Perdenti di successo: le big che non hanno mai vinto la Champions League

Perdenti di successo: le big che non hanno mai vinto la Champions League

L’Arsenal guida la classifica degli squadroni sempre presenti ai piani alti d’Europa senza mai riuscire a salire sul gradino più alto del podio. Mal comune, mezzo gaudio per i londinesi, in compagnia di Atletico Madrid, Valencia, Monaco, Paris Saint-Germain…

Fra essere perdenti di successo o perdenti e basta, forse è meglio la seconda opzione. Almeno non si passa dall’illusione – invariabilmente frustrata – di poter ambire al gradino più alto del podio.

Del resto come si suol dire, il secondo classificato non è altro che il primo degli sconfitti. Ne sa ad esempio qualcosa l’Arsenal, che con 17 partecipazioni alla Champions e 15 qualificazioni agli ottavi non è mai andata oltre la finale 2005/06 (persa 2-1 contro un Barcellona che giusto lì avrebbe cominciato il proprio formidabile ciclo). Risultato per i Gunners per altro mai bissato nel decennio successivo.

La truppa capitanata da Arsène Wenger è però in buonissima compagnia: nella schiera dei perdenti di successo rientrano infatti anche squadre come Paris Saint-Germain, Atletico Madrid e Lione. Tutte godono di una percentuale di vittorie in Champions attorno al 50% (chi poco di più, che poco di meno), ma nessuna di loro ha mai provato la gioia di sollevare la coppa dalle grandi orecchie. Mal comune, mezzo gaudio, insomma.

01-Bwin-Best worst team champs league copia

Le scarse fortune dell’Arsenal sono dipese soprattutto dal crollo di rendimento cronicamente riscontrato nel passaggio dai gironi alla fase ad eliminazione diretta, dove le sconfitte (22), superano le vittorie (20) e i pareggi (17).

Risultato ancora più impietoso se si calcola la media dei piazzamenti raggiunti dai londinesi in Champions negli ultimi 23 anni: I Gunners infatti non vanno mediamente mai oltre gli ottavi di finale.

Discorso diverso per l’Atletico Madrid, che si è presentato solo 5 volte alla fase a gironi (peraltro sempre superata), ma che tende a fare più strada, tanto da avere un piazzamento medio da semifinalista. Il miglior risultato in assoluto arrivò due anni fa, quando la squadra di Simeone sfiorò la storica impresa in finale contro il Real, vanificata dal gol di Sergio Ramos a 10 secondi dal triplice fischio.

Risultati migliori anche per Deportivo, Monaco, Valencia e Psg, con un piazzamento medio fra le prime otto. Il Valencia ha dalla sua le due finali consecutive raggiunte – e perse – nel 2000 e 2001, mentre il Psg ha il più alto tasso percentuale di vittorie (52%), ma non va oltre i quarti dal 1994/95, quando si fermò in semifinale.

Sulla squadra di Ibrahimovic e Thiago Silva grava inoltre il fatto di essere a buon titolo considerata da un paio d’anni a questa parte una papabile contender per la vittoria finale. Il fatto di non aver mai fatto meglio di così, pesa molto di più sui parigini che su squadre come Panathinaikos, Schalke 04, Deportivo o Bayer Leverkusen, che al di là di exploit estemporanei, lottano spesso semplicemente per il solo passaggio del turno.

Che sia questo l’anno giusto per la redenzione?

X