenza: 27 settembre 2020, ore 09:45

Sede: Imola

KM: 258,2 (28,8 x 9)

Mondiali di ciclismo 2020, il percorso della corsa in linea

Inizialmente previsti dal 20 al 27 settembre a Aigle-Martigny, in Svizzera, i Mondiali di ciclismo 2020 su strada sono uno dei tanti appuntamenti sportivi dell’anno che sono stati influenzati dall’emergenza sanitaria, che ha spinto l’UCI ad accorciare i giorni di gara, diminuire le corse e cambiare sede: si corre a Imola dal 24 al 27 settembre, appena 4 gare e 2 discipline (cronometro e in linea) in luogo delle 11+3 del 2019 in Gran Bretagna.

I Mondiali sono tornati così in Italia, dove mancavano dall’appuntamento di Firenze del 2013, e a Imola, dove già erano andati in scena nel 1968 con la vittoria nella prova in linea di Vittorio Adorni. Per quest’ultimo appuntamento, che chiude il weekend e assegna il titolo nella categoria Elite, è previsto un circuito che nel caso degli uomini sarà ripetuto 9 volte e che partirà e si concluderà nel celebre autodromo cittadino intitolato ad Enzo e Dino Ferrari. Un percorso lungo complessivamente poco più di 258 chilometri, con circa 5.000 metri di dislivello complessivo e dove la strategia reciterà un ruolo fondamentale.

Due le salite previste, Mazzolano e Cima della Gallistena, circa 5 chilometri ogni 28,8 con una pendenza che varia dal 10% al 14% e che costringerà i partecipanti a dosare saggiamente le energie in vista del gran finale. Un percorso decisamente completo, dove conteranno velocità, resistenza, tattica e sangue freddo in egual misura.

Le quote sui principali favoriti: svettano Van Aert e Alaphilippe

Considerando le caratteristiche del percorso è inevitabile considerare lo scatenato Wout Van Aert come il favorito principale: nelle quote sui Mondiali di ciclismo 2020 il belga guida a 3,75, e considerando il successo sfiorato nella cronometro individuale e l’ottimo rendimento al Tour de France appena concluso è difficile non essere d’accordo. Chi non ha impressionato nella Grande Boucle è stato Alaphilippe, che comunque qui ha l’occasione di rifarsi visto e considerato che in questo tipo di gare può dare il meglio: la sua quota è pari a 7,50, inferiore ai due nomi che ci sentiamo di consigliare, il danese Fuglsang e lo svizzero Hirschi.

Il primo ha vinto l’annuale edizione del Giro di Lombardia e ha tutto per ripetersi (quota 10,00) mentre il secondo ha bene impressionato al Tour e un suo successo è tutt’altro che improbabile, considerando poi la ghiotta quota di 11,00. Alle loro spalle i due sloveni che sono stati assoluti protagonisti della Grande Boucle archiviata appena pochi giorni fa, la maglia gialla Pogacar e il grande sconfitto Roglic a 13,00.

Indietro gli italiani, che però sognano comunque l’impresa: Ulissi guida i nostri a 21,00, con Nibali che segue a 34,00 mentre Brambilla è appena quotato a 101,00. Considerando il 4,00 assegnato ad “altri partecipanti” sulla vittoria finale – oltre ai nomi citati esclusi anche Buchmann, Carapaz, Dumoulin, Dunbar, Kuss, Kwiatkowski, Schachmann, Valverde e Woods – tutto può comunque succedere in questo appuntamento assolutamente da non perdere.

TUTTE LE QUOTE
MONDIALI DI CICLISMO 2020

X