MotoGP Portimao 2022

MotoGP Portimao 2022: il Mondiale sbarca in Portogallo con tutte le sue incognite

Dopo tre GP tra Asia e America all’insegna di sorprese ed equilibrio il Mondiale 2022 MotoGP inaugura la campagna europea in Portogallo da una pista, quella di Portimao, che è l’esatto opposto per motivi tecnici ed ambientali rispetto a quella di Austin. Un ingrediente ideale per testare la leadership di Enea Bastianini, o per una stabilizzazione dei valori

Quote del: 21/04/2022

Partenza: domenica 24 aprile, ore 14

Sede: Autodromo Internacional do Algarve (Portimao)

MOTOGP PORTIMAO 2022
LE QUOTE LIVE

MotoGP Portimao 2022, la presentazione del GP del Portogallo

Sostenere che il “vero” Mondiale 2022 di MotoGP inizierà dal GP del Portogallo significherebbe fare un torto a Enea Bastianini, capace di approfittare dell’equilibrio che ha contraddistinto il primo mese di stagione. Ad Austin il riminese della Ducati Gresini è stato capace di spezzare l’alternanza di vincitori registratasi nei primi tre GP dell’anno mostrando tutto le qualità già fatte intravedere sul finale della scorsa stagione, la sua prima in MotoGP, in sella all’Avintia.

Il vantaggio accumulato sulla concorrenza è tuttavia più “psicologico” che concreto in termini di punti, per questo l’avvio della campagna europea, che si interromperà solo a ottobre, segnerà un vero nuovo inizio dal quale aspettarsi risposte più certe sui valori in campo, complice l’arrivo degli aggiornamenti tecnici che le scuderie sono pronti a presentare.

MotoGP Portimao 2022: dalla passerella di Mir al pokerissimo di Valentino Rossi

Quella del 2022 sarà in totale la 18a volta che il MotoMondiale farà tappa in terra lusitana, comprendendo le 16 edizioni del GP del Portogallo propriamente detto e l’unica del GP di Algarve, corsa inaugurata nella passata stagione per riempire il calendario mancante di alcuni appuntamenti storici extra-europei a causa della pandemia.

Sul circuito dell’Algarve si corre però solo dal 2020, anno in cui il GP segnò la chiusura della stagione, con il titolo mondiale già appannaggio di Joan Mir e vittoria dell’idolo di casa Miguel Oliveira. Fino al 2012, infatti, ad ospitare la corsa era sempre stato il circuito dell’Estoril, eccetto l’edizione 1987 svoltasi in territorio spagnolo, ad Arama. Nel 2021 il circuito fu tappa di due gare: a vincere furono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia, ma il torinese ha mancato la doppietta solo per colpa della doppia bandiera gialla in qualifica ad aprile.

L’albo d’oro è dominato da Valentino Rossi con cinque successi, davanti a Jorge Lorenzo con tre, ma la particolarità delle ultime cinque edizioni è che si sono registrati altrettanti vincitori diversi. Un’evoluzione che ricorda da vicino quella dell’inizio del Mondiale 2022 e che tra i big fa sperare, oltre allo stesso Bastianini e a Bagnaia, anche Marc Marquez, ancora clamorosamente a secco di successi su questa pista. 

MotoGP Portimao 2022: caratteristiche del circuito, quote e pronostico

Il weekend di Portimao parte all’insegna di poche certezze: la superiorità Ducati in prova, la dipendenza della Honda dalla classe di Marc Marquez, l’indecifrabilità dell’Aprilia e l’affidabilità della Suzuki, la scuderia più convincente ed equilibrata. Ma si riparte anche dai 10 piloti 10 alternatisi finora sul podio, con Jack Miller ultimo ad aggiungersi al plotone. Ed ecco perché è una buona idea monitorare attentamente le quote delle scommesse live.

Indicare un favorito unico per la corsa è impresa improba, dato che il rendimento di Bagnaia e Quartararo, ancora a secco di successi, è stato oscillante tra prestazioni negative e altre all’insegna di timidi passi in avanti, ma è indubbio che al momento il “pacchetto” Pecco-Ducati sia più convincente rispetto alla (non) compattezza tra il campione del mondo e la Yamaha. Puntare sulla Suzuki, mai vincente da queste parti, metterebbe il dubbio tra Rins e un Mir che sembra accusare la competitività del compagno, così come dimenticare Marquez, vincitore morale ad Austin nonostante una condizione fatalmente approssimativa e le bizze della moto?

A tutto questo vanno aggiunte le caratteristiche della pista dell’Autodromo Internacional dell’Algarve e le conseguenze che ci saranno per tutti nel passare da un GP nel deserto ad uno in riva all’oceano, in una pista caratterizzati da dislivelli. Con una pendenza che raggiunge il 12% in discesa e 15 curve, i piloti dovranno sfoderare massima concentrazione nei non numerosi punti adatti per il sorpasso e nei due rettilinei. Le piogge, sempre abbondanti da queste parti, dovrebbero risparmiare il weekend. Non una buona notizia per Quartararo e magari lo scenario ideale per l’inatteso testa a testa tra Bastianini e Marquez. Le quote sul GP del Portogallo indicano Marquez come favorito, ma attenzione a Pecco Bagnaia.

MOTOGP PORTIMAO 2022
TUTTE LE QUOTE

Crediti Immagine: Getty Images

X