Shenghelia, Melli

Playoff basket 2022: parte la corsa allo scudetto, Virtus per il bis, Olimpia per il riscatto

La palla a spicchi italiana entra nel vivo con la disputa dei playoff basket 2022 che assegneranno lo scudetto. Alla fase più spettacolare della stagione, tuttavia, le squadre, in particolare quelle che sono state impegnate nelle Coppe – tra cui ovviamente le favoritissime Olimpia Milano e Virtus Bologna – rischiano di arrivare stanche e con poche rotazioni. Basterà per sovvertire i pronostici? 

Playoff basket 2022: la presentazione

Al termine di una regular season come sempre lunga e compressa, per il basket italiano è tempo di playoff, che dovranno decretare se la Virtus Bologna riuscirà a succedere a sé stessa, realizzando quella doppietta di scudetti che in Italia non si vede da un decennio. Dai tempi dell’epopea, poi cancellata a tavolino, della Mens Sana Siena. Da quel 2013 solo quattro squadre sono riuscite a fregiarsi del titolo di campione d’Italia, ma nessuna è mai riuscita a confermarsi.

Il 2022 potrebbe invertire la tendenza, ma i playoff rappresentano sempre un campionato a parte, nel quale le differenze di valori possono appiattirsi. Valori che, peraltro, sono parzialmente mutati, se è vero che il 50% delle partecipanti alla post season è cambiato rispetto alla scorsa stagione. Trieste e Treviso hanno fatto spazio a Reggio Emilia e alla rientrante Pesaro, ma le vere delusioni sono state Brindisi, passata dal secondo posto all’anonimato, e Trentino, che ha mancato i playoff per la seconda volta in tre anni al termine di un’annata fortemente deludente anche in Europa, sostituite dalle rivelazioni Brescia e Tortona.

Playoff basket 2022, il tabellone: le scorie delle fatiche europee sulla corsa allo scudetto

I Playoff 2021-22 avranno una durata leggermente superiore rispetto all’edizione 2021, sviluppandosi potenzialmente nell’arco di 36 giorni, tra il 15 maggio che segnerà l’inizio dei quarti di finale al 20 giugno, data dell’eventuale gara-5 della finale scudetto che prenderà il via l’8 giugno. Le semifinali, in programma tra il 27 maggio e il 5 giugno, vedranno di fronte la vincente tra Virtus Bologna-Pesaro e quella tra Tortona e Reyer Venezia, mentre nella parte bassa Brescia o Dinamo Sassari se la vedranno con una tra Olimpia e Reggio Emilia.

Il campo dirà se questo guadagno temporale, minimo alla luce della decisione di far giocare pure quest’anno anche quarti e semifinali al meglio delle cinque partite, possa giovare alle squadre, ma se da una parte la fatica si farà sentire in particolare per Virtus e Olimpia, e in misura minore anche Reggio Emilia, protagoniste quasi fino in fondo in Europa, disporre di due partite in più nella serie non potrà che essere un vantaggio per le grandi.

Lo spettacolo sembra comunque assicurato: Brescia e Tortona saranno le squadre più “leggere”, la Virtus quella più tranquilla, forte di una superiorità emersa lungo tutto l’arco del campionato, l’Olimpia fatalmente quella più sottopressione, nel ricordo del clamoroso sweep subito nella finale 2021, parzialmente riscattato da quell’”ombrello” rappresentato dalla Final Four di Eurolega che quest’anno non ci sarà.  

Playoff basket 2022: favorite, quote e pronostico

Il ritorno nei playoff di Pesaro dopo 10 anni è la vera notizia nella griglia di partenza della post season. La Vuelle ha strappato l’ottavo e ultimo posto utile grazie al successo di Napoli dell’ultima giornata grazie al gran lavoro di coach Luca Banchi, chiamato a fine ottobre con la squadra ultima in classifica dopo il fallimento della breve gestione Petrovic e autore di un’impresa che garantirà alla società almeno un super incasso contro la Virtus nel suggestivo remake della finale scudetto 1994.

Per i campioni d’Italia e per l’Olimpia, comunque, il passaggio in semifinale sembra scontato, così come Brescia parte nettamente favorita su una Dinamo che è stata troppo discontinua, mentre Tortona dovrà guardarsi da una Reyer che ha chiuso in crescendo e che ai playoff sa sempre trasformarsi. Tutto fa pensare, anche a giudicare dalle quote sulla Serie A di basket, che a contendersi il titolo saranno ancora Virtus e Olimpia. Pronte a bissare quanto non accade dal biennio 2008-2010, l’ultimo in cui la finale playoff venne giocata per due anni di fila dalle stesse squadre, con Milano all’epoca sconfitta due volte da Siena.

Bologna ha fin qui vissuto un’annata ai limiti della perfezione, con il solo passaggio a vuoto in semifinale di Coppa Italia contro Tortona e potrà giocare con la leggerezza di chi, grazie alla cavalcata in Eurocup, ha già raggiunto l’obiettivo della stagione, ovvero il ritorno in Eurolega. Milano rischia di fare i conti con la stanchezza frutto delle tante partite giocate in più e del solito, elevato numero di infortunati. Confermare la superiorità in Italia permetterebbe agli emiliani di rendere infuocato con cinque mesi d’anticipo un testa a testa che dalla prossima stagione vivrà anche sul binario europeo.

Crediti Immagine: Getty Images

X