I circuiti di Formula 1 e il calendario dei Gran Premi 2017

I circuiti di Formula 1 e il calendario dei Gran Premi 2017

SCOMMETTI SUL GRAN PREMIO DI MONACO

Con bwin, scommettere su ogni singolo Gran Premio è emozionante come una gara di Formula 1. E le possibilità di scommessa sono varie tanto quanto i 20 circuiti del calendario F1 di quest’anno. Ovviamente puoi puntare sul vincitore, ma offriamo anche quote interessanti su altre variabili. Puoi scommettere sui testa a testa (H2H): scegli la squadra o il pilota che, tra i due proposti, farà il miglior piazzamento in gara. Oppure scommetti sul pilota che si ritirerà per primo. Il tuo pilota o la tua squadra preferita conquisteranno punti in questa gara? Quale squadra recupererà il maggior numero di posti nel primo giro? È anche possibile scommettere sui giri di qualifica. Rendi ancora più eccitante il campionato di Formula Uno: oggi, scommetti con bwin!

Circuiti di Formula 1

Dal primo campionato mondiale di Formula 1 nel 1950, sono 71 i circuiti che hanno ospitato un Gran Premio. Silverstone, il primo circuito di Gran Premio di Formula 1, è stato da allora quasi onnipresente nei calendari di gara, ma molti altri circuiti storici sono scomparsi. Con la globalizzazione, molti nuovi paesi partecipano al campionato e oggi anche Asia ed Europa dell’Est hanno i loro GP.

Stagione F1

La stagione 2017 di Formula 1 inizia a marzo con il GP d’Australia e termina alla fine di novembre ad Abu Dhabi. Il calendario di Formula Uno di quest’anno ospita 20 GP che si corrono in cinque continenti. Qui puoi trovare il calendario delle gare F1 e alcuni fatti e cifre interessanti relativi a ciascun circuito GP.

Tutte le nostre scommesse per il campionato del mondo di Formula 1

  • Il clamoroso di Vettel su Bottas nel Gp di Spagna

Calendario gare Formula 1, stagione 2017

Date e circuiti dei Gran Premi (GMT Time)

26 marzo – Australia (Melbourne) 07:00
9 aprile – Cina (Shanghai) 08:00
16 aprile – Bahrain (Bahrain) 17:00
30 aprile – Russia (Sochi) 14:00
14 maggio – Spagna (Barcelona) 14:00
28 maggio – Monaco (Monte Carlo) 14:00
11 giugno – Canada (Montreal) 20:00
25 giugno – Azerbaigian (Baku) 15:00
9 luglio – Austria (Spielberg) 14:00
16 luglio – Gran Bretagna (Silverstone) 14:00
30 luglio – Ungheria (Budapest) 14:00
27 agosto – Belgio (Spa-Francorchamps) 14:00
3 settembre – Italia (Monza) 14:00
17 settembre – Singapore (Singapore) 14:00
1 ottobre – Malesia (Sepang) 09:00
8 ottobre – Giappone (Suzuka) 07:00
22 ottobre – USA (Austin) 21:00
29 ottobre – Messico (Città del Messico) 20:00
12 novembre – Brasile (San Paolo) 17:00
26 novembre – Abu Dhabi (Abu Dhabi) TBC

Circuito di Albert Park

Sede del Gran Premio d’Australia, 26 marzo

Il circuito di Albert Park, il cui nome ufficiale è Melbourne Grand Prix Circuit, è un tracciato cittadino che circonda il lago Albert Park di Melbourne. Il Gran Premio d’Australia si svolge qui dal 1996. Il tracciato è lungo 5,3 km e presenta 16 curve: 10 a destra e 6 a sinistra. È un circuito veloce e abbastanza facile, per questo le possibilità di sorpasso sono limitate. I piloti possono correre in full throttle (alla massima velocità) per circa il 65% del giro.

Che cosa rende speciale il Gran Premio d’Australia?

La pittoresca location fronte-lago del circuito di Melbourne ha ispirato nuovi circuiti come il Marina Bay di Singapore e lo Yas Marina di Abu Dhabi. Rispetto ad altri circuiti cittadini, il tracciato è abbastanza lineare ma si caratterizza per una bassa aderenza che migliora solo con l’accumularsi dello strato di gomma sull’asfalto durante il week-end.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

Circuito Internazionale di Shanghai

Sede del Gran Premio di Cina, 9 aprile

L’autodromo è stato ufficialmente inaugurato il 6 giugno 2004. Su una pista di 5,45 km i piloti devono affrontare 16 curve, 9 a destra e 7 a sinistra. La costruzione del Circuito Internazionale di Shanghai è costata 240 milioni di dollari, facendo di questa pista la più costosa di tutta la Formula 1.

Che cosa rende speciale il Gran Premio di Cina?

È considerato uno dei tracciati più spettacolari della F1, grazie alla combinazione unica di curve lente e veloci, tornanti e rettilinei brevi e lunghi. Il circuito offre molte occasioni di sorpasso e vanta uno dei rettilinei più lunghi del calendario gare di Formula 1: 1,1 chilometri.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

Circuito Internazionale del Bahrein

Sede del Gran Premio del Bahrain, 16 aprile

La pista è lunga 5,41 chilometri e presenta molte curve, ma è considerata una delle più sicure grazie all’ampiezza delle aree di run-off. Il Gran Premio del Bahrain del 2004, vinto dalla Ferrari di Michael Schumacher, è stato il primo Gran Premio di Formula 1 del Medio Oriente.

Cosa rende speciale il Gran Premio del Bahrain?

A causa della sua posizione in pieno deserto, per prevenire il problema della sabbia soffiata dal vento sulla pista durante la gara, attorno all’area del circuito viene spruzzato un particolare spray adesivo sulla sabbia. I vincitori del Gran Premio del Bahrain non festeggiano con lo champagne. Gli organizzatori offrono ai piloti del Waard, una bevanda analcolica locale a base di acqua di rose e melograno.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

Autodromo di Sochi

Sede del Gran Premio di Russia, 30 aprile

L’autodromo di Sochi è ubicato nella pittoresca località di Sochi, sul Mar Nero. Il complesso, utilizzato per i Giochi Olimpici Invernali del 2014, comprende due circuiti. Il più grande, che comprende anche 1,7km di strade pubbliche, viene utilizzato per le gare di F1. È lungo 5,85 km e presenta 19 curve: 12 a destra e 7 a sinistra.

Cosa rende speciale il Gran Premio di Russia?

È uno dei circuiti più veloci della Formula 1, grazie alla combinazione di lunghi rettilinei e curve veloci. È anche uno dei più lunghi, dopo Spa-Francorchamps e Silverstone. La prima gara di Formula 1 tenutasi qui nel 2014 ha segnato la fine di una campagna trentennale per la nascita di un Gran Premio di Russia.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

  • I migliori on board del Gp di Spagna 2017

Circuito di Catalogna

Sede del Gran Premio di Spagna, 14 maggio

Il Circuito di Catalogna dista 32 chilometri da Barcellona. Il tracciato è lungo 4,65 km, con 16 curve: 9 a destra e 7 a sinistra. L’alta velocità è decisiva su questo circuito dai lunghi rettilinei. Durante i mesi invernali la pista viene spesso utilizzata dalle squadre per i test drive, perciò i team conoscono questa pista molto bene.

Cosa rende speciale il Gran Premio spagnolo?

Quello aerodinamico è un fattore fondamentale sul tracciato del GP spagnolo. Situato vicino al mare, il circuito è soggetto a condizioni atmosferiche spesso imprevedibili, soprattutto a forti venti che possono destabilizzare il carico aerodinamico delle vetture.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

Circuito di Monaco

Sede del Gran Premio di Monaco, 28 maggio

Il circuito cittadino per eccellenza si sviluppa attorno al porto di Monte Carlo e con i suoi 3,34 km è il tracciato più corto del calendario di F1. Stretto, e praticamente senza aree di run-off, è considerato il campo di prova per le abilità di un pilota. Il circuito di Monaco ha la curva più lenta della Formula 1: i piloti sono costretti a rallentare fino a 50 km/h.

Cosa rende speciale il Gran Premio di Monaco?

Vincere sul circuito di Monaco è considerato il top. Ci sono pochissimi punti di sorpasso perciò la posizione di partenza è fondamentale. Il tunnel è un punto critico: i piloti devono adattarsi al cambio di luce in quanto emergono dal buio proprio nel punto più veloce del percorso. Forse l’aneddoto più curioso riguardo questo circuito riguarda i tombini, che vengono saldati prima di ogni gara per evitare che l’attrito delle vetture di F1 li faccia saltare via.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

Circuito Gilles Villenueve

Sede del Gran Premio del Canada, 11 giugno

Questo circuito è intitolato al pilota canadese della Ferrari che morì nel 1982 durante il Gran Premio belga di Zolden. È situato su un isolotto artificiale del fiume San Lorenzo, denominato Isola di Notre Dame, a Montreal. La pista è lunga 4,36 km, con 13 curve di cui 8 a destra e 5 a sinistra.

Cosa rende speciale il Gran Premio del Canada?

Il circuito canadese di F1 ha lunghi rettilinei, cosa che favorisce le vetture con le migliori e più durature prestazioni velocistiche. Le barriere sul Circuito Gille Villeneuve sono notoriamente vicine al tracciato. Molti piloti famosi, inclusi lo stesso Villeneuve e Michael Schumacher, hanno terminato la gara proprio su una di queste barriere.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

Circuito di Baku City

Sede del Gran Premio dell’Azerbaigian, 25 giugno

Quello di Baku City è un circuito cittadino situato a Baku, la capitale dell’Azerbaigian, nel Mar Caspio. Quello del 2017 sarà il secondo GP di Formula 1 di questo paese. Lungo il tracciato che misura 6 chilometri sono presenti 20 curve: 8 a destra e 12 a sinistra.

Cosa rende speciale il Gran Premio dell’Azerbaigian?

Nonostante il tratto molto stretto nel centro medievale di Baku, è uno dei circuiti più veloci di F1 in calendario, con un rettilineo di 2,2 km. Diversamente dalla maggior parte dei circuiti di F1, il senso di marcia è antiorario.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

Red Bull Ring

Sede del Gran Premio d’Austria, 9 luglio

Questo circuito, precedentemente denominato A1-Ring, è lungo 4,326 chilometri con un totale di sole 8 curve: 6 a destra e 2 a sinistra. Si trova vicino alla città di Spielberg in uno splendido paesaggio collinare e ospita gare automobilistiche fin dal 1969.

Cosa rende speciale il Gran Premio d’Austria?

È un circuito molto veloce, con poche curve abbastanza veloci e lunghi rettilinei. I piloti corrono in full throttle per oltre il 70% del giro, per questo sono favorite le auto più veloci. A causa della pendenza della sezione collinare, il Red Bull Ring può rivelarsi ostico in condizioni di bagnato.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

Circuito di Silverstone

Sede del Gran Premio di Gran Bretagna, 16 luglio

Aeroporto militare della Royal Air Force durante la Seconda Guerra Mondiale, il Circuito di Silverstone è lungo 5,89 chilometri con 18 curve: 10 a destra e 8 a sinistra. Le curve veloci sono estremamente impegnative per i piloti, a causa dell’elevata forza di compressione.

Cosa rende speciale il Gran Premio di Gran Bretagna?

Oltre ad essere un circuito veloce e molto bello, Silverstone è un circuito di forte tradizione che ha visto la nascita di molte leggende della Formula 1. Qui si tenne il primo GP del primo campionato mondiale del 1950. Tra i 21 piloti c’era anche il principe Birabongse Bhanutej Bhanubandh, della famiglia reale tailandese, che qualificatosi quinto alla griglia di partenza con la sua Maserati restò però senza benzina durante la gara.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

  • Il campionato mondiale 2017 non sta deludendo le attese...

Hungaroring

Sede del Gran Premio di Ungheria, 30 luglio

Il Gran Premio di Ungheria del 1986, vinto da Nelson Piquet, è stato il primo Gran Premio di Formula Uno a svolgersi sotto la Cortina di Ferro. Da allora, il GP ungherese è sempre stato presente nel calendario F1. Hungaroring è lungo 4,381 km ed è noto per il suo tracciato tortuoso e irregolare.

Cosa rende speciale il Gran Premio di Ungheria?

Le numerose curve, i brevi rettilinei, il caldo e la polvere contribuiscono a rendere la gara su questo circuito una vera sfida per piloti e vetture. I sorpassi sono estremamente difficili sull’Hungaroring, perciò una buona posizione di partenza si rivela spesso decisiva.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

Circuito di Spa-Francorchamps

Sede del Gran Premio del Belgio, 27 agosto

Questo circuito collinare situato nelle Ardenne è lungo 7 chilometri, con 19 curve veloci e medio-veloci: 9 a destra e 10 a sinistra. È la pista più lunga del calendario di F1 ed è considerata come uno dei circuiti più difficili per la sua combinazione di rettilinei tra i più lunghi della F1 e curve impegnative.

Cosa rende speciale il Gran Premio del Belgio?

La prima particolarità, che non stupirà chi conosce le Ardenne belghe, è sicuramente il clima, sempre imprevedibile e molto spesso piovoso. In passato, nella lunga tradizione dei GP di questo circuito, ha piovuto per 20 anni consecutivi. Spesso piove sotto forma di acquazzoni che colpiscono solo alcune parti del circuito, mentre le altre restano asciutte. I cambi di pneumatici durante la gara sono molto frequenti, e costituiscono un fattore cruciale per la vittoria.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

Autodromo di Monza

Sede del Gran Premio d’Italia, 3 settembre

Questa pista lunga 5,79 km situata vicino a Milano fu costruita nel 1922, ed è una delle prime del mondo ad essere costruite a questo scopo. La storia di questo circuito è strettamente legata ad un altro grande nome della F1 italiana: la Ferrari. Quello di Monza è uno dei circuiti più veloci del calendario di F1, con i piloti che corrono in full throttle per il 75% del giro.

Cosa rende speciale il Gran Premio d’Italia?

Oltre all’atmosfera, con decine di migliaia di appassionati ed esperti tifosi, Monza è garanzia di gare spettacolari. La combinazione di lunghi rettilinei e strette chicane è una sfida per piloti e vetture. Al termine della corsa freni e carrozzerie sono completamente usurati.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

Marina Bay Street Circuit

Sede del Gran Premio di Singapore, 17 settembre

Il Gran Premio di Singapore è un outsider nel calendario di F1, perché è l’unica gara che si corre di notte. Il Marina Bay Street Circuit è lungo 5,07 chilometri che si percorrono in senso antiorario. Come molti altri circuiti cittadini è dotato di poche aree di run-off e offre poche opportunità di sorpasso.

Cosa rende speciale il Gran Premio di Singapore?

È uno dei circuiti più lenti, che vede la presenza di cordoli e muri molto vicini alla pista. Le curve a 90 gradi e l’asfalto irregolare non lasciano ai piloti alcuna occasione di distensione. Marina Bay è estremamente esigente nei confronti degli pneumatici. Una partenza in pole position è il modo migliore per garantirsi lo champagne finale.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

Circuito Internazionale di Sepang

Sede del Gran Premio di Malesia, 1 ottobre

Situato a 60 chilometri da Kuala Lumpur, il Circuito Internazionale di Sepang è lungo 5,54 km e conta 15 curve: 10 a destra e 5 a sinistra. È un tracciato veloce, con curve ad alta velocità e due lunghi e ampi rettilinei, con la presenza di alcuni tornanti stretti che si prestano a rischiose azioni di sorpasso.

Cosa rende speciale il Gran Premio di Malesia?

Le condizioni climatiche estremamente calde e umide richiedono il massimo sforzo a piloti e vetture. Forti acquazzoni improvvisi possono costringere le scuderie al cambio di pneumatici durante la corsa. Il clima tropicale combinato alla varietà del tracciato fanno del Gran Premio di Malesia uno dei più impegnativi di tutto il calendario di F1.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

  • Un duello storico: Senna contro Prosto a Suzuka nel 1989

Circuito di Suzuka

Sede del Gran Premio del Giappone, 8 ottobre

Suzuka è un circuito molto veloce, lungo 5,81 chilometri e presenta 18 curve: 10 a destra e 8 a sinistra. La presenza di molte curve veloci e le condizioni climatiche imprevedibili ne fanno un circuito esigente per gli pneumatici. Su nessun’altra pista così tante vetture finiscono nella ghiaia quanto qui.

Cosa rende speciale il Gran Premio del Giappone?

La pista ha la forma di un 8, con le due sezioni che si intersecano per mezzo di un cavalcavia. Questo significa che la direzione di marcia è sia in senso orario che antiorario. Suzuka è uno dei circuiti preferiti dai piloti, in quanto l’alternanza di curve lente e veloci offre molte occasioni per esprimere al meglio il loro talento.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

Circuito delle Americhe

Sede del Gran Premio d’America, 22 ottobre

Il circuito si trova vicino ad Austin, in Texas, è lungo 5,5 chilometri e presenta 20 curve: 9 a destra e 11 a sinistra. La direzione di marcia è antioraria. Il lay-out si ispira parzialmente ai circuiti di Silverstone e Hockenheim. È un circuito recente, ufficialmente inaugurato il 21 ottobre 2012 con Mario Andretti alla guida della sua Lotus 79. Il Circuito delle Americhe ospita anche il Moto GP.

Cosa rende speciale il Gran Premio d’America?

Il dislivello di 40,5 metri crea molti problemi ai piloti ma è positiva la presenza di ampie curve, che consentono ai piloti di seguire diverse traiettorie offrendo eccitanti occasioni di sorpasso.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

Circuito Hermanos Rodriguez

Sede del Gran Premio del Messico, 29 ottobre

L’autodromo Hermanos Rodriguez di Città del Messico misura 4,304 chilometri e presenta 17 curve. Il suo nome è un omaggio ai due fratelli messicani morti entrambi in un incidente di gara. È uno dei circuiti più veloci del calendario di F1, grazie alla presenza di molte curve ad alta velocità. Oltre ad essere sede delle gare di Formula 1, qui si corre l’ultimo giro della maratona di Città del Messico.

Cosa rende speciale il Gran Premio del Messico?

Innanzitutto il tracciato è noto per il suo fondo sconnesso. Un altro elemento di difficoltà è l’altitudine: a 2.285m l’aria è rarefatta, cosa che mette a dura prova sia piloti che vetture.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

Circuito di Interlagos

Sede del Gran Premio del Brasile, 12 novembre

Questo circuito lungo 4,309 chilometri situato a San Paolo, si percorre in senso antiorario e presenta 15 curve. Il suo nome ufficiale è Autodromo Jose Carlos Pace, in onore del pilota brasiliano di Formula Uno che morì su questa pista nel 1977 per un incidente aereo. Il circuito ospita il Gran Premio del Brasile dal 1972. Oltre alle corse automobilistiche, qui si svolgono anche gare di ciclismo.

Cosa rende speciale il Gran Premio del Brasile?

La combinazione di una sezione con curve strette e lente e di un rettilineo lungo lo rendono uno tra i circuiti più variegati, dove sono molte le opportunità di sorpassi mozzafiato. Il tracciato collinare, il caldo e le imprevedibili condizioni atmosferiche costituiscono ulteriori sfide per i piloti e le vetture in gara di questo emozionante Gran Premio.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

Circuito di Yas Marina

Sede del Gran Premio di Abu Dhabi, 26 novembre

Lo Yas Marina è un circuito lungo 5,5 chilometri che presenta 21 curve: 9 a destra e 12 a sinistra. La direzione di marcia qui è antioraria. Il tracciato è costruito su un’isola dove si trova anche il più grande parco tematico del mondo, il Ferrari World Abu Dhabi. La presenza di lunghi rettilinei e numerosi tornanti ne fanno un circuito variegato ed entusiasmante, dove i sorpassi sono particolarmente spettacolari.

Cosa rende speciale il Gran Premio di Abu Dhabi?

Oltre alla sua location davvero unica su un’isola, è l’unico circuito dove la totalità degli spalti è coperta per offrire agli spettatori un riparo dal sole del deserto. Un’altra peculiarità del Gran Premio di Abu Dhabi è che inizia con la luce del giorno e finisce quando è già buio.

Scommetti sul prossimo Gran Premio

X