Bologna-Brescia: al Dall'Ara Mihajlovic cerca il salto di qualità, Corini studia lo sgambetto

Bologna-Brescia: al Dall’Ara Mihajlovic cerca il salto di qualità, Corini studia lo sgambetto

Quote del: 27/01/2020

Calcio d’inizio: sabato 1° febbraio 2020, ore 15:00

Stadio: Renato Dall’Ara, Bologna

Bologna-Brescia apre la 22esima giornata di Serie A mettendo di fronte due squadre che vogliono punti per inseguire i rispettivi obiettivi: i padroni di casa inseguono il salto di qualità dopo la bella vittoria nel derby contro la SPAL, gli ospiti devono puntare almeno al pari per smuovere una classifica che in zona retrocessione si muove a rilento ma in cui non è comunque concesso perdere tempo.

Bologna-Brescia, la presentazione

Il Dall’Ara avrebbe potuto essere il suo stadio, il teatro del suo rilancio: Mario Balotelli è stato accostato al Bologna la scorsa estate, solo un attimo e forse di pura suggestione, ma poi ha scelto Brescia e il Brescia. Ha scelto di ripartire da casa sua, da una squadra in cui sarebbe stato stella assoluta e determinante. Non è andata così, anche se come sempre Super Mario sembra rendere tifosi e addetti ai lavori incapaci di giudicarlo con equilibrio: gli squilli non sono mancati (5 gol in 15 gare) così come le cadute di stile, in cui però non è detto che debba rientrare la discutibile espulsione rimediata contro il Cagliari e figlia di un metro di giudizio che non è sempre severo allo stesso modo nei confronti di tutti.

Discutibile o no, Balotelli è stato espulso e squalificato, ha saltato il derby con il “suo” Milan e salterà la sfida in casa del Bologna, una gara in cui il Brescia deve assolutamente fornire delle risposte utili, se non a lasciare l’ultimo posto in classifica, perlomeno a caricare la squadra in vista di un girone di ritorno dove l’obiettivo salvezza resta alla portata. Senza Super Mario mister Corini si affiderà alla classe del baby Tonali e cercherà i gol in Torregrossa e Ayé.

Non sarà facile, perché il Bologna sta bene, è carico ed è stato rigenerato da un mercato di gennaio importante: il neo-acquisto Barrow ha esordito con gol nel derby vinto in scioltezza con la SPAL, Dominguez è un valore aggiunto e contro il Brescia Mihajlovic ritroverà Bani e Sansone che tornano dalla squalifica. I felsinei inseguono continuità, quella necessaria per piazzarsi nella parte sinistra della classifica, e sono decisi a non fare sconti di alcun tipo.

I precedenti in Serie A

Nei 39 confronti andati in scena in massima serie il Bologna vanto il doppio delle vittorie del Brescia, 20 contro 10, mentre 9 sono stati i pareggi. Nella prima edizione della Serie A felsinei e rondinelle sono presenti, l’andata in Emilia si conclude 0-0 e il ritorno in Lombardia 2-0 per i padroni di casa. Il primo successo rossoblù arriva alla terza sfida, un clamoroso 7-1 firmato da una tripletta del futuro campione del mondo Schiavio, da una doppietta di Fedullo e dai gol di Reguzzoni e Maini. Degni di nota anche Bologna-Brescia 6-1 del 1932 e infine il 4-3 in favore del Bologna dell’andata, ottenuto in rimonta con rete nel finale di Orsolini. Curiosità: oltre la metà delle sue vittorie contro i felsinei (5 su 9) il Brescia le ha ottenute in trasferta al Dall’Ara.

Bologna-Brescia, le probabili formazioni

Bologna (4-3-1-2): Skorupski; Mbaye, Bani, Danilo, Denswil; Dominguez, Poli; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio.

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Cistana, Chancellor, Mateju; Bisoli, Tonali, Dessena; Romulo; Ayé, Torregrossa.

1×2: uno sguardo alle quote

Nelle quote relative alle scommesse sulla Serie A, Bologna-Brescia spicca come una gara molto interessante e che presenta diverse opzioni valide: il segno 1 tanto per cominciare è quotato a 1.72, con X a 3.80 e 2 a 4.40. Insomma, padroni di casa favoriti in una gara che però rimane incerta più di quanto potrebbe sembrare guardando le rispettive posizioni in classifica. Per il Bologna è un’occasione d’oro, e crediamo che Mihajlovic non la sprecherà: può valere davvero la pena tentare l’abbinata 1 + Under 2,5, che presenta la ghiotta quota di 4.60.

Si tratta certamente di un rischio, ma può valere la pena considerando la forma dei felsinei e l’assenza di veri bomber in campo. Immaginiamo una gara molto tattica e bloccata, ecco perché chi vuole ridurre i rischi può valutare come alternativa l’Under 2,5 a 2.10 oppure il successo del Bologna con l’Over 2,5, contando più che sulla forza dell’attacco di casa su una difesa ospite capace a volte di prendere notevoli imbarcate: la quota per quest’ultima giocata è di 2.45 e rappresenta la nostra scommessa consigliata.

X