Shakhtar Donetsk-Inter: a Kiev è già tempo di sfida-spareggio

Shakhtar Donetsk-Inter: a Kiev è già tempo di sfida-spareggio

Archiviato l’emozionante pareggio contro l’Atalanta l’Inter si rituffa sulla Champions League per affrontare lo Shakhtar Donetsk nella seconda giornata del gruppo D. Le due squadre, terza e seconda forza designate al momento del sorteggio, alle spalle del Real Madrid e davanti allo Sheriff, hanno perso al debutto: in maniera sfortunata l’Inter, inaspettatamente la formazione di Roberto De Zerbi. C’è un solo risultato per entrambe per avvicinare gli ottavi, ma all’Inter potrebbe andare bene anche un pareggio.

Quote del: 27/09/2021

Calcio d’inizio: martedì 28 settembre 2021, ore 18.45

Sede: Stadio Olimpico, Kiev

SHAKHTAR-INTER
LE QUOTE LIVE

Shakhtar Donetsk-Inter, la presentazione

Partite decisive a fine settembre non dovrebbero esisterne per definizione, ma quando si parla di Champions League la musica cambia. Del resto, Shakhtar Donetsk e Inter di scontri diretti senza un domani se ne intendono, dato che le ultime tre sfide tra le due squadre hanno avuto proprio questa caratteristica: la “strana” semifinale di Europa League giocata in gara secca a Düsseldorf il 17 agosto 2020 e terminata 5-0 per l’Inter di Antonio Conte e il doppio 0-0 dalla fase a gironi della scorsa Champions League. Un quadro non proprio coerente, per chi segue le quote sul calcio. All’andata in Ucraina l’Inter dominò, sprecando tante occasioni, mentre al ritorno, ultima giornata, la sfida era di fatto un turno secco anticipato, con le due squadre appaiate a sette punti, uno in meno rispetto al Borussia Moenchengladbach poi sconfitto dal Real Madrid, ma alla fine secondo nel girone per la classifica avulsa con l’Inter quarta.

Quest’anno la sorte ha rimesso insieme tre di quelle protagoniste nel medesimo girone, con lo Sheriff quarta forza, ma la prima giornata ha confuso le idee, con l’Inter a tratti dominante contro il Real e lo Shakhtar inaspettatamente sconfitto dalla formazione della Transnistria. La maggior pressione sarà sui padroni di casa, ma l’Inter è uscita dalla partita contro l’Atalanta con più interrogativi che certezze: troppe le pause e ancora troppi gli errori sottoporta. Il vantaggio è quello di conoscere bene le caratteristiche dell’avversario e del suo allenatore. Lo Shakhtar di Roberto De Zerbi in campionato veleggia secondo alle spalle della Dinamo Kiev, pagando caro il ko interno della prima giornata contro il PFK Oleksandrija, unica sconfitta stagionale inclusi i preliminari di Champions, che hanno visto lo Shakhtar eliminare il Monaco, non senza un pizzico di fortuna nella gara di ritorno. Il recente 3-0 in Supercoppa proprio alla Dinamo ha dato sicurezza a De Zerbi, che ha impostato un 4-2-3-1 che diventa 4-5-1 in fase difensiva. Facile immaginare una partita con pochi tatticismi, proprio perché vincerla sarebbe determinante per entrambe.

Le probabili formazioni

Simone Inzaghi è pronto a mandare in campo la miglior Inter possibile. Così, intoccabile il terzetto di difesa, con Sensi e Vidal ancora indisponibili, le novità rispetto all’Atalanta saranno due, una in campo e una in panchina: Dumfries al debutto da titolare in Champions al posto di Darmian e il ritorno tra i convocati di Joaquin Correa, pronto a subentrare a gara in corso a uno degli attaccanti titolari o ad aggiungersi agli stessi qualora ce ne fosse bisogno. Dall’altra parte De Zerbi ripresenterà i titolari dopo il turnover dell’ultima partita di campionato: in campo quindi la difesa tipo, Maycon a centrocampo e Pedrinho sulla trequarti oltre a Traorè davanti.

Shakhtar Donetsk (4-2-3-1): Pyatov; Dodò, Marlon, Matviyenko, Ismaily; Maycon, Stepanenko; Marlos, Marcos Antonio, Pedrinho; Traore. All. De Zerbi

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Dzeko, Lautaro Martinez. All. Inzaghi

Shakhtar Donetsk-Inter, quote e pronostico

Quello di martedì a Kiev sarà il quarto confronto diretto negli ultimi 26 mesi tra Inter e Shakhtar Donetsk. Nelle cinque sfide finora disputate l’Inter è imbattuta, conta due successi e ha incassato solo un gol, quello del brasiliano Elano nell’1-1 (pareggio di Alvaro Recoba) del 10 agosto 2005, ritorno del turno preliminare della Champions League 2005-2006, con l’Inter di Roberto Mancini qualificata alla fase a gironi grazie al 2-0 dell’andata in trasferta (in rete Martins e Adriano). Quindi, i 15 anni di “silenzio” e il triplice, recente scontro. Alla luce della sagacia tattica di De Zerbi e della mentalità offensiva che accomuna le due squadre, oltre che delle quote sulla Champions League, puntiamo su una vittoria nerazzurra, ma con gli ucraini in grado di segnare almeno un gol ad Handanovic, dopo non esserci riusciti nelle tre gare disputate negli ultimi 14 mesi..

SHAKHTAR-INTER
TUTTE LE QUOTE

Crediti Immagine: Getty Images

X