Arsenal-Everton, spareggio per la Champions: chi vince può ancora crederci

Arsenal-Everton, spareggio per la Champions: chi vince può ancora crederci

Arsenal-Everton è una delle gare più interessanti del 27esimo turno di Premier League: di fronte due squadre impegnate nella difficile corsa per un posto in Champions e che per sperare non possono permettersi ulteriori frenate. Chi vince può ancora crederci, chi perde potrebbe dover alzare bandiera bianca.

Quote del: 22/02/2020

Calcio d’inizio: domenica 23 febbraio 2020, ore 17:30

Stadio: Emirates Stadium, Londra

Arsenal-Everton, la presentazione

La 27esima giornata di Premier League presenta due partite davvero molto interessanti nell’ottica della corsa a un posto nella prossima Champions League: se Chelsea-Tottenham è infatti uno scontro valido per determinare chi occuperà al momento il quarto posto, Arsenal-Everton in scena domenica pomeriggio potrebbe stabilire chi tra Gunners e Toffees potrà ancora inseguirlo, obiettivo difficile ma non impossibile in conclusione di una stagione con troppi alti e bassi.

Mikel Arteta e Carlo Ancelotti si troveranno di fronte in campo dopo essersi incrociati in tribuna nella gara di andata, uno scialbo 0-0 che preannunciava il loro arrivo sulle panchine di due club storici, impantanati però nell’ennesima stagione da dimenticare. Sono passati due mesi e sia l’Arsenal che l’Everton sono cambiati, trovando continuità e una maggiore fiducia nei propri mezzi: per entrambe un posto in Champions rappresenta ancora un sogno, ma anche l’Europa League è un traguardo tutt’altro che scontato vista la nutrita e qualificata concorrenza.

Chi emergerà vincitore dalla sfida dell’Emirates potrebbe dunque aver guadagnato qualcosa di più dei tre punti in palio, e cioè la spinta necessaria per affrontare nel migliore dei modi un finale di stagione dove tutto è ancora in ballo e che potrebbe restituire a uno di questi grandi club la grandezza perduta.

Precedenti e curiosità

55 i precedenti in Premier League tra Arsenal e Everton e bilancio ampiamente a favore dei Gunners, capaci di conquistare 33 vittorie contro le sole 8 dei Toffees. 14 i pareggi, compreso lo 0-0 dell’andata in cui gli attuali tecnici Arteta e Ancelotti siedevano in tribuna al Goodison Park in attesa di subentrare rispettivamente a Freddie Ljungberg e Duncan Ferguson.

L’ultima volta che l’Arsenal è caduto in casa contro l’Everton era il gennaio del 1996: da allora i Toffees hanno visitato Londra in 23 occasioni rimediando 19 sconfitte. Una vittoria degli ospiti permetterebbe a Carlo Ancelotti di entrare nel ristretto novero dei tecnici capaci di vincere 3 volte all’Emirates, impresa riuscita in passato soltanto a Pep Guardiola e Sir Alex Ferguson.

Arsenal-Everton, le probabili formazioni

Arsenal (4-2-3-1): Leno; Bellerin, Mustafi, David Luiz, Saka; Torreira, Xhaka; Pepé, Ozil, Aubameyang; Lacazette.

Everton (4-4-2): Pickford; Coleman, Mina, Holgate, Digné; Sidibé, Sigurdsson, Delph, Iwobi; Calvert-Lewin, Richarlison.

Uno sguardo alle quote

Le quote sulle scommesse in Premier League vedono l’Arsenal decisamente favorito per la sfida contro l’Everton, anche se nessun risultato è scontato: il segno 1 si attesta a 2.00, mentre i segni X e 2 nell’esito finale sono quotati rispettivamente 3.60 e 3.70. L’esperienza di Carlo Ancelotti potrebbe risultare determinante, e la Doppia Chance X2 a 1.80 ci sembra decisamente interessante.

Visto che parliamo di due squadre che ultimamente segnano con una certa frequenza sembra quasi scontato valutare almeno una rete da parte di entrambe, e infatti Goal presenta una quota di appena 1.62, ma se questo accadesse nel primo tempo? In questo caso la quota schizza a 3.80. Sempre tenendo presente il buon lavoro svolto da Ancelotti, infine, può essere un’opzione interessante anche il 2, magari abbinato all’Under 3,5 per far crescere la quota – 4,75 – senza rischiare poi troppo.

X