Chi vince Sanremo 2020? Favoriti, sorprese e sistema di voto

Chi vince Sanremo 2020? Favoriti, sorprese e sistema di voto

Ogni anno, puntualmente, l’appuntamento di Sanremo non è solo con il Festival della Canzone Italiana, ma anche con quello delle polemiche. Tutto questo, ovviamente, vale sia per le settimane antecedenti che per quelle del festival vero e proprio. La speranza è sempre quella: che alla fine vinca la musica.

Prima di andare a parlare di favoriti e sorprese, però, servono due parole sull’attuale momento della musica, ma anche capire come funziona quest’anno il Festival di Sanremo.

Sanremo, il grande – e unico – minestrone della musica

Il panorama della musica e il relativo mercato sono stati stravolti a partire dalla fine dello scorso millennio, con la nascita di “Napster”. Da allora, progressivamente, la fruizione della musica è molto cambiata. Dai vinili e musicassette si è passati ai CD, poi agli MP3 e infine alla diffusione planetaria dello streaming. Premessa doverosa, perché il Festival di Sanremo costituisce per molti versi un simulacro di qualcosa che non esiste più. Il “festival della canzone italiana” è stato negli anni sottoposto a varie metamorfosi per correre dietro alle innovazioni e alle tendenze del tempo, ma rimane un baluardo di un “vecchio” modo di intendere la musica che prova a far convivere più anime. Dove altro potreste mai trovare insieme rap, trap, melodia classica, pop-rock, ballatone scontate e operazioni-nostalgia? La risposta la conoscete già.

Per questo ogni anno c’è chi ci prova sull’onda delle ultime tendenze musicali e chi invece punta più sulla tradizione, sul “pezzo sanremese” o sarebbe meglio dire melodico. Chi vincerà è dura dirlo, proprio perché il complesso sistema di votazioni rende i verdetti davvero imprevedibili.

Festival di Sanremo 2020: come funzionano le votazioni

Anche in conseguenza delle polemiche scaturite dalla scorsa edizione, quando emerse una sensibile differenza tra il voto popolare e quello della cosiddetta “giuria di qualità”, quest’anno le cose sono cambiate.

Nelle prime due serate (4 e 5 febbraio con 12 campioni ciascuna ad esibirsi) la classifica sarà la risultante della giuria demoscopica, composta da 300 persone selezionate tra abituali consumatori di musica, che votano da casa tramite una app speciale.

Nella terza serata (6 febbraio), quella dedicata ai duetti e che non riguarda i brani in concorso, il voto (che fa media con i precedenti) è prodotto dalla giuria orchestra, ovvero composta dai musicisti dell’Orchestra ufficiale del Festival, che accompagnano cioè tutti i brani in gara.

Nella quarta serata (7 febbraio) si esibiranno di nuovo tutti e 24 i campioni in gara, con i rispettivi brani. La differenza è che il voto qui sarà a cura della giuria della sala stampa, composto da tutti i giornalisti di giornali, radio, carta stampata e web accreditati e presenti al Festival. Anche questo voto andrà a fare media con i precedenti.

In ultimo, nella serata finale di sabato 8 febbraio, si esibiranno ancora tutti e 24 i campioni. Il voto sarà frutto di un sistema misto e per la prima volta farà il suo ingresso la giuria popolare con il televoto, possibile tramite telefonia fissa e mobile. Alla serata finale parteciperanno anche giuria demoscopica e giuria della sala stampa, che incideranno nella composizione della nuova classifica così come segue:

  • – 34% televoto
  • – 33% giuria demoscopica
  • – 33% giuria della sala stampa

 

Questa andrà a fare media con quelle delle 4 serate precedenti e produrrà una nuova classifica, quella finale. Non finisce qui, però. Tutti i voti verranno azzerati e i primi tre della classifica finale verranno nuovamente giudicati, in contemporanea, dalle 3 giurie (televoto, demoscopica e sala stampa) nelle percentuali precedentemente indicate. Solo alla fine di quest’ultima tornata conosceremo il nome del vincitore del Festival di Sanremo 2020: chi avrà preso la più alta percentuale di voti.

Classifica provvisoria Sanremo 2020

  1. 1. Francesco Gabbani
  2. 2. Le Vibrazioni
  3. 3. Piero Pelù
  4. 4. Pinguini Tattici Nucleari
  5. 5. Elodie
  6. 6. Diodato
  7. 7. Irene Grandi
  8. 8. Tosca
  9. 9. Michele Zarrillo
  10. 10. Levante
  11. 11. Marco Masini
  12. 12. Alberto Urso
  13. 13. Giordana Angi
  14. 14. Raphael Gualazzi
  15. 15. Anastasio
  16. 16. Paolo Jannacci
  17. 17. Achille Lauro
  18. 18. Enrico Nigiotti
  19. 19. Rita Pavone
  20. 20. Riki
  21. 21. Elettra Lamborghini
  22. 22. Rancore
  23. 23. Bugo e Morgan
  24. 24. Junior Cally

 

Favoriti Sanremo 2020

Con un sistema così complesso fare pronostici risulta molto difficile, ma ci proviamo ugualmente. Come vedete, e ricordando che questa classifica è solo parziale e farà media con quelle delle serate successive, Gabbani è in testa. Il vincitore del 2017 è realmente tra i candidati forti anche a questa edizione? I bookmaker ci credono moltissimo e infatti un suo podio è quotato appena 1.83. Il toscano è un artista particolare, che crea pop senza strizzare troppo l’occhio alla tradizione, ma senza discostarsene alla fine poi troppo. Uno dei favoriti più attendibili per la vittoria di Sanremo 2020 è sicuramente lui.

Sul filone pop-melodico ci sono altri due cavalli forti. Uno è Diodato (podio a 2.25), l’altra è Elodie (podio a 1.83). Il primo viene dal cantautorato, la seconda dai talent, ma entrambi garantiscono una certa qualità. Il brano di Elodie è più ritmato anche se forse un po’ complesso per Sanremo, ma le chance che la bionda spacchi sono alte.

L’Hip hop italiano si mostra in salute con altri candidati, uno dei quali piuttosto forte. Parliamo di Anastasio (2.90) e Rancore (6.00). Più diretto e pop il primo, più impegnato il secondo, tra i favoriti anche per il premio della critica (potete giocarlo a 3.50).

Gli ultimi due annoverabili tra i favoriti rispondono a profili che non potrebbero essere più diversi. Alberto Urso (podio a 3.00) si inserisce nel filone Il Volo-Bocelli ed è un genere che ha dato prova di funzionare, anche se obiettivamente ha un po’ stancato. I Pinguini Tattici Nucleari (podio a 2.50) sono invece un gruppo autenticamente “indie”e la loro “Ringo Starr” è sicuramente molto originale.

Sanremo 2020: Gabbani sul podio –> Quota 1.83

Sorprese Sanremo 2020

Il primo nome che viene in mente è quello di Tosca. L’interprete romana è piaciuta moltissimo alla sua prima uscita e il brano “Ho amato tutto” è struggente, anche se non proprio per le masse. Una scommessa su di lei a podio pagherebbe 6.00 e sarebbe un bel colpo, musicalmente per il festival ed economicamente per chi puntasse su di lei…

Ci sono poi altri artisti molto noti che ci riprovano. Piero Pelù non è più nemmeno lontano parente di quello dei Litfiba ma riesce ancora a centrare l’obiettivo. Il suo “Gigante” potrebbe davvero far la sorpresa (podio a 3.50).

Le Vibrazioni, gruppo ital-pop in voga nei primi anni 2000, prova la rentrée in fin dei conti con buone chance (podio a 2.75). Altra operazione di Maquillage è quella di Morgan, che ci riprova insieme a Bugo, artista indie non molto noto al grande pubblico. il brano “Sincero” funziona, ma Morgan forse è un personaggio troppo controverso per arrivare in alto a Sanremo. Infatti un podio è quotato addirittura a 21.00.

Molto più concrete sembrano le chance di Irene Grandi, tra le poche rocker italiane sulla breccia da molti anni. Per il suo ritorno a Sanremo si è mosso addirittura Vasco Rossi, che le ha scritto “Finalmente Io”. La Grandi “vascata” è una opzione davvero intrigante.

Sanremo 2020: Irene Grandi sul podio –> Quota 1.83

Un verdetto intricatissimo

Ci sono tanti altri nomi che andrebbero menzionati, ma la verità è che il Festival è un rebus di difficilissima soluzione. Sorprese o favoriti, Sanremo è tuttavia uno spettacolo irrinunciabile, anche per chi lo critica. Noi continuiamo a seguire la kermesse presentata da Amadeus e, nei prossimi giorni, cercheremo di darvi qualche ulteriore dritta per le vostre scommesse.

 

X